Soluzione e Rimedi Se si Perde Tutto con il Trading Online

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Contents

Cosa Fare Se si Perde Tutto con le Opzioni Binarie

Quando si decide di aprire un conto per il trading online utilizzando uno dei molti broker disponibili nel mercato, si deve essere consapevoli che investire con le opzioni binarie può portare degli enormi guadagni ma allo stesso tempo può accadere che si finisca per perdere il denaro investito. Il rischio di perdita è, di fatto, qualcosa insito in ogni investimento, il quale implica per definizione la possibilità di realizzare dei buoni profitti alla pari di incorrere in notevoli perdite. Al fine di evitare di perdere soldi è necessario seguire delle linee guida e degli accorgimenti particolari.

Se siete dei trader principianti che stanno muovendo i primi passi nell’universo delle opzioni binarie è necessario che stiate particolarmente attenti a come investite il vostro denaro, altrimenti potreste incorrere in brutte sorprese, dilapidando somme anche importanti. Per evitare che tutto ciò accada, i migliori broker online offrono ai propri utenti tutti gli strumenti per investire in modo sicuro e oculato. Video tutorial, webinar, guide e altri stumenti come il conto demo online vi prepareranno al meglio per tuffarvi a capofitto in questo mondo così affascinante ma allo stesso tempo colmo di pericoli e insidie.

La Vera Domanda è un’Altra: Come Non Perdere Tutto?

Invece di chiedersi cosa fare e come comportarsi nel momento in cui si sarà perso l’intero patrimonio, la questione che veramente bisognerà porsi è relativa al come fare in modo che non si arrivi mai a questo punto e come si possa evitare di perdere interamente il proprio budget.

Aprire un conto online e iniziare immediatamente a investire potrebbe rivelarsi una scelta azzardata, che potrebbe portarvi dei guadagni nel breve termine, ma che alla lunga molto probabilmente rischierà di farvi inciampare, incorrendo in qualche ostacolo e problema non previsto in precedenza. Studio, preparazione ed esperienza sono gli elementi fondanti per intraprendere questo percorso che, se effettuato con la giusta mentalità, potrà portarvi ottimi guadagni.

L’elemento portante e il fondamento del successo in questo mondo è sicuramente la realizzazione di una strategia di trading online adeguata e ben strutturata. Gli stessi broker forniscono numerose indicazioni per aiutare l’utente a sviluppare una buona strategia e far così delle previsioni basate su un piano ben definito e preparato.

Nel malaugurato caso in cui succeda di perdere l’intero investimento effettuato, non perderti d’animo. Prenditi un momento di pausa per riflettere degli errori commessi e per ripartire più sicuro e determinato di prima. È dagli errori che si impara, e solamente sbagliando si potrà migliorare, cambiando o perfezionando la strategia precedentemente impiegata.

Il Conto Demo per Fare Pratica con le Opzioni Binarie

Alla base di una buona strategia per il trading online ci stanno lo studio e la pratica costante e continua, assieme a un’analisi precisa e puntuale degli asset del mercato di riferimento scelto per effettuare i propri investimenti e le proprie previsioni.

Per imparare e acquisire nuove conoscenze e competenze nel campo del trading online, la pratica è tutto ciò che serve. Per tale motivo la maggior parte dei broker offrono ai propri utenti, al momento della sottoscrizione, la possibilità di iniziare a investire con le opzioni binarie utilizzando un conto demo online. Grazie all’utilizzo di soldi fittizi e virtuali, l’utente avrà a disposizione una determinata somma di denaro per operare nei mercati reali senza però rischiare in alcun modo di perdere e sperperare il proprio patrimonio.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

In questa maniera l’utente migliorerà le proprie abilità di trader, praticando e investendo giorno dopo giorno senza dover subire la pressione derivante dal rischio di perdita. Solamente una volta che si sentirà pronto e sicuro dei propri mezzi, potrà decidere di iniziare a operare con soldi reali nel mercato reale, tentando di realizzare dei profitti e incrementare i propri guadagni.

LatitudeFX è una Truffa? Opinioni e recensioni

Laureato in Giurisprudenza con Master in Finanza, segue da sempre i principali mercati finanziari mondiali. Appassionato di trading online, scrive di finanza da più di 10 anni.

Torniamo anche oggi a parlare di trading online e truffe occupandoci di LatitudeFX, l’ennesimo caso di tentativo di raggiro ai danni dei risparmiatori meno esperti.

Come sempre, analizzeremo nel dettaglio tutti i motivi che ci hanno portato, nel corso della nostra indagine su LatitudeFX, a poter decretare che si tratta di un broker che consigliamo a tutti di evitare, perché non ha altra intenzione che quella di prima illuderci e poi derubarci.

Non vogliamo allora utilizzare mezzi termini: LatitudeFX, è proprio il caso di dirlo, è solo uno dei tanti casi di truffa di trading che, purtroppo, spopolano sempre di più su Internet.

Nell’articolo di oggi, allora, vedremo come possiamo riconoscere in maniera autonoma un tentativo di truffa e, di contro, quali sono gli strumenti che consigliamo di utilizzare quando si ha intenzione di effettuare un investimento sensato e sicuro.

Per questo motivo, confronteremo i servizi e le caratteristiche sbandierate da LatitudeFX con quelle di altri operatori finanziari, come ad esempio il famoso IQ Option – che sul suo sito ti dà anche la possibilità di aprire anche una demo gratis.

Procediamo allora con ordine e cominciamo la nostra analisi del caso LatitudeFX.

Di cosa parleremo in questa guida su LatitudeFX

Quando si inizia un nuovo investimento, oppure se si è in procinto di investire il nostro primo euro, ci sono sempre una serie di operazioni preliminari che dobbiamo assicurarci di compiere – a maggior ragione quando vogliamo verificare che il broker che stiamo valutando abbia tutte le carte in regola.

Per poter giungere alle nostre conclusioni, abbiamo allora analizzato LatitudeFX sotto i seguenti punti di vista:

  • Licenza, sede, società: siamo andati alla ricerca di alcune informazioni di base su LatitudeFX, non riuscendo nei fatti a trovare alcun dato che lo riguarda.

Non è infatti raro, quando si parla di truffe, che un presunto broker non comunichi alcun tipo di dato sul proprio conto: ciò, molto spesso, è sinonimo di una scarsa trasparenza – e nel mondo del trading la trasparenza è davvero tutto.

Quando una società non ci permette di sapere alcunché sul suo conto, allora, la nostra conclusione non può essere che essa in realtà non esista.

Se invece vediamo come si comporta da questo punto di vista un broker di chiara fama come eToro (qui per visitare il suo sito ufficiale), capiremo immediatamente che un broker degno di questo nome deve sempre mantenere un profilo cristallino e comunicare con i propri clienti in maniera chiara e trasparente.

  • Offerte e servizi: analizzando le offerte di LatitudeFX, ci siamo resi conto dell’insensatezza della sua proposta.

Capita spesso, come nel caso di oggi, che un broker tenti di convincere i propri clienti di essere in possesso di una formula magica per poterli far diventare ricchi in un baleno; si tratta ovviamente di una bugia bella e buona, dal momento che nel mondo della finanza non è proprio possibile leggere nel futuro.

Niente a che vedere, invece, con quanto ci offre ad esempio IQ Option – qui per una demo gratis con 10.000€ virtuali: analizzandone l’offerta, infatti, capiremo che un broker serio non può mai cercare di accaparrarsi quanti più clienti possibili utilizzando la menzogna.

  • Altri servizi: LatitudeFX propone una serie di servizi secondari che, dopo essere stati analizzati con attenzione, ci hanno lasciati perplessi per più di un ragione.

Quando sentiamo parlare di algoritmi proprietari, metodi di monitoraggio avanzato e altre castronerie simili, possiamo pur star certi che abbiamo a che fare con un truffatore in piena regola, dal momento che questo tipo di servizi sono spesso inventati di sana pianta.

Aprendo un account su FP Markets (qui per esplorare la demo gratis), avremo invece sempre la certezza non solo di star affidando i nostri risparmi a un broker onesto e con i piedi per terra, ma anche che le strategie che ci vengono proposte sono anche esse in ogni caso a norma di legge.

  • Dettagli: infine, anche semplicemente utilizzando il nostro buonsenso, abbiamo potuto smascherare le intenzioni di LatitudeFX anche in virtù di tanti altri piccoli dettagli.

Lo strano caso di LatitudeFX: broker e recupero crediti in una sola società?

LatitudeFX ci è stato segnalato da diversi nostri utenti. Alcuni ci hanno raccontato di essersi visti proporre un conto trading per fare investimenti.

Altri invece che sono stati invitati a aprire una pratica (a costi esorbitanti, si parla di 1.500 euro) per recuperare i soldi persi in truffe a tema Forex.

In realtà, come avremo modo di vedere più avanti nel corso della nostra guida, siamo davanti ad un’entità fantasma che non è né un broker né tantomeno un recupero crediti per i truffati.

Quello che crediamo è che LatitudeFX condivida i contatti di clienti truffati in precedenza da altri broker e che li ricontatti con grande frequenza.

Da un lato perché sa di trovare un “truffabile” dall’altro lato del telefono. Dall’altro perché, alle rimostranze del potenziale cliente – che è stato già truffato in precedenza – passano all’offerta di un servizio di recupero denaro inesistente.

Non servirebbe neanche dire ai nostri lettori che si trovano distanti anni luce da operatori seri e affidabili. Come appunto IQ Option (approfondisci qui sul sito ufficiale, adesso), broker di grande qualità che permette a tutti di operare senza questi trucchi truffaldini.

Sede, licenza e società: le caratteristiche di LatitudeFX sono quelle di un broker truffa

LatitudeFX é un broker truffa. Lo abbiamo già affermato chiaramente nella nostra introduzione.

E ora siamo pronti a spiegarti il perché. Come sanno bene i nostri lettori che ci seguono ogni giorno, abbiamo un metodo ormai scientifico di investigazione.

Un metodo che parte dall’analisi della sede, dalla società e dalla licenza del broker. Che sono caratteristiche non burocratiche, ma molto indicate appunto per capire di che pasta sia fatto il nostro interlocutore.

LatitudeFX assurdamente non fornisce alcun tipo di dettaglio sul suo sito internet, né sulla sua configurazione societaria, né tantomeno su eventuali licenze.

E questo perché siamo davanti ad un gruppo fantasma, che in realtà ha già colpito online con altri nomi e che ovviamente non vuole farsi scoprire.

Siamo distanti – e parecchio – da broker di grande qualità come FP Markets (che invece sono perfettamente in regola), che invece appunto fanno vanto dei loro dati societari.

La documentazione interna è stata copiata da una società invece regolarmente registrata in Danimarca. Che ovviamente però non ha alcun tipo di legame reale con questa piattaforma.

Una buffonata anche i premi

Anche i premi che il broker in questione avrebbe conseguito sono ovviamente una buffonata, al pari dell’organizzazione societaria.

E quando si mente così tanto anche su questioni così frivole, c’è davvero da spaventarsi.

I broker seri non mentono: basta per te guardare il sito ufficiale di eToro per renderti conto dell’assoluta differenza che c’è tra broker che possiamo considerare affidabili e quelli che invece mettono in piedi questi baracconi per truffare le persone.

Condizioni illegali di trading

Anche le condizioni di trading che vengono offerte da LatitudeFX sono illegali. Come altro non potevano essere.

Se si trattasse davvero di una società danese di investimento, LatitudeFX dovrebbe sottostare alle regole MiFID e ESMA.

Regole che appunto impongono una leva massima di 1:30 sul forex e addirittura inferiore sugli altri mercati.

E invece LatitudeFX pubblicizza in bella vista leve fino a 1:500. Quasi 20 volte superiori alle leve legali in Europa.

Anche qui un raffronto con broker solidi come IQ Option (qui per la demo con il massimo della leva) rende impietosa la posizione di LatitudeFX.

Bottoni per il download di App… falsi

Come fanno moltissimi truffatori, anche LatitudeFX cerca di rendersi più credibile inserendo sul suo sito internet bottoni che dovrebbero rimandare a AppStore di Apple e a Google Play.

Ovviamente sono bottoni fasulli. Perché un broker truffa di questa caratura non può ovviamente avere alcuna App ufficiale sui migliori shop di software per smartphone.

Discorso ancora una volta diverso quello di eToro (qui per controllare tu stesso sul sito internet). Il comportamento è diverso, non trovi?

La chat di assistenza? C’è, ma è fasulla!

Anche la chat di assistenza in tempo reale, che sarebbe ulteriore segno dell’affidabilità di questo broker, è fasulla.

Si tratta in realtà di un modulo caricato ma mai fatto funzionare. Rimane in bella vista infatti la data di ultimo accesso da parte dell’assistenza alla chat.

Nel momento in cui vi scriviamo sono passati almeno 30 giorni dall’ultimo accesso.

Niente male, per un broker rivoluzionario.

Ancora una volta siamo costretti a sottolineare che l’unica cosa che questo “broker” è in grado di fare è telefonare. E proporre condizioni assurde, o la capacità di recuperare capitali che avevamo perso con altri broker.

Truffe su truffe.

E il raffronto con broker seri, in regola, con licenza e affidabili al 100% continua ad essere sempre più impietoso. Perché appunto investire con FP Markets (anche con conto demo) continua ad essere tutta un’altra musica.

Diffida sempre dai broker che ti contattano telefonicamente

Ad esempio, possiamo citare il fatto che LatitudeFX abbia imbastito una campagna pubblicitaria aggressiva e soprattutto invadente: non è consentito, infatti, che un broker si faccia pubblicità via telefono, dal momento che questa pratica è stata dichiarata da tempo illegale.

Una pratica quindi del tutto fuori legge, e che quindi non vedremo mai essere messa in atto da broker seri come eToro (che qui ti offre anche una demo gratis).

Lo stesso si può dire delle telefonate che arrivano a chi è stato già truffato da altri broker.

Sono promesse vane, create ad arte da chi punta a sottrarvi altro denaro.

Alternative legali e sicure a LatitudeFX

La buona notizia per te che ci leggi è che oggi abbiamo a disposizione davvero tanti broker seri e affidabili.

Trading online e abusivismo finanziario

articoli correlati

Stupefacenti intercettazioni

VENDITA SIMULATA E TUTELA PATRIMONIALE LEGITTIMA

Non diremo nulla di più rispetto a quello che già abbiamo scritto in nostri precedenti articoli (che vi invitiamo a leggere) in merito alla tutela patrimoniale ed alla tutela immobiliare.

Ci limiteremo a ricordare che ogni comportamento non fraudolento e simulato volto, in prevenzione ed in assenza di debiti, a salvaguardare il proprio patrimonio, è da reputarsi assolutamente legittimo. Avvocato Bertaggia

Vendita simulata reato

Esterovestizione reato ?

4 settimane ago

TRADING ONLINE E ABUSIVISMO FINANZIARIO

Gentili lettori, attualmente sono centinaia i siti che propongono l’effettuazione di operazioni di trading online, con la promessa di guadagni mirabolanti, investendo nei mercati globali tramite piattaforme di attività di trading online a volte gestite da società con sedi sia estere che italiane, a volte addirittura da semplici persone fisiche.

Ma è tutto regolare? Investire tramite attività di trading online con società sconosciute vi sottopone a dei rischi? Se sì quali? Sono attività corrette e legali o sfociano in reati quali la truffa e l’abusivismo finanziario? Come deve comportarsi l’investitore oculato? L’investitore rischia di perdere i suoi soldi? Un trading online non autorizzato può consistere nel reato sia di truffa che di abusivismo finanziario? Questo studio vuole rispondere a questi quesiti.

Per saperne di più in materia di trading online, abusivismo finanziario e truffa: +390532240071 oppure scrivici per chiedere una consulenza specifica

ABUSIVISMO FINANZIARIO, ART. 166 D.Lgs 59/1998, TRUFFA ART. 640 C.P.

TRADING ON LINE COSA E’

Ricordiamoci che l’attività di trading online (TOL), consistente nella raccolta di risparmio da parte del pubblico indeterminato, ad opera di una persona giuridica o fisica, al fine di investirlo tramite attività di trading al fine di ottenere dei guadagni da riversare, detratte le commissioni, all’investitore, è attività riservata, per legge, esclusivamente a banche e intermediari autorizzati. In definitiva quindi il trading online è una negoziazione telematica di titoli finanziari, quindi un un servizio fornito da società finanziare autorizzate da Consob che consiste nel mettere a disposizione dei clienti privati un programma per computer (o piattaforma) che, attraverso la connessione a Internet, permette di visualizzare i titoli presenti su numerosi mercati borsistici italiani ed esteri, e di acquistarli e venderli nel giro di pochi centesimi di secondo. Queste società sono chiamate “broker online” (intermediari digitali) e chiedono una commissione su ogni ordine di acquisto e di vendita inviato in Borsa. I broker possono essere banche e offrire quindi anche servizi bancari come conti remunerati, carte di credito, prestiti, mutui e altro, oppure essere SIM o società estere specializzate nel solo trading online.

TRADING ONLINE LE AUTORIZZAZIONI

Chiunque effettui attività di raccolta e gestione del risparmio deve essere autorizzato ai sensi del DECRETO LEGISLATIVO 24 febbraio 1998, n. 58. Le piattaforme che offrono attività di trading online devono essere autorizzate dall’autorità finanziaria dello Stato in cui hanno sede, in italia dalla CONSOB , in Europa, esemplificativamente, dette autorizzazioni sono rilasciate da altri enti: Cyprus Securities and Exchange Commission (CySEC) nel caso di piattaforme che si rifanno alla legislazione di Cipro; dalla Vigilanza sul mercato finanziario del Liechtenstein – Finanzmarktaufsicht (FMA- LI), nel caso di piattaforme che si rifanno alla legislazione del Liechtenstein; dalla Malta Financial Services Authority (MFSA) nel caso di broker che hanno residenza fiscale sull’isola di Malta e dalla Autorità finanziaria (FCA) inglese nel caso di piattaforme per fare trading online da casa che hanno residenza in Gran Bretagna, vi sono inoltre l’Autorité des Marchés Financiers francese (AMF), la tedesca Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht (BaFin), la spagnola Comisión Nacional del Mercado de Valores (CNMV), la portoghese Comissão do Mercado de Valores Mobiliários (CMVM) e l’austriaca Finanzmarkt Österreich (FMA).

Chiunque effettui quindi tali attività di trading online in mancanza dell’autorizzazione richiesta è quindi abusivo e viole l’art. 166 del D.lgs citato che recita:

1. E’ punito con la reclusione da uno a otto anni e con la multa da euro quattromila a euro diecimila chiunque, senza esservi abilitato ai sensi del presente decreto:

a) svolge servizi o attività di investimento o di gestione collettiva del risparmio;

b) offre in Italia quote o azioni di OICR;

c) offre fuori sede, ovvero promuove o colloca mediante tecniche di comunicazione a distanza, prodotti finanziari o strumenti finanziari o servizi o attività di investimento.

c-bis) svolge servizi di comunicazione dati.

2. Con la stessa pena è punito chiunque esercita l’attività di consulente finanziario abilitato all’offerta fuori sede senza essere iscritto nell’albo indicato dall’articolo 31.

2-bis. Con la stessa pena e’ punito chiunque esercita l’attivita’ di controparte centrale di cui al regolamento (UE) n. 648/2020 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 4 luglio 2020, senza aver ottenuto la preventiva autorizzazione ivi prevista.

3. Se vi è fondato sospetto che una società svolga servizi o attività di investimento o il servizio di gestione collettiva del risparmio o i servizi di comunicazione dati ovvero l’attivita’ di cui al comma 2-bis senza esservi abilitata ai sensi del presente decreto, la Banca d’Italia o la Consob denunziano i fatti al pubblico ministero ai fini dell’adozione dei provvedimenti previsti dall’articolo 2409 del codice civile ovvero possono richiedere al tribunale l’adozione dei medesimi provvedimenti. Le spese per l’ispezione sono a carico della società.”

TRADING ONLINE ? : ATTENTO ALLE TRUFFE!

Chiarito quindi questo aspetto possiamo affermare che l’investitore oculato deve verificare che il consulente finanziario a cui affida i propri risparmi tramite il trading online deve essere in possesso di una di queste autorizzazioni (o di analoghe per il mercato extraeuropeo), diversamente si è preda di un operatore abusivo, non controllato, e la probabilità di perdere l’intero investimento è fortissima.

TRADING ON LINE ABUSIVO: COSA SUCCEDE AI SOLDI DELL’INVESTITORE?

Chiarito l’aspetto che chiunque voglia investire e gestire il denaro altrui tramite attività di trading on line, resta ora da capire cosa è probabile che accada al danaro investito tramite operatori non autorizzati. Si aprono tre distinti scenari:

se si è fortunati il trader abusivo vi investe bene il danaro e ve lo fa fruttare, e l’investitore incassa (ma gli si pone il problema fiscale di come tassare le plusvalenze-rischiando problemi fiscali). Scenario poco frequente.

Se si è sfortunati il trader abusivo tratterà per sè tutte le somme conferitegli dall’investitore, facendogli credere di avere effettuato dei grandi guadagni e poi sparirà nel nulla con tutti i soldi. Scenario molto frequente.

CONCORSO DI ABUSIVISMO FINANZIARIO E TRUFFA

Se nei primi due casi il consulente finanziario abusivo ha effettuato l’abusivismo finanziario, nel terzo caso avrà commesso sia il reato di abusivismo finanziario che quello di truffa, reati che possono benissimo coesistere. Infatti è evidente che l’abusivo ha violato l’art. 81 c.p.v., 640 c.p. I Comma, perché, in qualità di finto promotore finanziario, con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso, con artifizi e raggiri consistiti nel prospettare all’investitore che le somme consegnate sarebbero state dallo stesso investite, nella sua qualità di consulente finanziario; prometteva una percentuale di plusvalenza, inducendo in errore la persona offesa, procurandosi pertanto un ingiusto profitto consistito nel conseguire la disponibilità delle somme da costei conferitegli, con pari danno per la persona offesa medesima, nonché del delitto p. e p. dall’art. 166 primo comma lettera A D.Lgs. n. 58/1998, per avere mediante la condotta descritta sopra esercitato abusivamente l’attività di gestione collettiva del risparmio.

TRUFFA: NON APPROPRIAZIONE INDEBITA

Pare essere senz’altro corretta la configurazione del reato di truffa. In particolare si deve escludere che si sia trattato di semplice appropriazione indebita delle somma affidate dall’investitore al consulente abusivo perché le investisse. Il soggetto privo di autorizzazione ha, invero, esercitato anche artifizi e raggiri e dunque realizzato la condotta tipica, appunto, della truffa, inducendo in errore la vittima facendo credere che avrebbe investito il suo danaro in operazioni di trading online, suffragando inoltre l’esistenza di tali (in realtà inesistenti) investimenti, con comunicazioni via e-mail e (solitamente) via WhatsApp, facendo credere all’investitore che avrebbe avuto delle altissime prospettive di guadagno future alla maturazione di interessi. Si tratta, come è evidente, di artifizi finalizzati all’inganno. Quanto ai raggiri è evidente che il consulente abusivo non solo non ha la benché minima autorizzazione per poter investire somme di danaro, ma che si è prodigato per convincere l’investitore che sarebbe riuscito a procurare a lui tassi di interesse altissimi tramite attività di trading online, in realtà mai espletate.

TRUFFA ED INGENUITÀ DELLA VITTIMA

Molte persone truffate con false attività di trading online temono di presentare denunzia ritenendo, falsamente, che la loro inesperienza ed ingenuità nell’affidarsi al trader truffatore sia quasi una sorta di discolpa per costui. Non è così!

Come è noto l’ingenuità della vittima non esclude ma anzi accentua l’idoneità offensiva della condotta tipica della truffa, che deve essere valutata anche in relazione alle caratteristiche specifiche del soggetto passivo (ex plurimiis Cass, IV, n. 25649/03).

ABUSIVISMO FINANZIARIO IN CONCORSO CON LA TRUFFA

Si deve ritenere altresì che la stessa condotta integri anche il reato, concorrente, dell’abusivismo finanziario.

Difatti il reato di cui all’art. 166 D.Lgs 59/1998 si realizza sia quando viene commesso da soggetti privi di abilitazione o di iscrizione all’Albo di Consulenti Finanziari, sia anche quando tali soggetti siano iscritti ma violino egualmente la norma di cui all’art. 166 citato. A maggior ragione quindi quando si ha a che fare con un soggetto che non sia mai stato iscritto all’Albo dei Consulenti Finanziari, e come tale non fosse abilitato alla raccolta del risparmio, il reato è perfezionato.

Qualsiasi raccolta collettiva del risparmio, sotto qualsiasi forma avvenga, commessa da soggetto non abilitato integra il reato di abusivismo finanziario. Inoltre dobbiamo considerare che l’effettivo investimento in prodotti finanziari (od altro genere) non è nemmeno necessario affinché si realizzi il reato, poiché si tratta di reato di pericolo, che quindi si consuma a prescindere dalla destinazione del denaro raccolto all’investimento pattuito o ad investimento diverso o, infine, alla semplice appropriazione da parte del soggetto agente.

Fra le tante Cass. Sez. V n. 22597/12: “in tema di intermediazione finanziaria, il reato di pericolo di abusivismo finanziario è integrato dal comportamento del soggetto che, non abilitato, stipuli con i clienti un contratto di gestione degli investimenti, cioè trasferimenti di risorse economiche mobiliari dell’altro contraente, con la prospettiva – reale o fittizia – di profitti e percepisca le somme di denaro a tal fine. Non ha rilevanza in qual modo – fedele o infedele – sia avvenuta la gestione dei risparmi degli investitori. Il mancato effettivo investimento o comunque l’infedele gestione dei risparmi del contraente si è rivelata inoltre come attività realizzatrice, unitamente a specifici artifici e raggiri, di ipotesi di truffa. In questo contesto di progressiva illiceità dal reato di pericolo si è passato al reato di danno” (conforme Cass. N. 31893/07).

Nel caso quindi in cui all’abusiva raccolta del risparmio segua anche una sua gestione infedele, ossia difforme da quanto pattuito con il risparmiatore, al fatto tipico del reato di cui all’art. 166 si aggiungono altri elementi tipici del reato di truffa (la condotta di inganno tramite raggiri, il danno per il risparmiatore ed il corrispondente profitto per il promotore) non vi è, peraltro, un rapporto di continenza o di specialità tra le due fattispecie, poiché non solo la condotta di abusivismo finanziario può essere realizzata senza inganno né danno/profitto, ma, ovviamente, il fatto tipico della truffa si può realizzare nell’ambito dei rapporti obbligatori più disparati, diversi da quelli dell’intermediazione finanziaria. Nel caso in cui l’azione criminosa realizzi le condotte tipiche di entrambi i reati vi sarà il concorso formale degli stessi (Cass. 22419/03).

Sotto altro aspetto, per la realizzazione del reato di cui all’art. 166 non è neppure necessario che l’agente concluda con la vittima un vero e proprio contratto di investimento, essendo sufficiente che si faccia consegnare somme di danaro con l’aspettativa, per il risparmiatore, di ottenere un profitto in corrispettivo di un suo impiego rischioso: si deve intendere per investimento di natura finanziaria ogni conferimento di una somma di denaro da parte del risparmiatore con un’aspettativa di profitto o remunerazione ovvero di utilità, unita ad un rischio, a fronte delle disponibilità impiegate in un dato intervallo temporale. Né rileva, a tale fine, l’effettivo impiego di quanto versato dal cliente nello strumento finanziario prospettato dal promotore abusivo che costituisce post factum estraneo alla struttura del reato in questione (Cass. 28157/15);

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Trading di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: