Opzioni binarie figure di continuazione e figure di inversione

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Opzioni binarie: figure di continuazione e figure di inversione

Fondamenti di analisi tecnica e analisi grafica per trader.

Un buon trader, che vuole farsi strada nelle opzioni binarie, deve essere un esperto di analisi tecnica.

L’analisi tecnica si configura come una disciplina alquanto complicata non solo per il rispetto delle norme che impone ai trader medesimi ma anche perché è composta da un certo numero di branche.

Una di questa, forse la più famosa, è l’analisi grafica (o chartismo). E’ lo stesso nome a suggerire la sua ragione d’essere. Si basa, nello specifico, sullo studio dei grafici (o chart) ma, a differenza dell’analisi tecnica propriamente detta, non si avvale degli indicatori. Gli ingredienti principali dell’analisi grafica sono le candlestick. La metodologia procede, più che dallo studio, dall’osservazione nuda e cruda.

Il meccanismo di base non è però dissimile. Al centro di tutto, il presupposto che il mercato tende a ripetersi e a farlo per mezzo di modelli precisi. Molto semplicemente, le candlestick possono formare delle configurazioni particolari, detti pattern, in grado di lanciare segnale (e quindi di avere valore predittivo).

Il corollario più importante è rappresentato da un fatto molto intuitivo: non si può prescindere dal grafico a candele giapponesi. Nella stragrande maggioranza dei casi, seppur in disuso, il grafico a barre (o in extremis anche quello a linee) può risultare utile, ma in questo caso è inutile. Semplicemente, le configurazioni non possono formarsi senza il grafico a candele giapponesi.

Le configurazioni si raggruppano in due grandi categorie: le figure di continuazione e le figure di inversione.

Le figure di continuazione

Le figure di continuazione sono dei pattern che lanciano segnali di conferma del trend. In genere compaiono durante i periodi di pausa, ossia quelli durante il quale il trend sembra essersi arrestato. Tra le figure di continuazione spicca la famiglia dei “triangolo” (triangolo simmetrico, triangolo ascendente, triangolo discendente) e dei rettangoli (rettangolo ascendente, rettangolo discendente, rettangolo reversal

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Figure di inversione

Solitamente le figure di inversione sono più complicate, in quanto si protraggono per periodi più estesi (e quindi è più difficile individuarle). Il segnale è quello dell’inversione del trend.

La figura più importante – e più affidabile – è la cosiddetta “Testa e Spalle”. Si parte da un trend rialzista. La testa è identificata con un massimo molto significativo. Le spalle invece indicano il massimo precedente a quello appena descritto e il massimo subito successivo, che quindi si inserisce in un movimento di downtrend. Il segnale appare quando alla seconda spalla segue la rottura di un suppporto.

Esiste anche la testa e spalle “reversal” o capovolta. In questo caso, valgono tutte le indicazioni ma… al contrario. Non si parla infatti di massimi, ma di minimi.

Figure Inversione e Continuazione Forex

Figure Inversione Forex

Si tratta in effetti di un argomento di importanza vitale, che consegue logicamente a quello trattato negli articoli precedenti: i trend del mercato. Nessuna tendenza infatti prosegue all’infinito e presto o tardi si verifica un’inversione di marcia che fa mutare direzione al mercato.

Attraverso le figure di inversione, che prendono forma concreta nei grafici di cui abbiamo già trattato, sarà possibile per un analista tecnico e per un investitore avere informazioni utili prima ancora che l’inversione si verifichi.

Detto questo ricordiamo alcuni punti salienti, massime da memorizzare perché potrebbero salvare il vostro investimento. Un segnale ad esempio della prossima inversione di marcia del mercato è la rottura di una trendline.

Quindi questa dovrà essere tenuta strettamente sotto controllo. Inoltre è bene ricordare che in base alla dimensione della formazione, quindi della figura che prende forma del grafico si potrà indicare la forza del fenomeno. Più grande è la figura, più forte sarà il nuovo trend.

Una volta memorizzati questo concetti fondamentali siete pronti a scoprire le diverse formazioni. Quella che sicuramente è più famosa viene detta Testa e Spalle, dall’inglese Head and Shoulders. Se questa figura si presenta alla fine di un trend di mercato è chiaro che questo si sta avviando verso un suo indebolimento.

Il trend normalmente in fase di indebolimento tende a livellarsi nel breve periodo (domanda e offerta equivalenti) per poi invertire la direzione. Il nome testa e spalle ricorda graficamente la formazione sul grafico: saranno presenti tre massimi.

Il centrale sarà più alto ( testa ) i due laterali più bassi ( spalle ). I due minimi che saranno compresi fra le spalle e la testa saranno detti neckline ossia linea del collo e la rottura della linea è un chiaro segnale di inversione del trend.
Si tratta di una formazione che facilmente potrete trovare sia in trend rialzisti che ribassisti.

Come da una guida per il forex, quando parliamo di Triplo massimo o minimo ci riferiamo nello specifico ad una variante della figura Testa e Spalle. Si avranno tre massimi tutti di uguale altezza nella medesima zona del grafico. Identico discorso per i minimi intermedi. Anche in questo caso la rottura della linea indicherà chiaramente l’inversione del trend.

Interessante anche il Doppio massimo o minimo, in generale la figura più frequente che segue quella del testa e spalle. Somiglia notevolmente al triplo massimo o minimo ma in effetti possiede solo due massimi e in versione ribassista viene assimilata ad una M, viceversa in versione rialzista ad una W. Una rottura del livello di supporto indica una probabile inversione del trend.

Chiudiamo l’argomento con il Soucer e lo spikes. Si tratta di figure meno comuni ma pur sempre presenti e che dunque e bene conoscere. Quando parliamo di Soucer parliamo di movimenti molto lenti inizialmente laterali e successivamente crescenti che determineranno alla lunga un’inversione della tendenza di mercato.

Parlando di Spikes è d’obbligo dire che si tratta di una formazione grafica a V e si palesa con brusche variazioni dei prezzi.

Insomma la conoscenza di queste figure grafiche potrà aiutarvi a intuire quelli che saranno i futuri movimenti e direzioni del mercato. Per questo è bene memorizzarle con cura.

Figure Continuazione Forex

Al lato opposto rispetto alle formazioni di inversione troviamo le Formazioni di Continuazione, che non ci informano chiaramente in merito alla prossima inversione di un trend, piuttosto ci parlano della prosecuzione di una determinato andamento di mercato sul forex per la direzione precedentemente presa.

Anche in questo caso le formazioni saranno visibili con una cerca chiarezza nei grafici, tutti da analizzare.

Formazioni di Continuazione più comuni

Triangoli. Ve ne sono di diversi tipi, nello specifico tre. Si parla di triangolo simmetrico, triangolo ascendente e triangolo discendente. Il primo è caratterizzato da trandline convergenti. La superiore sarà in ribasso, quella inferiore in rialzo.

Diverso il discorso per il triangolo ascendente che presenta due linee, una inferiore in ascesa, e una superiore che prosegue in orizzontale. Infine il Triangolo discendente differentemente dalla formazione appena vista presenta una linea inferiore orizzontale e una superiore in discesa.

Davanti ad un triangolo simmetrico dobbiamo immaginarci una pausa momentanea del trend di mercato, mentre analizzare il triangolo ascendente e discendente si dimostra operazione leggermente più complessa dato che le previsioni possono essere differenti.

In genere si potrà affermare che il triangolo ascendente da la possibilità di prevedere trend rialzisti, quello discendente al contrario ribassisti.

Bandiere e Pennant. Anche in questo caso parliamo di figure particolarmente comuni, che spesso si presentano in fasi di pause momentanee di un qualsiasi trend direzionale del mercato. Sono utilissime per calcolare obbiettivi e movimenti futuri. In maniera generica si può dire che sono preannunciate da un forte trend improvviso.

Le bandiere, dall’inglese flag somigliano in tutto e per tutto a parallelogrammi che sono incorniciati da trend line parallele fra loro. Queste conoscono una inclinazione opposta rispetto ai trend assunti in precedenza.

Diversamente i Pennat sono meno inclinati rispetto alle Bandiere e propongono linee convergenti che ricordano più che parallelogrammi dei triangoli simmetrici. Si tratta comunque di figure di breve periodo.

Wedge. Molto simile al triangolo simmetrico questa figura propone due linee convergenti che all’apice trovano congiunzione, ma la sua inclinazione è particolarmente direzionale. Si parlerà di rising wedge se l’inclinazione punterà verso l’alto, e quando punterà verso il basso di falling wedge.

Da ricordare che l’inclinazione è sempre opposta al trend quindi quando punterà verso l’alto ci troveremo dinanzi ad un trend ribassista e viceversa.

Analisi tecnica: candlestick, formazioni di inversione e continuazione

Il grafico a candele giapponesi è uno dei tipi di grafici più importanti ed utilizzati, che ci permette di ottenere maggiori informazioni sull’andamento dei prezzi grazie al particolar modo con cui viene costruito.

Come si intuisce dal nome, fu inventato in Giappone da Munehisa Homma ed utilizzato per la prima volta nel XVIII secolo per prevedere l’andamento dei prezzi del riso; i nomi assegnati alle figure grafiche, qui chiamate come Candlestick Patterns, prendono il nome da vocaboli di guerra e battaglia in Giapponese.

Il Grafico a Candele Giapponesi fu introdotto in Europa solo intorno al 1989 grazie a Steve Nison, che ne spiego il funzionamento e le regole su cui si basa, nel suo libro “Japanese Candlestick Charting Techniques”.

L’analisi del grafico a Candele Giapponesi può accompagnare comodamente l’Analisi tecnica e le sue figure grafiche. Inoltre può essere usato insieme ad oscillatori ed indicatori.

Come potete vedere dall’immagine superiore, il grafico è composto da delle vere e proprie candele, chiamate in inglese “Candle-Line”: una candela può assumere due colori diversi a seconda se rappresenti un rialzo o un ribasso.

Moltissimi broker hanno inserito i grafici a candele giapponesi, tra questi c’è eToro, leader del social trading e del copy trading. Per testarlo basta aprire in pochi minuti un conto demo gratuito.

Di solito le coppie di colori usate sono le seguenti: Bianco e Nero (Rialzo e Ribasso), Verde e Rosso (Rialzo e Ribasso), Arancione e Celeste (Rialzo e Ribasso).

Ogni candlestick si costruisce tramite la conoscenza di 4 valori , relativi all’andamento del titolo di un bene all’interno di una sessione di borsa .

  1. Prezzo Apertura della Sessione.
  2. Prezzo Chiusura della Sessione.
  3. Prezzo minimo della Sessione.
  4. Prezzo Massimo della Sessione.

La “sessione” è il periodo di tempo che scegliamo per le candele sul grafico: se per esempio scegliessimo 15 minuti di time frame, ciò significherebbe che ogni candela presente sul grafico rappresenterebbe 15 minuti di contrattazioni.

Quindi, analizzando una singola candela di tale grafico, possiamo sapere il valore massimo e minimo raggiunto dai prezzi durante quei 15 minuti di contrattazione, ma anche il valore del prezzo iniziale e il valore del prezzo finale: con tutte queste informazioni, possiamo analizzare e comprendere al meglio i movimenti dei prezzi .

Ovviamente vi sono diversi time frame tra i quali potrete scegliere (da secondi a minuti, da ore a giorni, settimane o mesi).

L’utilizzo dei grafici per rappresentare il mercato , attraverso le candele giapponesi presenta degli immediati vantaggi anche per i trader poco esperti.

Il grafico a candele, ancora offre un’informazione in più; ovvero la relazione tra il primo e l’ultimo prezzo scambiato, quindi il dato di apertura e quello di chiusura. Questo sarà meglio spiegato nei paragrafi successivi.

La prima cosa da fare riguarda la distinzione tra candele bianche, che si viene a verificare quando il prezzo di chiusura è maggiore rispetto a quello di apertura e candele nere dove invece il prezzo di chiusura è inferiore rispetto a quello di apertura.

Caratteristiche candlestick

Ogni Candela ha le seguenti 4 caratteristiche, come si può notare dall’immagine precedente:

  1. Real Body: Ovvero il Corpo della Candela vero e proprio, indica l’ampiezza tra il Prezzo di Apertura (Open) e il Prezzo di Chiusura (Close).
  2. Shadows: Ovvero le Ombre della Candela, sono le singole asticelle della Candela e rappresentano i Prezzi Massimi (Upper Shadow) e i prezzi minimi (Lower Shadow) del lasso di Tempo preso in considerazione per la formazione della Candela.
  3. High and Low: Sono la “punta” delle Shadows della Candela e rapprsentano il Prezzo Massimo (High) ed il Prezzo minimo (Low) raggiunto in tale lasso di tempo.
  4. Colore: La Candela può avere due colori come già spiegato in precedenza, per rappresentare un Rialzo oppure un Ribasso, per quel lasso di tempo considerato. In caso sia una Candela di Rialzo, significa che il prezzo di Chiusura (Close) è superiore al prezzo di Apertura (Open); viceversa, in caso sia una Candela di Ribasso, significa che il prezzo di Chiusura (Close) è inferiore al prezzo di Apertura (Open).

Se andiamo a rappresentarlo su un grafico, avremo:

Ricordiamo che negli esempi presi in considerazione sul nostro sito, le Candele si baseranno sulla coppia di colori Bianco/Nero per indicare un Rialzo/Ribasso.

Candlestick Patterns o formazioni candlestick

Sul nostro sito spiegheremo ed analizzeremo i più importanti Cadlestick Patterns, oltre ad assegnare ai vari Patterns un rating a seconda della loro affidabilità e frequenza con cui “appaiono” nei Grafici. Adesso spiegheremo come dovrete interpretare i nostri rating, tramite un esempio:

  • 8 New Price Lines: Questo è il nome del Pattern.
  • UP 53%: La probabilità che dopo il Pattern vi sarà un Rialzo nei prezzi .
  • DOWN 47%: La probabilità che dopo il Pattern vi sarà un Ribasso nei prezzi .
  • Common Rank: Il rating assegnato per la frequenza con cui il Pattern appare nei Grafici; abbiamo usato un ordine alfabetico per valutare le performance dei Pattern analizzati, dove A+ è il miglior Rating possibile mentre J- è il peggior Rating possibile.
  • Efficiency Rank: Il rating assegnato per le performance del Pattern, cioè per i movimenti dei prezzi successivi ai Pattern (Rialzo o Ribasso). Se l’Efficiency Rank è alto, significa che dopo il Pattern i prezzi si muoveranno decisamente nella direzione suggerita dal Pattern. Abbiamo usato un ordine alfabetico per valutare le performance dei Pattern analizzati, dove A+ è il miglior Rating possibile mentre J- è il peggior Rating possibile.

A questo punto, passiamo a vedere l’immagine sottostante, dove vengono rappresentati i 9 tipi più comuni di candele giapponesi base:

Nell’esempio sopra, abbiamo parlato anche di pattern; essi rappresentano particolari raggruppamenti di candele. Si tratta di configurazioni tipiche, identificate da nomi molto evocativi.

Essi si suddividono in:

  1. modelli rialzisti;
  2. modelli ribassisti.

Da qui ne derivano le seguenti sottocategorie:

Vantaggi e svantaggi del grafico a candlestick

  • si perde la componente discrezionale, ovvero alcune candele potrebbero essere riconosciute formalmente ma potrebbero anche essere annullate dall’analista;
  • non si tiene conto dello stato del mercato ;
  • velocità nell’identificazione dei modelli;
  • possibilità di concentrarsi su grafici che presentano due o tre pattern;
  • il computer deve essere utilizzato per quello che rappresenta, ovvero un velocissimo esecutore;
  • maggiori opportunità di selezione;
  • enormi potenzialità didattiche;

Creazione del grafico candlestick

Per analizzare bene il grafico a candele giapponesi , occorre prima di tutto capire come esso si andrà a costruire.

La prima cosa che andrete a fare, nell’analizzare un grafico è quella di andare a vedere, o meglio ad identificare una piccola candela nera, ovvero una candela di piccole dimensioni.

La seconda cosa che andremo a fare, è quella di analizzare e quindi andare ad identificare una candela bianca, questa volta di ampie dimensioni che avvolge in maniera completa la precedente.

A questo punto dovrete andare a verificare che:

  1. la prima candela abbia una chiusura inferiore all’apertura;
  2. che abbia un real body di modeste dimensioni;
  3. la seconda candela abbia una chiusura superiore rispetto a quella di apertura, con un body di ampie dimensioni;
  4. l’apertura della seconda candela sia inferiore alla chiusura della precedente;
  5. che la chiusura della seconda candela sia superiore all’apertura della precedente.

Di seguito, alcuni grafici che riassumono quanto fin qui detto.

L’analisi che andremo a fare, anche negli articoli correlati, riguarda le candele giapponesi e nello specifico questi due gruppi:

  1. Pattern di continuazione;
  2. Pattern di Inversione;
    1. Bullish Reversal (trend in crescita);
    2. Bearish Reversal (trend in ribasso).

La distinzione principale sta nel fatto che mentre i pattern di continuazione prevedono se il trend in corso è in grado di continuare, dall’altro i pattern d’inversione, analizzeranno eventuali interruzioni del trend e inversioni.

Formazioni candlestick di inversione

Formazioni candlestick di continuazione

IQ Option: candele giapponesi

IQ Option è uno dei broker di CFD che offre la possibilità di far trading con il grafico a candele giapponesi . Notate bene che questo tipo di grafico, è utilizzato dalla maggior parte dei trader .

A cosa servono le candele giapponesi ?

Tutti i trader che utilizzano le candele giapponesi , lo fanno perché questo strumento li aiuta a:

Le candele giapponesi sono molto utili anche al fine di definire elementi comuni nel grafico.

Notate bene che questi pattern possono indicare:

  1. sia un andamento regolare;
  2. sia un rovescio della tendenza.

Questi elementi permettono dunque al trader di operare in modo da ottenere un profitto profit.

Come attiviamo le candele si IQ Option?

  • Bastano solo 10 secondi per attivare il grafico in candele giapponesi ;
  • notate bene che il grafico apparirà sulla tua piattaforma, e questo ti permette di iniziare l’analisi degli andamenti.

Come funziona?

Le candele giapponesi permettono al trader di analizzare il prezzo e il suo andamento. Sono composte da ombre superiori e inferiori alle estremità della candela.

Definiamo quindi la candela come l’intervallo tra i prezzi di apertura e di chiusura. Notate bene che:

  • se il mercato si è mosso al rialzo il corpo della candela è arancione o verde all’investimento;
  • se il mercato si è mosso al ribasso, il corpo della candela è trasparente o rosso all’investimento.

Nell’analizzare le candele, il trader non deve far altro che identificare i movimenti che si ripetono nel grafico. Questi movimenti, possono prevedere rovesci o andamenti regolari della tendenza.

Nel caso in cui il trader si accorge che la situazione del mercato sta cambiando, è possibile che reagisca rapidamente e ottenga in questo modo un profitto superiore a quelli che si accorgeranno della tendenza quando essa è già in atto.

Oggi è possibile investire nel trading online seguendo il grafico a candele giapponesi . Usando queste strategie potrai essere in grado di prevedere l’inversione della tendenza.

1. Candela Piercing Line (rialzo)

Questa formazione, è identificata come la formazione Piercing Line, ovvero una strategia di trading che aiuta a determinare il rimbalzo verso l’alto della tendenza al ribasso.

Al fine di operare il trader non deve far altro che seguire questi passaggi:

  • trovare 2 candele sul grafico, di cui una che si chiude sopra la metà della precedente candela discendente;
  • attendere la seconda candela ascendente;
  • attendere che appaia la terza candela ascendente;
  • posizionatevi long (Call).

2. Strategia Three white Crows (tre corvi bianchi) (ribasso)

Conosciuto anche come “Three white crows “ è una strategia di trading mirata alla definizione del rimbalzo verso il basso di una tendenza al rialzo.

Anche in questo caso, operare con questa strategia è molto semplice:

  • trovare una tendenza al rialzo consistente; nella maggior parte dei casi essa è rappresentata da una striscia di candele ascendenti (arancioni);
  • attendere l’inversione delle tre candele discendenti che saranno in questo caso trasparenti e che sono poste una in fila all’altra;
  • noatete che dopo la chiusura della terza candela, è consigliabile posizionarsi short (put).

Utilizzo Avanzato dei grafici a candele

Infine, segnaliamo che la formazione di candele sono tradizionalmente chiamate “reversal patterns”, o “kicker patterns”, perchè avvisano il trader sulla variazione della tendenza (non necessariamente un’inversione) e anche quando questa tende ad appiattirsi o a rallentare rapidamente.

Per tale motivo, quando si usano le formazioni di candele, bisogna prendere in considerazione anche altri indicatori come ad esempio i livelli di supporto e resistenza e le Medie Mobili.

Apri il tuo conto IQ OPTION

Prova supporti e resistenze, le Medie Mobili sfruttando le candele giapponesi con un conto demo gratuito illimitato su un broker regolamentato come IQ OPTION (deposito minimo solo 10 $)

Attenzione: fare trading online potrebbe comportare la perdita totale dell’intero capitale.

Per analizzare i movimenti di mercato e comprendere quali sono i migliori punti di ingresso e di uscita.

Il grafico a candele giapponesi fu inventato in Giappone da Munehisa Homma ed utilizzato per la prima volta nel XVIII secolo per prevedere l’andamento dei prezzi del riso; i nomi assegnati alle figure grafiche, qui chiamate come Candlestick Patterns, prendono il nome da vocaboli di guerra e battaglia in Giapponese.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Trading di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: