L’euro a cavallo tra 2020 e 2020

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Euro 2020 avverrà a dicembre 2020, un massiccio cambiamento nella stagione europea grazie al nuovo Corona Virus NCOV

Questo thread potrebbe riguardare il Coronavirus.

Sono ammessi i thread riportanti notizie VERAMENTE importanti o discussioni collaterali che non siano già state affrontate di recente e che non trattino direttamente dell’epidemia.

Questo thread non è stato rimosso, ma se non rispetta queste indicazioni cancellalo subito.

This thread may be about the Coronavirus.

Right now we are not allowing independent threads about this topic. Please post inside the daily megathread

Only threads with REALLY important news or collateral discussions that don’t directly talk about the epidemic are allowed.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

If you are writing here to give us you support: we thank you! But you’ll have to write inside the megathread.

If you are writing here to know something before you get your own lockdown: write inside the megathread.

Your thread has not been removed, but unless it meets the criteria for an independent thread delete it yourself right now.

I am a bot, and this action was performed automatically. Please contact the moderators of this subreddit if you have any questions or concerns.

Matrimoni a cavallo e con il libro giardino le novità 2020 del ‘si”

più di 45mila visitatori per il Salone internazionale della sposa

Roma, 8 ott. (Labitalia) – Dal matrimonio a cavallo alla bomboniera ecosostenibile con il ‘libro giardino’, la natura è la vera protagonista delle tendenze per le nozze 2020 e 2021. Torna la voglia di celebrare il grande giorno immersi nel verde, sia che si tratti della scelta di una location bucolica che di un allestimento particolare in città che riproduce un giardino sospeso e utilizza materiali naturali come legno e fiori, inseriti in una patata. Tra grandi classici e soluzioni innovative, sono tante le novità del settore wedding che hanno catturato l’attenzione degli oltre 45mila visitatori di RomaSposa 2020, il salone internazionale della sposa.

Fra le proposte dei 300 espositori e oltre 2.000 brand presenti per la 32a edizione a La Nuvola di Fuksas, tante idee e suggerimenti per nozze dal sapore più contemporaneo, con allestimenti e accessori che reinterpretano i classici della tradizione. Sempre più apprezzata è la ricerca di un evento che esprima tutta la raffinatezza dell’ecochic, dove l’eleganza e il buon gusto incontrano l’attenzione per l’ambiente. Tra le soluzioni più originali viste in fiera, il ‘libro giardino’, una bomboniera ecosostenibile realizzata con materiali da riciclo, come riviste e libri riciclati, e semplici piantine grasse, facili da coltivare, che ben si adattano alla vita da appartamento, permettendo di portare con sé un ricordo green della giornata.

Per chi vuole sorprendere gli ospiti, si fa strada un nuovo modo di raggiungere cerimonia e ricevimento a cavallo, in carrozza o in sella per le coppie più esperte. La natura è predominante anche sui nuovi modelli di abiti da sposa che si ricoprono di dettagli preziosi a forma di fiori, foglie e quadrifogli, simbolo di vita e buona sorte. Verde si fa poi il tight per l’uomo, che aggiunge questa nuova tinta al classico nero, il blu navy e il bluette.

Novità per chi vuole organizzare il matrimonio in spiaggia o in piscina, è la collezione beach bride che prevede costumi da sposa e in coordinato per le damigelle, realizzati con un’antica tecnica di cucito che rende i tessuti tridimensionali. Una soluzione moderna e originale molto apprezzata dalle più giovani anche per la scelta dell’outfit dell’addio al nubilato.

Nello spazio dedicato alla creatività degli stilisti emergenti, l’originalità di disegni e materiali proposti ha catturato l’attenzione dei visitatori: a vincere la quarta edizione del concorso ‘Sposa futura’ sono i modelli presentati da Giada Santoro dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone e da Mara Amarosi, Giorgia Proietti e Francesca Mauri, tre studentesse dell’Accademia Moda Altieri, che avranno così l’opportunità di sperimentare le proprie capacità in un ambiente lavorativo altamente qualificato.

In passerella proposti più di 1.000 abiti con le collezioni delle migliori firme e dei più rinomati atelier del wedding made in Italy. Nell’area Wed Academy presentate poi tante creazioni innovative per un matrimonio unico e ricercato, come spettacolari mise en place che sorprendono sposi e ospiti, portando l’attenzione a wedding cake nate da ispirazioni bucoliche. Per la sposa l’abito prende ispirazione dal delicato mondo della natura e dalla libellula, con una collezione dalle linee avvolgenti e seducenti in cui filo conduttore è il battito di ali, mentre la lingerie è caratterizzata da sete, chiffon, pizzi italiani e francesi per silhouette super femminili e senza tempo. Prossimo appuntamento, ottobre 2020.

La Borsa italiana e il valore dello spread del 23 marzo 2020

Piazza Affari chiude a -1,09)%. Differenziale Btp-Bund sotto i 200 punti. L’Europa negativa, Wall Street crolla. Asiatiche in rosso, positiva Tokyo, Wall Street in calo. I mercati in diretta.

Un’altra giornata di sofferenza per la Borsa italiana nella seduta del 23 marzo 2020. L’indice Ftse Mib, scontando il blocco di tutte le attività industriali non necessarie deciso dal governo per tentare di rallentare l’epidemia di coronavirus, ha chiuso a -1,09% dopo una giornata in altalena.

A Milano è crollata Cnh (-15%) dopo l’uscita a sorpresa del ceo e del cfo. Molto male anche Buzzi (-6,5%), Exor (-6,1%), Atlantia (-5,5%) ed Hera (-5,5%). Soffre l’automotive, azzoppato dal coronavirus, con Fca (-4,2%), Ferrari (-4,4%) e Pirelli (-3,7%). Tra i bancari giù Unicredit (-4,1%) mentre vola Bper (+14%), che pagherà meno l’acquisto da Intesa (-1,1%) delle filiali di Ubi (+0,4%). Sugli scudi Nexi (+11,5%), promossa da Mediobanca, ancora bene Diasorin (+4,7%) in scia al test per il Covid-19. In luce anche Unipol (+3,8%) davanti a Poste (+3,5%), Prysmian (+2,9%) e Tim (-2,7%).

Chiudono sui minimi anche i listini del Vecchio Continente. In scia alla caduta di Wall Street, dove prevale la paura per la pandemia, Londra lascia sul terreno il 3,79% a 4.993 punti, Parigi ha perso il 3,32% a 3.914 punti e Francoforte il 2,1% a 8.741 punti. Pesante anche Madrid (-3,3% a 6.230 punti).

L’ANDAMENTO DELLO SPREAD BTP-BUND

Lo spread Btp-Bund, che venerdì aveva chiuso a 195 punti base, ha aperto a quota 201 per poi salire a 204, con il rendimento del decennale italiano all’1,67%. Poi il differenziale si è raffreddato, tornando a 196 punti base.

BORSE CINESI IN FRENATA

Le Borse cinesi hanno chiuso in brusca frenata. L’indice Composite di Shanghai ha ceduto il 3,11% a 2.660 punti, mentre quello di Shenzhen ha perso il 4,26% a quota 1.631. È caduta anche Seul (-5,34%), mentre Tokyo si è rialzata (+2,02%).

I MERCATI IN DIRETTA

17.30 – CHIUSURA BORSA DI MILANO A -1,09%

Chiusura in calo per Piazza Affari al termine di una giornata difficile per tutte le Borse, a cui non è bastato un nuovo imponente intervento della Fed a risollevare il morale. Il Ftse Mib ha terminato le contrattazioni in ribasso dell’1,09% a 15.559 punti, comunque sopra i minimi toccati in mattinata, quando l’indice delle blue chips del listino milanese è arrivato a toccare i 15.091 punti.

17.15 – MILANO RIDUCE IL CALO SUL FINALE

Piazza Affari riduce le perdite sul finale di una seduta nervosa, in cui il listino milanese ha comunque fatto meglio delle altre Borse europee. A pochi minuti dalla chiusura delle contrattazioni il Ftse Mib cede lo 0,63% a fronte dei cali del 3,7% di Londra, del 3% di Parigi e dell’1,7% di Francoforte mentre anche Wall Street lima i ribassi al 3%.

16.54 – MILANO SCIVOLA A -2%, EUROPA CROLLA

Male le borse europee nel finale di seduta, in scia alla caduta di Wall
Street, dove la mossa della Fed non e’ bastata a calmare la paura
per gli effetti economici del coronavirus, la cui diffusione non
si ferma, e la delusione per il mancato accordo sugli aiuti
economici del governo Usa. Mentre a New York gli indici
subiscono cali abbondantemente superiori al 4%, Milano cede il
2%, Londra il 4,5%, Parigi il 4,1% e Francoforte il 3,1%.

16.48 – DOW JONES E S&P 500 BRUCIANO I GUADAGNI DALL’ELEZIONI DI TRUMP

Wall Street cala e il Dow Jones e lo S&P 500 bruciano i guadagni accumulati dall’elezione di Donald Trump nel 2020. Per il presidente americano che ha fatto della corsa di Wall Street il suo cavallo di battaglia si tratta di un brutto colpo.

16.44 – WALL STREET PEGGIORA

Wall Street peggiora nonostante la Fed. Ad appesantire i listini è l’impasse al Congresso americano sul piano di stimoli da 2.000 miliardi di dollari all’economia. Il Dow Jones perde il 4,50% a 18.313,55 punti, il Nasdaq cede il 3,22% a 6.663,57 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno il 4,20% a 2.208,14 punti.

16.27 – I LISTINI EUROPEI PERDONO QUOTA

Piazza Affari perde quota con l’indice Ftse Mib che arretra dell’1,7% mentre le Borse europee stanno peggiorando in scia a Wall Street, dove l’S&P 500 perde il 3% e il Dow Jones il 3,3%. Londra cede il 4%, Parigi il 3,5% e Francoforte il 2,6%, con gli investitori spaventati dallo stallo sugli aiuti Usa e dall’avanzata dell’epidemia di coronavirus che sta piegando l’economia mondiale. (ANSA).

15.36 – MILANO RESTA IN ROSSO CON L’EUROPA

Piazza Affari resta nervosa mentre l’Europa risente dell’apertura in calo di Wall Street. L’intervento della Fed, che ha annunciato un Qe senza limiti, non è stato sufficiente a risollevare il morale degli investitori, preoccupati per l’avanzata del coronavirus e delusi dal mancato accordo negli Usa tra democratici e repubblicani per il varo del piano di aiuti messo a punto da Donald Trump. Milano cede lo 0,7%, facendo meglio di Londra (-2,6%), Francoforte (-1,4%) e Parigi (-1,4%) mentre Wall Street vede l’S&P 500 e il Dow Jones lasciare sul terreno poco meno dell’1%. A Milano soffrono Cnh (-11,3%), Ferrari (-5,1%) e Atlantia (-4%) mentre sostengono il listino Nexi (+8,1%), Unipol (+5,2%) e Diasorin (+4,8%). Lo spread si mantiene poco sotto i 200 punti, a 196, con il rendimento del Btp in calo di 3 punti base all’1,6%. In Europa affondano i titoli legati al turismo e al tempo libero (-5,6% l’indice Stoxx di settore) ma vanno male tutti i comparti, con l’eccezione di quelli oil & gas (+2,4%).

15.07 – LA FED NON BASTA, WALL STREET SCIVOLA

La Fed non basta a Wall Street che continua in calo accentuando le perdite. Il Dow Jones perde il 3,01% a 18.583,93 punti, il Nasdaq cede il 2,00% a 6.7431,73 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno il 2,87% a 2.238,40 punti.

15.06 – MILANO E GLI ALTRI LISINI EUROPEI TORNANO IN PERDITA

Piazza Affari torna a perdere terreno dopo essere riuscita a guadagnare brevemente la parità in scia al nuovo intervento della Fed, che ha promesso un Qe illimitato. Il Ftse Mib cede l’1,6% mentre peggiorano anche i listini europei, con Londra che cede il 3,1%, Francoforte l’1,9% e Parigi l’1,9%.

14.34 – APERTURA WALL STREET NEGATIVA

Apertura in calo per Wall Street. Il Dow Jones perde l’1,86% a 18.857,99 punti, il Nasdaq cede lo 0,52% a 6.841,71 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno l’1,61% a 2.267,90 punti.

14.12 – PIAZZA AFFARI CON IL SEGNO PIÙ DOPO LA FED

Dopo la scossa data dalla Fed, che ha annunciato un intervento illimitato a favore dei mercati finanziari, l’indice Ftse Mib viaggia a cavallo della parità, segnando un rialzo dello 0,1% a 15.745 punti. Rialzi per Nexi (+8,76%), Unipol (+4,73%) e Ubi Banca (+3,53%), insieme a Diasorin (+5,47%). Contrastate Unicredit (-2,95%) e Intesa (+0,3%). Proseguono invece le vendite sui titoli del comparto industriale. La peggiore è Cnh (-9,99%). Giù anche Ferrari (-4,58%), Pirelli (-3%) e Brembo (-9,9%), che ha azzerato il dividendo a causa dei problemi legati al coronavirus.

12.58 – MILANO SCIVOLA A -3,9%

Piazza Affari amplia il calo (Ftse Mib -3,95%). Sotto pressione Cnh (-12,5%). Giù anche Atlantia (-7,3%) ed Fca (-4%). Forti vendite anche sui bancari Unicredit (-6%), Banco Bpm (-4,2%), Intesa (-2,6%) e Bper (-2,6%), mentre si muove in controtendenza Ubi (+1,45%). In controtendenza anche Nexi (+4,5%), Unipol (+3,7%) e Diasorin (+3,4%). In rialzo anche Juventus (+1,5%), da oggi fuori dal paniere dell’indice Ftse Mib e sostituita da Mediolanum (-0,47%). Poco mossa Tim (-0,29%). Il nuovo calo del petrolio penalizza Eni (-3,5%) e Saipem (-3,65%). Segno meno anche per Snam (-3,18%) e Italgas (-3,3%).

12.25 – LE BORSE EUROPEE RESTANO IN ROSSO

Le Borse europee a metà seduta confermano le perdite. L’Eurostoxx 50 cede il 3,5%. Non va meglio a Wall Street con i future che perdono in media il 2,5%. A tenere banco a livello europeo sono i corona bond, al centro di un confronto tra i governi dei singoli Paesi la cui sintesi sarà all’Eurogruppo di mercoledì. Il brent continua a essere in affanno e perde oltre il 4,3% a 25,75 dollari. L’euro resta sempre in rialzo sul dollaro con la moneta unica scambiata 1,067 sul biglietto verde.

11.52 – MILANO PERDE IL 2,8%

Piazza Affari resta in territorio negativo (-2,8%). Le vendite si concentrano su Cnh (-13,2%), congelata anche per eccesso di ribasso, dopo le dimissioni dell’amministratore delegato Hubertus Mühlhäuser, sostituito pro tempore dalla presidente Suzanne Heywood. Giù anche Fca (-4,77%). Pochi i rialzi limitati a Nexi (+5%) e Diasorin (+2,87%), dopo il via libera negli Usa al nuovo test veloce sul coronavirus. Poco mossa Tim (+0,11%). Lo spread sopra ai valori della chiusura di venerdì penalizza Unicredit (-5,75%), Banco Bpm (-2,95%) e Intesa Sanpaolo (-2,82%). Deboli Eni (-2,58%), Saipem (-3,16%) e Snam (-2,5%). Pesante Brembo (-9,3%), fuori dal paniere dell’indice Ftse Mib, che lascia sul campo il 9,2% dopo la rinuncia al dividendo per le difficoltà legate all’emergenza coronavirus.

10.47 – FCA PRODURRÀ MASCHERINE

Dimezza il calo Fca in Piazza Affari, dopo l’annuncio dell’amministratore delegato Mike Manley sulla riconversione di uno stabilimento per la produzione di mascherine facciali. Il titolo dell’ex-Lingotto, che lasciava sul campo oltre il 5%, arriva a cedere il 2,2% riportandosi sopra quota 6 euro. Sotto pressione invece Cnh (-11,7%), scesa sotto quota 5 euro, che si conferma il titolo peggiore del paniere delle blue chips. Pesante anche Exor (-4,68%), a monte della catena di controllo.

10.25 – EUROPA ANCORA IN AFFANNO

Le Borse europee scontano ancora l’emergenza globale per il coronavirus. L’indice Stoxx 50 perde il 4,23%, replicando il rosso delle Piazze asiatiche. Sul fronte dei cambi l’euro è in lieve rialzo: la moneta unica avanza dello 0,37% a 1,069 dollari. Mentre il petrolio è in ribasso, con il Brent che accusa il calo maggiore segnando un -5,9% a 25,4 dollari al barile. A Piazza Affari i titoli peggiori sono Cnh (-11,76%) che ha annunciato il cambio al vertice. Nella stessa galassia Fca perde il 5,18%, Exor il 6,29%. In campo bancario segnano il passo Unicredit (-5%), Intesa (-4%), Mediobanca (-3%) e Banco Bpm (-2%). In controtendenza Ubi (+0,55%), Juventus (+4,73%) e Diasorin (+1,52%).

09.46 – MILANO AMPLIA LE PERDITE

Piazza Affari amplia quasi subito il calo (Ftse Mib -3,7%) con l’intero paniere in rosso ad eccezione di Juventus (+1,2%), mentre anche Diasorin (-1%) si porta in territorio negtivo. I titoli peggiori sono Cnh (-8,64%), Atlantia (-6,79%), Leonardo (-6%), Stm (-5,9%) ed Fca (-5,6%). Forte calo anche per Exor (-5,55%) e Tenaris (-4,6%). In campo bancario, con lo spread di nuovo sopra ai 200 punti, segnano il passo Unicredit (-4,4%) e Intesa (-3,9%). Più cauta Ubi (-0,3%), pesante Banco Bpm (-2%).

09.30 – PIAZZA AFFARI IN ROSSO

Listino completamente in rosso per Piazza Affari (-2% a 15.420 punti). A parte Diasorin (+4,48%), sull’onda lunga del nuovo test sul coronavirus, prevale il segno meno tra le blue chip italiane, con una nuova giornata di passione per Fca (-5%), Exor (-6%) e Intesa Sanpaolo (-3,82%) e lo spread in rialzo sopra quota 200 punti. Congelata Unicredit per eccesso di ribasso.

09.10 – APERTURA BORSA DI MILANO NEGATIVA

Avvio in forte calo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib cede il 2,5% a 15.340 punti.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Trading di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: