Le notizie che muovono il mercato oggi e i segnali di trading gratis

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Le notizie che muovono il mercato oggi – i segnali di trading gratis

Vi ricordate quelle sonnolente giornate d’agosto: la vostra città vuota, il caldo torrido e le cicale come unico sottofondo? Ecco, oggi sembra una di quelle giornate anche sui mercati di mezzo mondo dove i movimenti lasciano a desiderare in intensità e l’assenza di dati macro lascia un po’ con le mani in mano i traders. In realtà dopo la BCE e la BOE della settimana scorsa, i mercati si stanno ancora assestando e cercando di capire cosa verrà effettivamente messo in campo tra le misure annunciate da Draghi. L’atteggiamento attendista è quindi più che legittimato in Europa, che attende nuovi segnali di movimento per levarsi il sombrero dopo la siesta.

Le notizie che muovono il mercato oggi:

Alle 10:30 la produzione manifatturiera in Gran Bretagna è attesa in lieve flessione a 0.4% rispetto al precedente a 0.5, mentre la produzione industriale dovrebbe mostrare un’accelerazione a 0.4% rispetto al -0.1% della rilevazione precedente.

EURUSD

Neanche da dirlo, l’outlook di medio periodo è a favore di dollaro americano: lo dicono i fondamentali con la disoccupazione che scende nuovamente a 6.3% sull’uscita di non farm payroll non brillantissimi (venerdì). Ma tant’è che ciò è sufficiente per spingere nuovamente il cambio EURUSD ai minimi poco sotto il floor (pavimento) a 1.36. La correzione di ieri che ha spinto la moneta unica da 1.3650 a 1.3590 è stata più che altro di carattere tecnico: una specie di movimento d’assestamento che sconta il miglioramento delle condizioni dell’economia USA oltre che l’entrata in vigore del nuovo tasso negativo sui depositi. Ad ogni modo, la settimana povera di dati importanti dovrebbe arginare movimenti bruschi e violenti, ma va prestata massima attenzione alla rottura del livello chiave a 1.3550 per il fronte ribassista (più probabile nel medio periodo).

GBPUSD

La sterlina inglese invece tiene meglio contro biglietto verde forte di una situazione macroeconomica decisamente diversa e migliore rispetto a quella europea. I dati di questa mattina, attesi in miglioramento rispetto alle letture precedenti, potrebbero fornire ulteriori spunti per un movimento del cable verso l’alto contro dollaro, ma soprattutto contro la moneta unica con il cross EURBGP che potrebbe inaugurare nuovi minimi. Tecnicamente ci troviamo in un’area di congestione intorno al livello pivot a 1.68 con una trendline tecnica (grafico) che potrebbe sostenere il movimento in caso di effettiva uscita di dati positivi con prossimi livelli a 1.6850.

USDJPY

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Lo yen rimane molto tecnico ritornando sul nostro livello tecnico mobile (grafico) e ritoccando i minimi relativi della settimana in zona 102.20. Il movimento è guidato prevalentemente dalla brutta performance nella sessione di contrattazione asiatica dei mercati azionari nipponici con l’indice Nikkei della borsa di Tokyo che fa registrare un -0.85%. Tuttavia sono in campo molte forze speculative sulla divisa nipponica che potrebbe comunque indebolirsi nelle prossime ore fino a 102.50 sospinta da un biglietto verde che la sta facendo da padrone.

Le indicazioni arrivate ieri da Pechino, con il balzo dell’export cinese a maggio, fa da traino oggi alle valute oceaniche maggiormente correlate con l’economia del Dragone. In particolare la Cina è il principale partner commerciale dell’Australia contando per il 27% del totale delle esportazioni del Paese.

Il dollaro australiano viaggia in buon rialzo con cross Aud/Usd salito questa mattina fino a 0,9632 dando seguito al progresso dell’1,1% messo a segno nelle ultime due settimane. Il cosiddetto aussie beneficia oggi anche dell’indicazione arriv! a da Morgan Stanley che ritiene la valuta oceanica in grado di apprezzarsi fino alla parità rispetto al dollaro statunitense entro la fine dell’anno, mentre il consensus Bloomberg è di una discesa del cross Aud/Usd a 0,89 nell’ultimo trimestre dell’anno.

Intonazione positiva anche per il dollaro neozelandese salito fino a 0,853 rispetto al biglietto verde.

La bilancia commerciale della Cina ha evidenziato a maggio un surplus di 35,92 miliardi di dollari, in crescita rispetto ai 18,45 miliardi di aprile (dato rivisto da 18,46 miliardi). Il mercato si attendeva un surplus di 22,6 miliardi di dollari. Nel dettaglio le esportazioni hanno mostrato una crescita del 7% su base annuale (+0,9% ad aprile), mentre le importazioni sono scivolate dell’1,6% su base annuale (+0,8% ad aprile).

Le notizie Forex e i segnali di trading di oggi 2 luglio

ANALISI TECNICA FOREX

Trading online

in Demo

Fai Trading Online senza rischi con

un conto demo gratis illimitato:

puoi operare su Forex, Borsa,

Indici, Materie prime e Criptovalute.

ANALISI PREZZI IN TEMPO REALE

(leggi come avere le notifiche in tempo reale del ” trend dei traders “)

OPINIONI BROKER OPZIONI FX

**Le opzioni sono disponibili solo a clienti professionisti o non residenti in EEU.

OPINIONI BROKER CFD & FOREX

Tutte le guide e articoli:

Archivio Blog 2020

Strategia Forex INTRADAY: tecniche per fare trading con PROFITTO

Ci sono diversi modi di fare trading su valute ma senza dubbio quello più comune è l’intraday, ovvero adottando strategie che prevedono l’apertura e la chiusura di alcune posizioni nell’arco della stessa giornata. Sostanzialmente il trading intraday è quindi un trading giornaliero.
Nell’arco delle 24 ore c’è chi a sua volta opera su orizzonti di alcune ore, ma pure chi apre e chiude delle posizioni nel giro di intervalli anche molto più brevi (e quando questa modalità è portata all’estremo sfocia nel così detto “scalping”).

Gli obiettivi del trading forex intraday

Prima di addentrarci nel discorso operativo, ricordiamo che il trader Forex intraday è quello che mira ad accumulare diversi piccoli guadagni in modo da ottenerne uno più sostanzioso a fine giornata. Generalmente è così che tipicamente si comporta la maggior parte dei trader, e il motivo è facilmente intuibile: dal momento che si tratta di soggetti con capitali limitati (da poche centinaia a poche migliaia di euro) per ottenere dei guadagni devono fare più operazioni di più su orizzonti brevi, perché se ne facesse poche su orizzonti lunghi guadagnerebbe complessivamente poco.

Chiaramente fare trading intraday significa ficcarsi bene in testa che ci sono giorni in cui le cose fileranno tutte per il verso giusto, ma anche altri in cui si chiuderà il bilancio in perdita. Questo fa parte del trading: non esiste un investitore in grado di concludere la propria giornata sui mercati sempre in attivo (molti ritengono addirittura che il vero trader non è quello che sa vincere, ma quello che sa gestire le perdite). Perciò bisogna armarsi di molta pazienza e sangue freddo.

E dal punto di vista operativo? Adesso ci arriviamo.

Gli elementi che ti servono per fare trading intraday

Per tuffarsi nel mercato e fare operazioni intraday con profitto bisogna saper usare gli strumenti presenti sulle nostre piattaforme. Sono tutti lì a disposizione e sono più che sufficienti per raggiungere l’obiettivo.
Vediamo allora quali passaggi sono necessari.

1) Identificare il trend di fondo

Il primo passo per fare trading Forex intraday è “fotografare” il mercato. Questo significa capire in che fase ci troviamo: trend direzionale (rialzista o ribassista) oppure trading range (ovvero una fase laterale, se non addirittura una fase di congestione).
Per capire la situazione di fondo del mercato è ESSENZIALE TENERE D’OCCHIO L’ANDAMENTO DI MEDIO-LUNGO PERIODO. Le tue analisi devono infatti partire proprio dal trend primario, per poi passare ad analizzare la situazione che c’è nei timeframe più piccoli. Sono però sempre i timeframe più lunghi il punto di riferimento principale (dove vanno definiti i livelli di supporti e resistenze dal valore più importante).

Nel grafico sottostante tratto dalla piattaforma MT4 del broker vediamo come il mercato viva fasi di trend direzionale oppure di trading range.
Come vedremo a breve, a seconda della fase in cui ci troviamo la nostra operatività dovrà adeguarsi.

2) Gestire i timeframe

Fare trading intraday significa avere una panoramica completa di uno stesso asset. Quindi bisogna aprire più grafici settati su timeframe multipli, in modo da cogliere il momento in cui i vari segnali coincidono su orizzonti temporali differenti. Certo, a tutto c’è un limite e non ha senso ingolfare la piattaforma di grafici settati su ogni timeframe disponibile.
Ad esempio se lavori sui 15 minuti sul cross valutario Eur-Usd allora è probabile che terrai aperto un grafico a 15 minuti (quello più operativo), un altro a 2 oppure 4 ore (per studiare la presenza di eventuali trend secondari), e anche quello daily (per identificare il trend primario).
Una situazione simile a quella che vediamo sulla nostra piattaforma .

3) Saper gestire pattern e indicatori

Se vuoi fare trading intraday dovrai presentarti preparato all’appuntamento con il mercato. Questo significa padroneggiare bene i pattern, gli indicatori e le loro funzioni oltre che il tipo di segnali ci mandano.
Ne esistono tantissimi che possono essere sfruttati per fare trading, ma anziché avere una semplice infarinata di molti è meglio saperne usare pochi ma molto bene. Questo perché a seconda di una certa situazione di mercato, un indicatore potrebbe essere più adatto di un altro.

QUESTO E’ IMPORTANTISSIMO: Nel trading forex intraday DEVI SEMPRE usare lo strumento giusto in base al contesto, e proprio per questo motivo all’inizio abbiamo detto che occorre identificare la fase di mercato nella quale ci troviamo.
Facciamo un esempio: il SuperTrend è un indicatore prezioso. ma solo se ci troviamo in una fase di trend, altrimenti è poco efficace se non addirittura inefficace. Ricorda: non possiamo usare un indicatore a prescindere dalla situazione di mercato nella quale ci troviamo.
Ad esempio lo stesso discorso vale per il Parabolic SAR, che è un altro indicatore famoso ma efficace solo nelle fasi di trend; oppure anche le Medie mobili.

Ripetiamo: meglio conoscere pochi indicatori e saperli usare bene, piuttosto che avere una infarinata di tanti indicatori finendo per usarli in modo sbagliato e confuso.

Se ti occorre una ripassata.
1) Qui trovi i pattern più noti nel Forex trading
2) Qui trovi una sezione che comprende gli indicatori più noti e che segnali mandano

4) Sfruttare le news (o evitare che ti danneggino)

Nel trading intraday c’è una componente importantissima da considerare: le notizie. I mercati si muovono essenzialmente sulla base delle notizie. Anzi spesso cercano di anticipare le notizie stesse, “prezzando” il verificarsi di certi eventi con anticipo sulla base delle probabilità che essi si verifichino.
Spesso alcuni eventi hanno la capacità di sovvertire i trend in atto, per cui bisogna tenere sempre d’occhio il calendario economico offerto da tutte le piattaforme di trading e ovviamente prestare molta attenzione ai market mover più importanti.
Pensa ad esempio a come è cambiato lo scenario per il dollaro nelle poche ore in cui si passò da una vittoria pressoché certa della Clinton ad un esito favorevole a Trump alle presidenziali del 2020.

A volte le notizie possono essere sfruttate per entrare in un trade, ed altre volte è bene uscire da un trade prima della diffusione di una notizia che è molto incerta (anche per questo è sempre bene usare gli stop loss, per proteggerci da movimenti repentini sfavorevoli).

. ricapitolando: come fare trading intraday con profitto

I passaggi chiave che ti abbiamo evidenziato sono quelli necessari per fare Forex trading intraday con profitto, evitando di commettere l’errore (che commettono in tanti) di navigare a vista o pensare che uno stesso sistema o metodo di trading sia valido sempre e comunque (sia esso basato su medie mobili, sul SuperTrend, sull’Rsi o qualunque altro indicatore). E’ un errore.

Bisogna partire sempre dai grafici degli asset, individuando la tendenza che il mercato sta esprimendo sul timeframe di più lungo periodo perché sarà la nostra “bussola”; questo significa tracciare supporti e resistenze di lungo periodo (che avranno valore maggiore). Poi possiamo esaminare i grafici su timeframe inferiori e trarre delle indicazioni operative in base a pattern e indicatori.

Abbiamo anche sottolineato che questi ultimi vanno sfruttati se sono coerenti alla tendenza i fondo del mercato: prima si guarda dove va il mercato, poi si sceglie quale strumento è il migliore in quel frangente. Usare un indicatore trend follower quanto il mercato non è in fase di trend è da polli. Ecco allora la necessità di conoscere quando e come i sfruttare configurazioni di candele (pattern) e gli indicatori che utilizziamo (non per niente prima di abbiamo dati due link per approfondire questo discorso).

Infine abbiamo sottolineato quanto le notizie che giornalmente vengono pubblicate possono incidere in modo forte sul trend di un certo asset, per cui occorre sempre guardare il calendario dei market mover giorno per giorno per essere pronto a entrare a mercato o eventualmente scappare via prima delle turbolenze.

Conclusioni e consiglio finale

Abbiamo messo in chiaro questi PRINCIPI FONDAMENTALI per fare operazioni intraday, sui quali poi potrai costruire le tue strategie operative.
Un ultimo consiglio però è necessario: ricorda che fare trading intraday spesso significa restare molto tempo della giornata davanti al monitor. Questo ha una conseguenza: mentre all’inizio sarai più fresco e lucido, verso la fine della giornata potresti accusare un bel po’ di logorio fisico e quindi avventurarti in operazioni non molto efficaci o magari non previste dalla tua strategia. Ecco perché il consiglio migliore che possiamo darti è limitare le tue micro-sessioni operative durante la giornata, prendendoti delle adeguate pause e magari cercando di privilegiare i trade migliori in assoluto.
Buon trading!

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Trading di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: