Operare con l’oro e non farsi fregare – Opzioni Binarie

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Operare con l’oro e non farsi fregare

Se operate con le opzioni binarie e siete stanchi di piazzare opzioni sulle comuni coppie di valute o sulle azioni allora perché non operare sulle materie prime come l’oro? Con questo articolo vi daremo alcune piccole nozioni per poter operare con l’oro in maniera proficua.

Spesso molti traders operano con l’oro soprattutto nei tempi di crisi e questo perché si spera che una volta acquistato l’oro si potrà poi rivenderlo ad un prezzo maggiore una volta usciti dalla crisi in un futuro. Si pensa quindi che l’oro sia un po’ come un ancora di salvezza. Ed ecco perché ogni tanto quando ci sono i tempi bui sarebbe una buona idea piazzare opzioni sull’oro.

Per poter operare con l’oro correttamente occorre per prima cosa conoscere quali sono le dinamiche mediante le quali il prezzo dell’oro può salire o scendere in modo tale da piazzare le vostre opzioni senza sbagliare. Per prima cosa vi dico subito che la moneta di scambio ufficiale dell’oro è il Dollaro. Come principio fondamentale vi dico che (senza troppi tecnicismi e spiegazioni complesse) la relazione tra il Dollaro e l’oro è inversamente proporzionale. Che cosa significa questo? Significa che quando il prezzo del dollaro perde di valore si avrà come probabile conseguenza l’aumento di prezzo dell’oro. Viceversa se invece il dollaro sarà forte allora si avrà come conseguenza la perdita di valore dell’oro. Questo principio fondamentale dovrete averlo sempre a menta se vorrete operare con l’oro.

Adesso vi starete chiedendo se per operare con l’oro sia necessario applicare l’analisi tecnica o l’analisi fondamentale? A mio avviso operare applicando l’analisi tecnica sarebbe un grosso errore. Per operare con una materia prima come l’oro sarebbe infatti molto più sensato affidarsi all’analisi fondamentale e conoscere soprattutto le quotazioni dell’oro giornaliera.

Tale quotazione viene calcolata prendendo in considerazione come riferimento soprattutto i carati o il titolo. Per conoscere il valore attuale dell’oro esiste una tabellina la quale suddivide l’oro in 24 parti, partendo da 8 carati fino ad arrivare ai 24 carati il quale è il massimo. In base ai carati prendendo come riferimento questa tabellina si potrà conoscere il prezzo giornaliero dell’oro. Come per i carati anche il titolo dell’oro viene suddiviso in parti però quest’ultimo è espresso in millesimi che partono da 0 fino a 1.000. Ovviamente questa tabellina viene aggiornata in ogni momento. Sicuramente quanto spiegato è piuttosto complicato ma cercherò di riassumervi in maniera molto semplice i passaggi da fare per poter valutare in modo corretto il prezzo di un oggetto in oro.

Tralasciamo per un momento le opzioni binarie perché quello che mi preme di più in questo momento è quello di non farvi fregare nel momento in cui invece di operare con le opzioni binarie decidiate di andare in uno di quei “compro oro” per vendere un vostro prezioso. Dunque la prima cosa da fare è quella di conoscere i suoi carati ovviamente ed il suo peso. Per poter conoscere il suo peso è la parte più facile siccome è sufficiente pesarlo con una comune bilancia da cucina, tutti ne posseggono una. Per quanto riguarda i carati invece e per sapere quanti carati contiene il vostro prezioso dovrete invece munirvi di una calamita. Perché una calamita? Tutti sanno che l’oro non è un metallo magnetico, quindi per poter avere un’idea (anche se non è precisa) di quanti carati possa contenere un oggetto è quello di avvicinargli una calamita. In base alla potenzia di attrazione magnetica potrete capire se l’oggetto in questione contiene più o meno carati. Sicuramente se avvicinando la calamita all’oggetto noterete che si attacca con molta forza quasi sicuramente avrà pochi carati o magari sarà oro falso. Se invece al contrario l’oggetto non verrà quasi per niente attirato dalla calamita significherà che conterrà molti carati. Questa è una piccola valutazione che potrete fare da voi a casa. Una volta conosciuto il peso e i carati dell’oggetto per poterne ricavare un prezzo indicativo è quello di affidarvi alla tabellina andato a guardarvi il valore dell’oro giornaliero al grammo in base ai carati, una volta ricavato il valore dovrete moltiplicare quest’ultimo per i grammi dell’oggetto che avete precedentemente pesato. E’ sicuramente molto più facile a farsi che a dirsi. In questo modo eviterete di rimanere fregati nel caso in cui non resisterete alla tentazione di andare a vendere qualcosa in un compro oro. In ogni caso sentite sempre più campane, andate in più negozi e vendete il vostro oggetto a chi vi farà la migliore offerta.

Ritornando alle opzioni binarie questo non vi vieta di tenere sott’occhio i grafici ricordandovi comunque il principio fondamentale che determina l’andamento dell’oro, ovvero che è inversamente proporzionale al Dollaro: quando l’oro sale il dollaro scende, e quando il dollaro scende il dollaro sale. Tenete quindi sott’occhio sempre il dollaro se volete operare in modo vincente con questa materia prima così prezioso come l’oro.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Spero di avervi dato alcune informazioni utili, le quali potrebbero sembrare banali, ma vi assicuro che alla fine possono fare la differenza.

Operare con il petrolio

Se operate con le opzioni binarie e avete intenzione di fare trading scegliendo come Asset il petrolio invece che le solite coppie di valute allora questo articolo fa per voi. Cercheremo di spiegarvi in maniera molto semplice le caratteristiche di questo asset in modo da darvi le giuste basi per poter operare con esso. Vediamo subito le caratteristiche del petrolio all’interno del mercato finanziario.

Cominciamo col dire che la moneta ufficiale per trattare il petrolio è il Dollaro e che viene venduto al barile. Molti di voi avranno già sentito parlare molte della parola barile ma non tutti sanno cosa significa. Il barile non è altro che un contenitore il quale contiene 160 litri di petrolio, quindi il petrolio viene sempre acquistato e venduto al barile. Gli scambi del petrolio avvengono su 2 mercati mondiali: New York Mercantile Exchange e Il London International Petroleum Exchange. Per determinare il suo prezzo di riferimento vengono presi in considerazione 2 tipi di petrolio: il Petrolio WTI ed il Petrolio Brent. Per quanto riguarda il petrolio WTI esso viene considerato all’interno del mercato New York Mercantile Exchange però non è il riferimento più usato. Mentre il Brent invece è considerato il benchmark più utilizzato per determinare il prezzo del petrolio nel mercato mondiale infatti nei telegiornali quando danno notizie di economia e parlano di petrolio avrete sentito dire molto spesso la parola Brent.

Dunque cerchiamo di ricapitolare riassumendo il tutto in modo semplice. Il petrolio viene scambiato in unità al Barile usando il Dollaro come moneta ufficiale. Il petrolio viene scambiato sui mercati New York Mercantile Exchange e Il London International Petroleum Exchange e per determinare il prezzo attuale del petrolio viene preso come riferimento soprattutto un tipo di petrolio chiamato Brent ma anche un altro tipo chiamato WTI. Per farvi un esempio alla data odierna 9 novembre alle ore 9:50 circa il prezzo del petrolio ha raggiunto 45,28 dollari al barile per il Brent, e 44,23 dollari al barile per il WTI. Questo significa che se vogliamo acquistare il petrolio oggi prendendo come riferimento il brent acquistando 1000 barili si andrà a spendere circa 45 mila dollari.

Ma a che cosa serve tutte questa pappardella? In fondo con le opzioni binarie basta mettere semplicemente un ALTO o BASSO. La risposta è semplice! Come vi ho sempre detto operare con le opzioni binarie non è un gioco, tantomeno un azzardo. Le opzioni binarie sono sempre delle operazioni finanziarie e per questo motivo è di fondamentale importanza conoscere come funzionano i mercati e in particolare come funziona l’asset che avete scelto. Attraverso questo articolo vi ho spiegato in modo piuttosto semplice che cosa è il petrolio, come viene scambiato e che cosa influenza il suo prezzo in modo da avere almeno una piccola base e fare delle scelte più sensate. Anzi cerchiamo di vedere adesso un po’ più nel dettaglio quali sono i fattori che influenzano il suo prezzo.

Un primo fattore che può influenzare il prezzo del petrolio potete indovinarlo voi rispondendovi a questa semplice domanda. Qual è la valuta ufficiale per trattare il petrolio? Bravi è il Dollaro risposta esatta! Quindi il primo fattore che influenza il prezzo del petrolio è proprio il Dollaro quindi prima di piazzare un’opzione binaria sul petrolio date sempre uno sguardo all’andamento del Dollaro. Un altro fattore che influenza il prezzo è il quantitativo di riserve del petrolio e per conoscere tale dato dovrete fare molta attenzione ai tg specializzati che trattano queste informazioni. In oltre un altro fattore che può incidere sul prezzo del petrolio sono le decisioni prese da alcune multinazionali che si occupano del settore energetico.

Insomma se volete operare sul petrolio con le opzioni binarie dovete stare molto attenti all’analisi fondamentale, infatti se scegliete l’analisi tecnica sarà controproducente. Fate quindi molta attenzione al dollaro e soprattutto alle notizie e ai dati sul petrolio che riuscite a raccogliere, più informazioni riuscirete a reperire sul petrolio e più alta sarà la probabilità di piazzare opzioni binarie sul petrolio vincenti.

Le truffe nel trading. Come non farsi fregare

Le truffe nel trading sono molto diffuse, basti pensare a tutte quelle pubblicità che circolano sul web che propongono guadagni sicuri di migliaia di euro al mese.

Truffe nel trading che spuntano come funghi attraverso svariate pagine web a cui è necessario stare alla larga se non si vuole rischiare di perdere il proprio denaro.

Molti lettori ci hanno contattano chiedendo consigli su quale Broker scegliere e come riconoscere se si tratta di una società seria o no.

Qui di seguito i consigli da seguire per non cadere in una truffa nel trading e come riconoscere un Broker che ti vuole truffare.

Truffe nel trading da Broker non regolamentati

Negli ultimi anni il mondo del trading sta registrando una crescita esponenziale dei suoi partecipanti, e con loro aumentano anche le società che offrono servii di trading, broker.

Queste società si pongono come intermediario tra l’investitore/trader e i mercati. Ovviamente, essendo il trading un mercato a livello globale nel quale si aggirano numerose “truffe”, i broker che offrono servizi di trading per i propri clienti, devono essere autorizzati da società di regolamentazione nel paese cui operano.

La scelta di un Broker regolamentato è senza dubbio la regola d’oro. Un broker regolamentato non potrà mai truffare i suoi clienti in quanto deve rispettare tutta una serie di normative vigenti molto severe. Un Broker regolamentato è obbligato a tenere prima di tutto segregati i fondi dei propri clienti in conti separati da quelli del Broker.

In Italia l’ente per la regolamentazione per gli investimenti in borsa è la Consob (commissione nazionale per le società e la Borsa). La Consob è un’autorità amministrativa indipendente, dotata di personalità giuridica e piena autonomia la cui attività è rivolta alla tutela degli investitori, all’efficienza, alla trasparenza e allo sviluppo del mercato mobiliare italiano.

Per gli investitori/trader italiani i Broker regolamentati Consob sono sicuramente affidabili, ma lo sono anche se regolamentati dalla CySEC cipriota, in quanto, anche se il Broker gode dell’autorizzazione Consob, può operare in Italia ed essere riconosciuto come Broker italiano in quanto membro di uno stato presente in Europa, e quindi secondo la normativa MiFID può operare in tutti i mercati dei paesi membri dell’unione.

Diversa è la situazione in cui il Broker non abbia alcuna regolamentazione. In questo caso è bene diffidare e non aprire mai conti con Broker non regolamentati, il rischio di cadere in una truffa è alto o comunque è senza dubbio un segnale che permette subito di metterci in guardia. Per capire se un Broker è affidabile, il consiglio è quello di visitare il sito e controllare se e quale ente regolamentare lo ha autorizzato. Se non dispone di un numero di autorizzazione CySEC, FCA o Consob, consiglio di lasciare perdere.

Quindi si è certi che scegliendo un Broker regolamentalo non si cadrà mai in una delle tante truffe nel trading.

Truffe nel trading da Broker non affidabili

La scelta di un Broker regolamento è un fattore fondamentale, ma quello da sapere che non sono tutti uguali. I servizi offerti si differenziano da Broker a Broker, come anche la qualità di quest’ultimi.

La scelta del Broker può non essere facile, ma si può trovare una valido aiuto grazie alle recensioni e opinioni disponibili sul web su portali dedicati come per esempio doveinvestire.com.

Leggere le recensioni e le opinioni sul Broker prima di registrarsi è un consiglio che diamo a tutti. Grazie a questi è possibile conoscere sia i punti forti che quelli deboli del broker su cui si sta pensando di aprire un conto. Piattaforme di trading, asset disponibili, supporto clienti, formazione, sono elementi fondamentali che distinguono un broker da un’altro.

Sebbene le recensioni Broker siano fondamentali, è meglio prendere con le “pinze” i commenti presenti in queste pagine. Molte volte i trader hanno delle opinioni poco imparziali per vari motivi come per esempio:

  • Il trader che ha perso tutto a causa del proprio stile di trading, molto probabilmente incolperà il broker di non essere affidabile, quando in realtà la colpa è solamente sua
  • Il trader che ha invece guadagnato una somma ingente, molto probabilmente elogerà eccessivamente il broker, affermando che è il migliore

È ovvio che in questo caso ci troviamo di fronte a opinioni completamente differenti che possono solamente fare confusione.

Il consiglio è invece di leggere opinioni e recensioni direttamente da testate giornalistiche di livello, siti come doveinvestire.com sono infatti in grado di fornire un’opinione alquanto imparziale, bilanciata e ben dettagliata del Broker, fornendo una opinione assolutamente imparziale.

Truffe nel trading, l’attenzione non è mai abbastanza

Per fare trading in totale sicurezza è infatti necessario scegliere un Broker regolamentato che goda di buoni commenti. Consiglio fondamentale rimane quello di non aprire conti assolutamente con broker non regolamentati.

L’attenzione non è mai abbastanza e per essere vittima di truffe nel trading, si può testare personalmente la qualità del broker e dei servizi offerti aprendo un conto ed depositando un piccolo importo. Successivamente eseguire operazioni di trading, magari replicando le stesse sulla piattaforma di trading di un’altro Broker in modalità demo. In questo modo si potrà capire le differenze e quale dei due è migliore.

Sempre continuando a “testare” il servizio del Broker scelto, può essere una valida prova prelevare il proprio denaro dopo alcune operazioni e valutare la velocità del tutto.

Broker consigliati per evirare le truffe nel trading

Qui seguito abbiamo selezionato alcuni dei migliori Broker Forex CFD su cui poter contare per fare trading in sicurezza. Si tratta di Broker regolamentati e scelti in base a parametri di trading fondamentali come supporto, servizi, piattaforma, formazione e costi.

La lista presente qui di seguito è costantemente aggiornata, ma per qualsiasi domanda o informazioni può contattarci attraverso il form presente nella pagina contatti

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Trading di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: