L’economia messicana Il boom del 2020

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Contents

Il cambiamento dell’economia messicana

Se state cercando un’economia emergente che possa monetizzare le vostre intuizioni economiche, allora state pensando al Messico che a fatica prova a debellare una serie di pregiudizi legati al suo sviluppo economico nel tempo. Un’economia emergente a dispetto di tutti.

Dal Centro America arrivano notizie positive riguardo l’economia messicana che sembra essere il ricettacolo di tutti i nuovi investimenti. Chi usa le opzioni binarie sicuramente avrà azzardato qualche previsione sull’incremento di valore di questa economia

Peccato che il percorso di ascesa sia molto faticoso visto che il Messico deve superare ancora alcuni pregiudizi. Per esempio è sempre stato visto un gradino sotto il Brasile, mentre si stima che l’economia messicana, nel 2020, crescerà molto di più di quella brasiliana.

Oggi, poi, bisogna tenere conto dell’azzeramento del tasso di emigrazione, sono addirittura molti i messicani espatriati che pensano di tornare a casa loro. La povertà spesso messa in evidenza a livello documentaristico, si accompagna oggi all’espansione dei servizi gratuiti, soprattutto quello sanitario.

I problemi strutturali del Messico sono noti a tutti, è vero, così come l’annoso problema dei trafficanti di droga, ma nel 2020 i buoni semi piantati in questi anni, potrebbero far sbocciare una nuova economia. Le riforme sono comunque una priorità del Governo il cui boom è stato documentato bene dall’Economist.

Crisi paesi emergenti

Dopo il boom del decennio passato, i mercati emergenti arrancano, sia per effetto della previsione prima e dell’avvio dopo della stretta monetaria americana, sia per il brusco calo dei prezzi delle materie prime, scesi ai minimi da inizio Millennio e di cui sono spesso produttori. La crisi delle loro valute segnala i rischi sul piano globale, mentre il rallentamento dell’economia cinese pone ancora più sotto pressione questi paesi, che ormai rappresentano il 40% del pil mondiale.

Perché la guerra del petrolio di Putin e principe saudita contro Trump sarà persa

Quotazioni del petrolio collassate dopo il mancato accordo tra Russia e Arabia Saudita sul taglio dell’offerta. Mosca e Riad tentano adesso la carta della “guerra” contro l’America di Trump, ma ecco perché la perderanno.

Leggi di Giuseppe Timpone

Argentina e Libano mettono alla prova la credibilità del Fondo Monetario Internazionale

La crisi finanziaria di Argentina e Libano mette a dura prova il successore di Christine Lagarde alla guida del Fondo Monetario Internazionale, la bulgara Kristalina Georgieva. Vietato sbagliare per non perdere credibilità dopo gli errori già commessi.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Leggi di Giuseppe Timpone

Forniture di petrolio all’Europa minacciate da Putin, vuole annettere la Bielorussia

Mosca e Minsk litigano sul piano del Cremlino di aggregare Russia e Bielorussia in un unico stato. E di mezzo ci vanno le forniture di petrolio per l’Europa.

Leggi di Giuseppe Timpone

‘Italiani mafiosi nel dna’: l’Argentina dell’eterna crisi ha un problema Fernandez

Frase choc contro gli italiani dell’ex presidenta e attuale vice-presidente dell’Argentina, Cristina Fernandez de Kirchner. Buenos Aires ha un grave problema con il suo capo di stato ombra.

Leggi di Giuseppe Timpone

Il Coronavirus impatta sulla Thailandia, economia a rischio e cambio giù

L’economia thailandese sta subendo già un duro colpo dal virus cinese. Il settore del turismo, un traino per tutto il pil, rischia gravi ripercussioni. La banca centrale ha già tagliato i tassi, malgrado il cambio più debole.

Leggi di Giuseppe Timpone

Dedollarizzazione fallita, inflazione alle stelle e povertà dilagante

Crisi economica e inflazione oltre il 500% nello Zimbabwe, dove l’addio al dollaro di un anno fa è fallito miseramente. I beni scarseggiano e Harare spera in uno scambio con la Russia per avere qualche goccia di petrolio.

Leggi di Giuseppe Timpone

Il sultano dell’Oman lascia una ricca eredità, ma il petrolio pesa troppo sull’economia

La morte dell’anziano sultano dell’Oman crea interrogativi sul futuro del paese, uno dei più aperti e progrediti nella regione. L’economia si mostra ancora eccessivamente dipendente dal petrolio.

Leggi di Giuseppe Timpone

Iran, il popolo si ribella all’ayatollah sull’aereo abbattuto e gli USA minacciano l’Iraq

Proteste di piazza in Iran contro l’abbattimento per errore dell’aereo ucraino a Teheran. I manifestanti chiedono la testa dell’ayatollah e del governo, mentre l’America benedice la rivolta e avverte l’Iraq che perderà l’accesso ai petrodollari.

Leggi di Giuseppe Timpone

L’economia in Iran è al collasso e solo la “pace” con Trump eviterà una crisi totale

La crisi dell’Iran riduce i margini di manovra per l’ayatollah Khameini. Solo un “appeasement” con l’America di Trump può impedire all’economia persiana un 2020 ancora più terribile dell’anno passato.

Leggi di Giuseppe Timpone

Libano, banche nel mirino dei risparmiatori. E le proteste non si fermano

Banche in Libano sul banco degli imputati, nel senso letterale. Decine di risparmiatori chiedono indietro i loro soldi e molti altri continuano a protestare contro la nomina del nuovo premier.

Leggi di Giuseppe Timpone

L’Argentina torna ai vecchi mali del peronismo per combattere la crisi dell’economia

Crisi argentina senza fine. Il presidente peronista Alberto Fernandez approva misure demenziali contro la crisi economica e spegne ogni speranza di normalità per un paese che da decenni non vede la luce in fondo al tunnel.

Leggi di Giuseppe Timpone

L’Argentina peronista tassa agricoltori e turisti, crolla il cambio sul mercato nero

L’Argentina di Alberto Fernandez torna al peronismo e inizia a stangare agricoltura e turismo, provocando il collasso del cambio illegale. Le riforme economiche sono finite.

Leggi di Giuseppe Timpone

Libano a rapidi passi verso il default e la svalutazione della lira è prossima

Il default del Libano sarebbe solo questione di tempo, così come la svalutazione del cambio. Le proteste di piazza si ravvivano sui timori per un governo tecnico guidato dal premier uscente.

Leggi di Giuseppe Timpone

Banche al collasso, l’appello del governo: aiutateci a importare beni di prima necessità

Il sistema bancario in Libano sta collassando e la banca centrale ha adottato misure di emergenza per frenare la crisi in corso, mentre il governo si appella ai paesi amici, tra cui la Francia, per ricever aiuti sulle importazioni di cibo e materie prime.

Leggi di Giuseppe Timpone

La crisi a Cuba accelera la fine della doppia moneta: si inizia a pagare solo in pesos

Niente pagamenti in pesos convertibili (CUP) in due store a Cuba, dove la banca centrale inizia a transitare l’economia verso un’unica moneta. Saranno dolori (necessari) per gli abitanti dell’isola.

Leggi di Giuseppe Timpone

Crisi finanziaria esplosiva alle porte d’Europa, tra rischio default e collasso valutario

Un disastro economico e finanziario si sta materializzando in Libano e, a cascata, nella vicina Siria. Le banche di Beirut minacciano i conti dei clienti facoltosi di Damasco. Siamo alla vigilia di una nuova crisi dei profughi?

Leggi di Giuseppe Timpone

Bancomat a secco e gioiellerie prese d’assalto, il Libano vive una crisi drammatica

La crisi in Libano arriva in banca, con gli ATM che non erogano più dollari e i cittadini che corrono in gioielleria per mettere a sicuro i loro soldi. E manca ancora il nuovo governo dopo le dimissioni del premier Hariri.

Leggi di Giuseppe Timpone

Perché l’aumento della benzina in Iran ha provocato centinaia di morti

L’aumento del prezzo della benzina ha scatenato proteste represse nel sangue in Iran. Il rincaro previsto dal governo di Teheran era di appena 10 centesimi al litro, ma i cittadini si rivoltano contro una crisi che li sta portando verso il Venezuela.

Leggi di Giuseppe Timpone

Strage in Iran, centinaia di morti per le proteste sul caro benzina: cosa succede?

Le proteste in Iran contro il maxi-aumento della benzina hanno provocato “centinaia di morti” e indotto il governo islamico a compiere un passo indietro. Ecco perché c’entrano le sanzioni americane contro il petrolio.

Leggi di Giuseppe Timpone

Il futuro del litio è in Sud America e la Bolivia dopo Morales fa gola

La Bolivia è ricca di litio, risorsa indispensabile nell’era delle auto elettriche. E dopo la cacciata di Evo Morales, gli investitori metteranno gli occhi sulle sue immense riserve?

Leggi di Giuseppe Timpone

Con la Bolivia brucia tutta l’America Latina: proxy war tra USA e Russia-Cina

In America Latina si combatte una guerra a distanza tra superpotenze. Da un lato gli USA di Donald Trump e dall’altro la Russia di Vladimir Putin e la Cina. Bolivia nel caos dopo la fuga di Evo Morales in Messico.

Leggi di Giuseppe Timpone

Bolivia senza Morales, il presidente indigeno e “cocalero” in fuga

Evo Morales, presidente della Bolivia dal 2006 fino a ieri, si è dimesso dopo le violente proteste di piazza per la sua rielezione con brogli. Si nasconde nella regione di Cochabamba, inseguito dalla polizia, che nega il mandato di cattura.

Leggi di Giuseppe Timpone

$19.000 miliardi di debiti a rischio, è allarme bassi tassi

I debiti delle imprese sono diventati troppo alti e nel caso di crisi, quasi la metà sarebbe a rischio. L’allarme lanciato dal Fondo Monetario Internazionale riguarda, in particolare, i mercati emergenti e di frontiera, troppo esposti verso l’estero.

Leggi di Giuseppe Timpone

I prezzi sugli scaffali dei supermercati aumentano prima di arrivare alla cassa, incubo iperinflazione in Zimbabwe

L’iperinflazione nello Zimbabwe diventa un incubo concreto dopo poco più di 10 anni dalla sua fine. I prezzi crescono a tre cifre su base annua e i supermercati già soffrono della carenza di beni, mentre il governo vieta gli scambi in dollari USA.

Leggi di Giuseppe Timpone

Sulla strada del Venezuela a causa della moneta sovrana: prezzi su, economia giù

Zimbabwe sull’orlo dell’iperinflazione. Prezzi esplosono e pil in calo. Si teme il ritorno agli anni più bui dell’era Mugabe e tutto questo a seguito della reintroduzione della moneta sovrana dopo anni di ambiguità.

Leggi di Giuseppe Timpone

La crisi del Venezuela trascina nel dramma anche Cuba: cibo razionato, scaffali vuoti

La crisi del Venezuela colpisce anche Cuba, che raziona i beni di prima necessità. Gli scaffali nei supermercati si svuotano e l’economia resta pianificata.

Leggi di Giuseppe Timpone

Lira turca ai minimi da 7 mesi sulle elezioni annullate a Istanbul, Erdogan vince il ricorso

Il presidente Erdogan ha vinto il ricorso contro la vittoria dell’opposizione a Istanbul e le elezioni comunali saranno ripetute a giugno. Giù la lira turca e boom dei rendimenti sovrani. I mercati sono in tensione.

Leggi di Giuseppe Timpone

Crisi Venezuela, ecco perché i militari e parte della popolazione restano con Maduro

Con Nicolas Maduro fino “a la muerte”. Ecco perché il feroce dittatore incompetente del Venezuela continua a riscuotere consensi tra i militari e appoggio di parte della popolazione, pur affamata dalle sue politiche.

Leggi di Giuseppe Timpone

Svalutazione tardiva e insufficiente di una moneta morta prima ancora di essere emessa

Lo Zimbabwe rischia di tornare all’iperinflazione e nemmeno la svalutazione della pseudo-moneta sovrana avrebbe effetti duraturi positivi. L’economia collassa anche dopo la fine dell’era Mugabe.

Leggi di Giuseppe Timpone

La Rivoluzione Iraniana compie 40 anni tra ‘morte all’America’, miseria e sintomi del Venezuela

L’Iran ha festeggiato i 40 anni della Rivoluzione di Khomeini del 1979, ma la popolazione ha poco da celebrare. La crisi dell’economia si fa sempre più minacciosa.

Leggi di Giuseppe Timpone

Riforma delle pensioni sul modello cileno, la scommessa di Bolsonaro per cambiare il Brasile

Il Brasile di Bolsonaro punta le sue carte sulla riforma delle pensioni e guarda al modello cileno, inaugurato da Augusto Pinochet. Risparmi attesi per 350 miliardi di dollari in 10 anni.

Leggi di Giuseppe Timpone

Come la crisi del Venezuela stravolgerebbe l’OPEC, cartello del petrolio a dura prova

Perché la crisi del Venezuela avrà contraccolpi sull’OPEC e quali scenari saranno possibili con la fine del regime “chavista”? Intanto, Londra blocca l’oro di Caracas.

Leggi di Giuseppe Timpone

Perché il petrolio in Venezuela rischia di valere niente anche con la fine del regime “chavista”

Il petrolio del Venezuela non è più da tempo una risorsa davvero preziosa, ecco perché si è arrivati a sprecarla e svalutarla.

Leggi di Giuseppe Timpone

L’agonia del Venezuela, ecco come si è arrivati alla peggiore tragedia umanitaria in era moderna

Il Venezuela di Maduro è nel caos. America Latina e gli USA di Trump riconoscono come presidente il 35-enne oppositore a capo dell’Assemblea Nazionale. Intanto, l’economia è collassata e si vive una tragica crisi umanitaria.

Leggi di Giuseppe Timpone

Benzina sopra $3 al litro, pannolini a $49: torna lo spettro dell’iperinflazione tra proteste di massa

La benzina più cara al mondo in uno degli stati più poveri e prezzi alle stelle anche per altri beni primari. Lo Zimbabwe scende in piazza per protestare contro i rialzi del carburante e teme l’iperinflazione come nel 2009.

Leggi di Giuseppe Timpone

Ego International al Forum Italo-Latino Americano

Ego International ha prestato particolare attenzione al 4° Forum Italo-Latino Americano che si è tenuto dal 5 al 7 Novembre a Cesena.

Leggi di Patrizia Del Pidio

Il prossimo presidente deciderà se il Brasile si apre al mondo o si condanna al declino

Jair Bolsonaro guida i sondaggi per il ballottaggio delle elezioni presidenziali in Brasile. Se davvero le vincesse, dovrebbe mostrarsi capace di riportare la fiducia dei mercati.

Leggi di Giuseppe Timpone

Scaffali vuoti, lunghe file per fare la spesa e caccia ai dollari: stavolta non è il Venezuela di Maduro

Un altro Venezuela in Africa, tra carenza di beni e corsa ai dollari sul mercato nero. Il ricordo dell’iperinflazione è vicinissimo, ma il governo non sembra volere imboccare la strada disastrosa di Caracas.

Leggi di Giuseppe Timpone

Perché il Brasile può avere il suo Trump già da domenica e come i mercati stanno reagendo

Il Brasile starebbe per eleggere il suo Trump, voltando le spalle all’era Lula. I mercati da settimane confidano nel candidato dell’ultra-destra, Jair Bolsonaro.

Leggi di Giuseppe Timpone

Lira turca in calo sull’impennata dell’inflazione, Erdogan dovrà accettare tassi ancora più alti

La Turchia dovrebbe avere bisogno di alzare ancora una volta i tassi, dopo che l’inflazione è esplosa quasi al 25% a settembre, molto peggio delle previsioni.

Leggi di Giuseppe Timpone

Il Brasile si sposta sempre più a destra contro il pericolo rosso e la tensione sui mercati si allenta

Il Brasile si avvicina alle elezioni presidenziali con i candidati più radicali in testa nei sondaggi. E contro il pericolo del ritorno al governo della sinistra, gli elettori centristi opterebbero per Jair Bolsonaro, il Trump latinoamericano.

Leggi di Giuseppe Timpone

Argentina col cappello in mano, altri 9 miliardi dalla Cina e il cambio continua a collassare

L’Argentina chiede e ottiene 9 miliardi dalla Cina per sostenere il cambio. I 57 miliardi prestati dall’FMI non le bastano e il cambio continua a crollare.

Leggi di Giuseppe Timpone

Carry trade, ovvero come fare affari con la crisi delle emergenti (e non solo)

La crisi dei mercati emergenti potrebbe essersi spinta al punto da rendere allettante il “carry trade”. Vediamo qualche dato sugli investimenti potenzialmente redditizi all’estero.

Leggi di Giuseppe Timpone

La Turchia torna coi piedi per terra: crescita sostenibile e passaporto più facile per gli stranieri

La crisi turca costringe il governo a rivedere i suoi obiettivi economici. E il passaporto sarà più facile per gli investitori stranieri.

Leggi di Giuseppe Timpone

La crisi della lira turca arriva in banca: vendite di oro per affrontare l’emergenza

La lira turca ignora il maxi-rialzo dei tassi e torna a cedere sul piano del governo sulle banche. Si teme una spirale argentina.

Leggi di Giuseppe Timpone

Perché la lira turca potrebbe crollare presto peggio di agosto

La Turchia avrebbe tassi troppo alti per Erdogan, la cui “pazienza” ha un limite. La lira turca rischia di collassare dopo il rimbalzo degli ultimi giorni?

Leggi di Giuseppe Timpone

Il Brasile spera ora nel suo Trump contro la sinistra, ma real guardingo dopo l’accoltellamento

Il Brasile ha il suo Trump alle elezioni presidenziali di ottobre e i mercati finanziari confidano in lui come seconda scelta, pur di non ritrovarsi la sinistra al potere per altri 4 anni. Ecco i segnali degli investitori.

Leggi di Giuseppe Timpone

E in Iran scoppia la crisi dei pannolini, triste ricordo della carta igienica in Venezuela

L’Iran ha una crisi dei pannolini, che somiglia fin troppo a quella della carta igienica del Venezuela. E le similitudini tra le due economie emergenti non si fermano qui.

Leggi di Giuseppe Timpone

La crisi delle economie emergenti spiegata in due parole: partite correnti

La crisi delle economie emergenti si può riassumere nel deficit delle loro partite correnti, che si ripercuote negativamente sui tassi di cambio. Ecco una breve panoramica.

Leggi di Giuseppe Timpone

Un’altra economia emergente entrata in crisi rischia la fine del Venezuela

L’economia sudafricana è entrata in recessione e l’aspetto più inquietante riguarda la sua agricoltura, mentre il governo prepara gli espropri delle terre ai bianchi senza indennizzo. C’è il rischio di un nuovo Venezuela.

Leggi di Giuseppe Timpone

Ancora panico sui mercati emergenti, lira turca in caduta e per il peso argentino oggi si teme il peggio

Lira turca ancora in forte calo, mentre potrebbe essere crollo verticale per il peso argentino alla riapertura degli scambi a Buenos Aires. I mercati emergenti sono nel panico.

Leggi di Giuseppe Timpone

Una lira si salva dalla crisi valutaria estiva e può suggerire qualcosa alle emergenti

La lira egiziana, contrariamente alle altre valute emergenti, quest’anno guadagna il 5% contro il dollaro, dopo la maxi-svalutazione di fine 2020. Le riforme economiche del presidente Al-Sisi, per quanto impopolari, danno già i loro frutti.

Leggi di Giuseppe Timpone

Ecco perché non sarà Trump a fermare il dollaro, ma le economie emergenti

Il super dollaro sta mandando in crisi le economie emergenti e un po’ di sollievo arriverà forse solo da sauditi e russi. Vediamo perché.

Leggi di Giuseppe Timpone

La guerra al contante in India è stata un fallimento e pure controproducente

La lotta al contante in India è stato un grosso fallimento, certificato anche dalla banca centrale. L’economia sommersa e la criminalità non sono state scalfite minimamente.

Leggi di Giuseppe Timpone

La crisi della Tunisia, là dove nacque la Primavera Araba

L’economia tunisina non decolla a 8 anni dalla Primavera Araba. Disoccupazione alta, inflazione in crescita e cambio dimezzato. Alto il rischio proprio per l’Italia.

Leggi di Giuseppe Timpone

Questa economia emergente rischia una brutta fine e il mercato inizia a tremare

Il Sudafrica ha iniziato ad espropriare i terreni di proprietà della minoranza bianca per redistribuirli alla maggioranza nera. Si segue il catastrofico modello dello Zimbabwe.

Leggi di Giuseppe Timpone

Il Venezuela svaluta il cambio del 95% e lo lega alla “criptomoneta”, Maduro rischia il golpe vero

Il Venezuela svaluta il bolivar di un altro 95% e adesso i militari potrebbero reagire alla crisi con un colpo di stato. Nuove banconote emesse con 5 zeri in meno da oggi.

Leggi di Giuseppe Timpone

Lira turca di nuovo in caduta libera, perché la speranza per Ankara sarebbe l’oro

La lira turca torna a crollare sui mercati. Il cambio perde il 6% contro il dollaro e adesso l’unica soluzione dagli effetti immediati sarebbe ancorare la valuta all’oro.

Leggi di Giuseppe Timpone

La lira turca recupera il 20% da lunedì, ma la crisi di Ankara non è affatto culminata

La crisi turca potrebbe persino peggiorare con lo spostamento delle alleanze internazionali da parte del governo di Ankara. La lira recupera, ma non illudiamoci.

Leggi di Giuseppe Timpone

Alle origini della crisi turca: niente complotto contro Erdogan, ma politiche suicide

Ecco i mali di cui soffre l’economia turca, che hanno provocato il crollo della lira nelle ultime sedute. Il presidente Erdogan dovrebbe prendersela con sé stesso.

Leggi di Giuseppe Timpone

L’Argentina risponde al contagio turco con un maxi-rialzo dei tassi da 500 punti base

L’Argentina alza i tassi al 45% per arrestare il nuovo crollo del peso. L’economia sudamericana rischia la recessione quest’anno e il governo ha già azzerato le stime sulla crescita del pil.

Leggi di Giuseppe Timpone

La crisi turca e il rischio di un ‘effetto Tequila’, troppo tardi per sventare il contagio?

Ecco perché la crisi turca non deve essere sottovalutata dall’Europa e come Ankara potrebbe riacquistare la fiducia dei mercati.

Leggi di Giuseppe Timpone

Il bagno di sangue della lira turca e quali effetti per l’economia mondiale

Quali conseguenze per l’economia mondiale dal crollo della lira turca e il tonfo delle altre valute emergenti?

Leggi di Giuseppe Timpone

La lezione della Turchia ai governi e come Ankara potrà reagire alla tempesta finanziaria

La crisi in Turchia offre una lezione preziosa a chi, anche in Italia, parla spesso erroneamente di sovranità monetaria. La perdita dell’autonomia della banca centrale è stata l’origine della crisi.

Leggi di Giuseppe Timpone

Lira turca in ginocchio: -13,5% in pochi minuti, è panico sui mercati, contagiato l’euro

Crollo inimmaginabile per la lira turca nella mattinata di oggi. Il cambio arriva a perdere il 13,5% contro il dollaro. Ormai sembra necessaria una riunione d’emergenza della banca centrale.

Leggi di Giuseppe Timpone

Il collasso della lira turca e il pericolo di una crisi finanziaria in stile argentino, ma senza paracadute

Lira turca al collasso sui timori di imminenti controlli sui capitali ad Ankara. Le sanzioni USA accelerano i deflussi finanziari.

Leggi di Giuseppe Timpone

Il Sudafrica vuole espropriare le terre ai bianchi, ecco il precedente catastrofico dello Zimbabwe

Il Sudafrica si accinge ad espropriare le terre ai bianchi senza indennizzo. La riforma della Costituzione rischia di provocare la stessa crisi devastante accusata dal vicino Zimbabwe.

Leggi di Giuseppe Timpone

Mercati emergenti, anno nero per gli investitori: capitali finanche dimezzati in pochi mesi

Mercati emergenti in affanno sul piano finanziario. Per gli investitori stranieri è tempo di perdite, guidate da Argentina e Turchia.

Leggi di Giuseppe Timpone

L’ex “granaio” dell’Africa alla svolta elettorale nel dopo-Mugabe tra crisi e speranza

Lo Zimbabwe elegge oggi il presidente, il primo con voto democratico dopo la lunga era Mugabe. Nello stato africano manca persino la moneta a disposizione per fare acquisti e l’assenza di lavoro è drammatica.

Leggi di Giuseppe Timpone

Economie emergenti con un “buco” di $2.100 miliardi, l’Argentina non resterà sola

I mercati emergenti sono esposti a una potenziale crisi finanziaria brutale per via dello sbilanciamento dei debiti contratti con l’estero, eccessivi rispetto alle loro riserve valutarie. Il caso dell’Argentina rischia di non rimanere isolato.

Leggi di Giuseppe Timpone

In Messico stravince il candidato populista di sinistra, ecco le ragioni della svolta

Il Messico cambia e si affida a un presidente di sinistra. L’anti-Trump latino-americano potrebbe avere con la Casa Bianca un rapporto meno teso di quanto s’immagini.

Leggi di Giuseppe Timpone

Le proteste in Iran anticipano il rischio di una crisi come nel Venezuela

Proteste in Iran dei negozianti contro la crisi del rial. Il cambio è crollato nelle ultime settimane sull’annuncio del presidente americano Trump di reintrodurre le sanzioni contro il regime di Teheran.

Leggi di Giuseppe Timpone

L’Argentina ottiene da FMI aiuti record per $50 miliardi, secondo salvataggio dal 2000

L’Argentina ha ottenuto aiuti per 50 miliardi di dollari dal Fondo Monetario Internazionale. E’ il secondo salvataggio dopo quello di inizio Millennio e il più alto di sempre al mondo.

Leggi di Giuseppe Timpone

Lira turca in forte recupero dai minimi storici, non escluso nuovo rialzo dei tassi

La lira turca ha smesso di crollare e recupera quasi il 9% in una settimana contro il dollaro. Tuttavia, il mercato confida in una nuova stretta sui tassi.

Leggi di Giuseppe Timpone

Rublo su e lira turca sempre più giù, ecco perché sui mercati Russia e Turchia si separano

Lira turca in caduta e rublo in recupero sui mercati. E la Russia chiuderà il bilancio in attivo quest’anno, grazie al boom del petrolio.

Leggi di Giuseppe Timpone

Fine accordo nucleare con l’Iran, ecco qual è il vero obiettivo di Trump

Fine dell’accordo nucleare con l’Iran. Così il presidente americano Donald Trump punta a mettere alle strette il regime di Teheran, favorendo i suoi nemici nello scacchiere mediorientale.

Leggi di Giuseppe Timpone

Lira turca debole sul declassamento di S&P, stabilità politica non più certa ad Ankara

La lira turca sosta nei pressi dei minimi storici, toccati a metà aprile. Mercati confusi e timorosi dopo l’ultimo declassamento del rating sovrano da parte di S&P e sulle elezioni anticipate a giugno.

Leggi di Giuseppe Timpone

A Cuba finisce l’era dei Castro, non il comunismo. E l’economia resta sottosviluppata

Il regime castrista a Cuba sta per finire, ma non per lasciare il posto a una democrazia o al libero mercato. L’economia sull’isola è ancora molto arretrata e persino indietro di molto ai livelli di oltre 30 anni fa.

Leggi di Giuseppe Timpone

Africa controcorrente verso il mercato unico, ma per ora senza i big

Mercato unico africano, un sogno che per molti sta diventando realtà. Il continente più povero del mondo va controcorrente e firma un accordo per abbattere le barriere doganali e consentire la libera circolazione delle persone.

Leggi di Giuseppe Timpone

Egitto, Al Sisi ottiene il secondo plebiscito e le riforme economiche iniziano a dare frutti

Il presidente egiziano al-Sisi ha ottenuto un plebiscito alle elezioni, forse anche grazie al timido miglioramento dell’economia dopo le riforme impopolari degli ultimi anni.

Leggi di Giuseppe Timpone

Sudafrica, nuovo presidente Ramaphosa è davvero la star attesa dai mercati?

In Sudafrica c’è un nuovo presidente, che ha debuttato con toni ben più minacciosi del predecessore. Un cattivo segnale per i mercati, che pure lo hanno accolto da star.

Leggi di Giuseppe Timpone

Boom rand sudafricano ai massimi da 3 anni, presidente Zuma sfiduciato dai suoi

Rand sudafricano ai massimi da quasi 3 anni contro il dollaro sulla imminente destituzione del presidente Zuma. Sta per finire in anticipo un decennio politico da dimenticare.

Leggi di Giuseppe Timpone

La Russia di Putin riprende la marcia sul petrolio mai così redditizio

L’economia in Russia si sta riprendendo dalla crisi del petrolio e l’inflazione è scesa ai minimi dalla caduta dell’Urss, mentre i tassi dovrebbero scendere anche nei prossimi mesi.

Leggi di Giuseppe Timpone

Africa vicina a una grande guerra? La Turchia provoca l’Egitto e l’acqua divide il Nilo

Africa prossimo terreno per una guerra che rischia di diventare mondiale? Ciò che sta accadendo sulle rive del Nilo dovrebbe preoccuparsi e stavolta più che il petrolio è l’acqua a rappresentare la maggiore minaccia.

Leggi di Giuseppe Timpone

Come USA e Arabia Saudita possono abbattere il regime iraniano per via economica

L’Iran ha stroncato nel sangue le proteste di piazza, ma Arabia Saudita e USA sarebbero pronte a usare le loro armi per abbattere il regime degli ayatollah per via economica.

Leggi di Giuseppe Timpone

Questo paese cerca di non fare la fine del Venezuela con la crisi del petrolio

Svalutazione del cambio per cercare di non fare la fine del Venezuela. Un’altra economia emergente rimane vittima dell’eccessiva dipendenza dal petrolio.

Leggi di Giuseppe Timpone

Riforme economiche in Sudafrica possibili dopo Zuma, ma per ora che succede?

Il Sudafrica ha un nuovo leader riformatore, ma per la svolta potrebbe dovere attendere il 2020. Nel frattempo, l’economia più grande del continente nero resta in balia del presidente Jacob Zuma.

Leggi di Giuseppe Timpone

Zimbabwe svolta dopo Mugabe e tende la mano ai bianchi, ma il mercato resta guardingo

Possibile svolta nello Zimbabwe dopo la fine dell’era Mugabe. Restituita la terra a un bianco. Il nuovo presidente tende la mano agli investitori stranieri?

Leggi di Giuseppe Timpone

Questa borsa è salita più del 4.000% quest’anno, ma perché nessuno ne parla?

Una borsa è cresciuta di oltre il 4.000% quest’anno, surclassando i Bitcoin. Eppure, investirvi sarebbe un errore madornale. Ecco perché.

Leggi di Giuseppe Timpone

La crisi in Venezuela provoca anche gravidanze indesiderate e boom di AIDS

Nel Venezuela della spaventosa crisi economica, persino il sesso diventa un bene più raro. Ad essere vuoti sono pure gli scaffali delle farmacie.

Leggi di Giuseppe Timpone

Con la fine dell’era Mugabe, segnali di fiducia contrastanti dall’economia

Segnali di timida fiducia dopo la fine dell’era Mugabe. Lo Zimbabwe spera in una nuova fase per l’economia emergente, anche se per ora non si registra un’inversione di tendenza sul mercato locale dei BItcoin.

Leggi di Giuseppe Timpone

Il Messico se la prende con Trump, ma il NAFTA non gli ha portato bene

L’economia messicana non ha compiuti reali passi in avanti sotto il NAFTA, l’accordo commerciale che ora il presidente Trump sta rinegoziando. Ecco le cifre che smentiscono l’entusiasmo.

Leggi di Giuseppe Timpone

Addio al compagno Bob: la Cina preferisce i diamanti alla purezza del marxismo

Svolta storica nello Zimbabwe, dove il 93-enne Robert Mugabe si è dimesso dopo 37 anni di dittatura. La Cina già drizza le antenne sul futuro di Harare, dove l’economia è in ginocchio e molti si buttano nei Bitcoin.

Leggi di Giuseppe Timpone

UBP: scenario favorevole per l’azionario asiatico

Secondo gli esperti di Union Bancaire Privée, il mercato azionario asiatico resta un asset class interessante. Ecco le borse più promettenti

Leggi di Mirco Galbusera

Questa economia era ricca, un dittatore l’ha ridotta in miseria

L’economia dello Zimbabwe è stata distrutta dall’incompetenza di Robert Mugabe, padre padrone del paese dal 1980. Adesso, c’è la possibilità di un cambiamento, ma resta altissimo il rischio di un successore a lui simile.

Leggi di Giuseppe Timpone

Bitcoin a 13.900 dollari in Zimbabwe, boom di scambi con fine dell’era Mugabe

Quotazioni doppie per i Bitcoin in Zimbabwe, dov’è in corso un golpe che ha deposto la dittatura di Robert Mugabe. Ma le ragioni del boom sono economiche.

Leggi di Giuseppe Timpone

Colpo di stato in Zimbabwe, Mugabe arrestato: la crisi parte da lontano

L’anziano presidente dello Zimbabwe, Robert Mugabe, sarebbe agli arresti insieme alla moglie e la suo ministro delle Finanze, a seguito di un colpo di stato ordito dai militari. Ecco le cause della crisi.

Leggi di Giuseppe Timpone

Venezuela, thriller sul primo default: colloqui con creditori al via

Trattative al via in Venezuela con i creditori privati per evitare il default, mentre con la Russia è già accordo per la ristrutturazione del debito.

Leggi di Giuseppe Timpone

Bitcoin, boom in Venezuela e prezzi doppi in Zimbabwe: sfondata soglia $6.000

Bitcoin oltre 6.000 dollari, mentre in Venezuela e Zimbabwe si registrano un’esplosione di interesse verso la “criptomoneta”. Le economie emergenti in crisi si votano al nuovo trading.

Leggi di Giuseppe Timpone

Lira turca, crollo notturno segnala calvario infinito per la valuta emergente

Lira turca a -6% stanotte contro il dollaro. Le tensioni tra Turchia e USA hanno provocato un “crash”, che conferma la scarsa prevedibilità della valuta emergente.

La rivincita del Messico: Pil +3,9%

Nel 2020 il Pil del Paese del centro America è aumentato del 3,9%: per il secondo anno consecutivo dopo la recessione del 2009 – “L’economia messicana cresce più di quella mondiale e dei paesi avanzati” ha dichiarato il governatore della banca centrale – La giapponese Mitsubishi ha acquistato il 34% del maggior progetto eoloico del Sudamerica: in Messico.

Il 2020 si è chiuso bene per il Messico. L’economia del paese centroamericano ha registrato una aumento del Pil del 3,9%. E’ un risultato tuttavia in calo rispetto ai numeri registrati nel 2020 (+5,5%) ma bisogna considerare il rallentamento economico mondiale (e soprattutto degli Stati Uniti) che ha influito negativamente sull’economia del Paese. “Il Messico è cresciuto più della media mondiale, dietro solamente alla Cina, all’India e all’Arabia-Saudita”, ha dichiarato orgogliosamente Agustín Carstens, il governatore della banca centrale messicana.

Il settore che ha trainato la crescita è stato il terziario, che ha registrato un +4,2%, mentre l’industria è salita del 3,8%. In calo invece l’agricoltura, che è diminuita dello 0,6%, mentre nel 2020 aveva segnato un +2,8%. Il tasso di disoccupazione è in calo al 4,8% con un aumento degli addetti nei servizi. In calo anche l’inflazione che a febbraio ha registrato un 4,01%, leggermente sopra il target della Banca centrale del 4%. “In realtà potrebbe essere più bassa se non fosse per l’alta volatilità che stiamo ricevendo dall’esterno, soprattutto per i prezzi delle commodities e per gli effetti della siccità” ha dichiarato Castrens.

Nel 2020 il Paese ha registrato investimenti diretti esteri (ide) per 19,5 miliardi di dollari, un 9,7% in più rispetto al 2020. Di questi il 55% è arrivato dagli Stati Uniti, il 15% dalla Spagna, il 6,7% dall’Olanda, il 6,3% dalla Svizzera e il 3,4% dal Canada. Il Paese inoltre può contare su 150 miliardi di dollari di riserve in valuta estera che sono “una garanzia” per assicurare il valore del peso. Inoltre Castrens ha assicurato che il Messico sarà uno dei primi paesi a rispettare le nuove regole di Basilea 3 per le banche.

Un altro segnale che il Messico rimane una forte attrazione agli occhi di molti investitori esteri è la notizia di oggi secondo cui Mitsubishi ha investito 1 miliardo di dollari in Marena Renovable, il più grande progetto di energia eolica del Sudamerca. Il colosso giapponese ha acquistato il 34% del progetto che istallerà, a partire dal luglio 2020, 132 mulini a vento lungo tutto il territorio con una capacità di 396 Megawatt.

Finalmente insomma si può dire che il Paese è uscito dalla recessione che lo aveva colpito nel 2009 e che gli aveva fatto perdere 6,2 punti del Pil. Le stime per la crescita nel 2020 sono ottimiste (tra il 3 e il 4 per centro a seconda della reazione degli Usa alla crisi) e lo spostamento del baricentro dell’economia verso il Pacifico potrebbe essere la chiave che consentirà al Paese di farsi valere sul mercato globale.

Camilla Carabini

Laureata in economia e antropologia. Attenta osservatrice del mondo dell’economia sociale, delle cooperative e della finanza etica. Amante ed esploratrice dell’Africa e dell’America Latina. Direttrice di Coopermondo, ONG italiana che si impegna a promuovere impresa cooperativa e sociale in Africa e America Latina.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Trading di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: