Il mercato della soia e la crescita dei prezzi

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Trading Soia [2020]: come investire, quotazione e previsioni prezzo

La soia rappresenta una delle materie prime più importanti tanto nel campo alimentare, che in quello industriale ed energetico. Il lavoro fatto sulla genetica di questa pianta, nel corso degli anni, ha permesso di ottimizzarne la produzione riducendo al minimo il rischio in caso di fallimento della coltivazione. Per questo motivo questa materia prima è sempre più oggetto di trading soia online e sui mercati classici.

In questo articolo abbiamo raccolto le migliori informazioni su come investire o fare trading soia nel 2020. Affronteremo argomenti importanti, come ad esempio quali sono i fattori che possono mettere a rischio il proprio investimento, o farlo fruttare, influenzando direttamente o indirettamente il valore della soia sul mercato.

Inoltre, abbiamo inserito le migliori piattaforme per investire nel mercato della soia: quelle più sicure e affidabili in assoluto. Ci siamo soffermati in particolar modo sulla piattaforma di trading Plus500: una piattaforma d’investimento regolamentata CySEC e registrata CONSOB, affidabile e trasparente.

Con Plus500 è possibile fare trading soia con zero commissioni, al rialzo o al ribasso, a breve termine o a lungo termine. Clicca qui per registrarti gratis con Plus500, una delle migliori soluzioni per fare trading di Soia.

Quotazione Andamento Soia e Grafico in Tempo Reale

Nel grafico qua sopra puoi osservare in tempo reale l’andamento della soia. Il feed dei prezzi e il grafico soia sono forniti gratuitamente dalla piattaforma di trading regolamentata e autorizzata di Plus500. Clicca sul grafico per interagire, oppure qua per visitare il sito ufficiale.

Trading Soia: che cos’è

Prima di cominciare un qualsiasi discorso di ordine finanziario-borsistico è utile capire di cosa stiamo parlando. Doveroso, quindi, dare dei concetti base che possono ruotare intorno alla soia e che influenzano direttamente o indirettamente l’eventuale trading soia.

Una piantagione di Soia

La soia è una pianta erbacea che appartiene alla famiglia delle Leguminose. La pianta è originaria dell’Asia Orientale, anche se oggi è stata esportata e coltivata in gran parte del mondo. La pianta annuale produce frutti in forma di legumi corti che vengono utilizzati, poi, in varie occasioni.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

La soia non esiste allo stato selvatico. Essa cominciò ad essere prodotta in Cina più di 5000 anni fa e giunse in America ed Europa intorno all’Ottocento. La sua coltivazione in occidente conobbe larga crescita a cominciare dal Novecento in poi.

Il paese che oggi produce maggiormente la soia sono gli Stati Uniti, segue Argentina, Cile e Brasile; l’Unione Europea è il quinto produttore mondiale. A livello di consumo, invece, la Cina è il paese dove la soia viene più consumata al mondo. Da sola, infatti, utilizza il 50% del volume mondiale di importazione.

Sul mercato sono presenti due forme di soia. Quella naturale oggi rappresenta la porzione più piccola del mercato, e quella geneticamente modificata – invece – che rappresenta una quota tra il 40 e il 100% della soia oggi circolante.

La modifica genetica consiste nell’inserire un gene all’interno del DNA della pianta rendendola così immune alla sostanza erbicida del glifosfato. In questo modo la coltivazione della soia diviene particolarmente competitiva.

Come si è già detto all’inizio di questo articolo, la soia trova ampio utilizzo in diversi campi. Oltre all’alimentazione umana e animale, la soia viene usata come fertilizzante nei campi da coltivare – grazie al rilascio dell’azoto nel terreno – o come biocombustibile al pari del grano. Il suo olio, inoltre, viene impiegato per la realizzazione di diverse vernici e per la produzione di alcune tipologie di sapone.

Trading Soia: come farlo

Oggi è possibile fare trading sulla soia o investire sulla soia attraverso l’acquisto o la vendita dei futures o CFD che la riguardano. In base ai vari avvenimenti che possono influenzare la produzione di questa importante materia prima – e che affronteremo tra poco nel dettaglio – è possibile generare profitti anche molto importanti.

Per poter fare trading online soia in modo profittevole, è necessario prevedere l’andamento del mercato e tenere sott’occhio quei fattori che possono influenzarne il valore di mercato. Tenendo conto di ciò sarà possibile, poi, decidere di acquistare o vendere titoli CFD.

Nel mondo del trading online broker come Plus500 (clicca qua per visitare la pagina ufficiale) e Investous (clicca qua per il sito ufficiale) permettono di negoziare CFD relativi alla soia in modo tale da poter godere delle oscillazioni di mercato. Per investire in soia con il trading online è possibile accedere alle piattaforme di trading Plus500 e Investous, per poi piazzare un ordine di acquisto o vendita a seconda di come si crede che il mercato si muoverà nelle ore a seguire.

I CFD, conosciuti anche come contratti per differenza, sono il modo più semplice per fare trading online. Essi, infatti, permettono di scambiare in modo flessibile azioni, indici, commodities, valute e Titoli di Stato senza possedere fisicamente i titoli e annullando, così, le spese necessarie alla compravendita e al possesso del titolo stesso (come ad esempio l’imposta di bollo).

Plus500 (clicca qui per visitare la piattaforma) e nvestous (clicca qui per il sito ufficiale) possiedono una piattaforma in cui è possibile scambiare (acquistare o vendere) i CFD sulla soia riferendosi al futures (ovvero i contratti a termine standardizzati per lo scambio in borsa) che ha la scadenza più prossima al giorno in cui si negozia il titolo.

Investire in Materie Prime Soia

Plus500 è una delle piattaforme migliori per il trading: oltre alla soia, è possibile fare trading su tutte le principali materie prime. È infatti possibile utilizzare la piattaforma in modalità demo (quindi con fondi virtuali) in modo illimitato e senza vincoli. Plus500 non applica alcun tipo di commissioni ed è totalmente gratuito. Clicca qua per aprire un conto gratuito su Plus500.

Anche Investous è una piattaforma di trading facile da usare, sicura e affidabile. Investous mette a disposizione eccellente materiale didattico per chi si avvicina per la prima volta al trading. Investous è totalmente gratuita e senza commissioni Puoi aprire un conto su Investous cliccando qui.

Per poter realizzare un profitto più alto è, dunque, necessario tener d’occhio i fattori che possono influenzare maggiormente la produzione di soia e, quindi, decretare l’aumento o la diminuzione del valore di mercato di questa importante materia prima.

Per fornire un quadro più completo possibile, quindi, di seguito si elencano i fattori di influenza del mercato e come poter realizzare una previsione della variazione del valore del CFD con la quale fare trading.

Trading Soia Migliori Broker

Riassumiamo quindi i migliori broker per investire con la materia prima della Soia.

Sicura e affidabile ➥ Inizia *Si applicano termini e condizioni Piattaforma: investous
Deposito Minimo: 250€
Licenza: Cysec

Corso trading gratis

Segnali di trading gratis ➥ Inizia *Si applicano termini e condizioni Piattaforma: avatrade
Deposito Minimo: 100€
Licenza: Cysec

Protezione dai rischi ➥ Inizia *Si applicano termini e condizioni

Plus500

Investous

Avatrade

  • Leva fino a 10: 1 sulla soia
  • Mercati aperti oltre 17 ore al giorno.
  • Supporto 24/5 in 14 lingue
  • Pluri-regolamentato
  • Piattaforma di trading manuale e automatica

Previsioni di prezzo e quotazione soia

I metodi per procedere alla valutazione di acquisto o vendita di CFD sulla soia sono del tutto simili a quelli delle altre materie prime. Visto che la materia prima è rappresentata da un elemento facilmente influenzabile dagli agenti esterni è importante tenere sott’occhio dati come clima, catastrofi naturali e andamento di mercati collegati ad essa che potrebbero influenzarne direttamente o indirettamente il valore.

Nel caso specifico della soia, uno degli elementi da tenere d’occhio sono le condizioni climatiche dei paesi in cui essa è più coltivata. La soia trova il suo habitat ideale nei climi temperati e subtropicali che hanno temperature comprese tra i 20 e i 30 gradi centigradi, sebbene questa pianta possa comunque resistere anche tra i 30 e i 40 gradi.

Il fatto che essa venga prodotta in larga parte con coltivazioni OGM ha reso la pianta più resistente, ma una variazione climatica improvvisa può comunque determinare un’annata particolarmente infelice e quindi una variazione diretta del costo della soia.

Allo stesso modo anche l’andamento del consumo di carni a livello mondiale può influenzare il valore di mercato della soia. Come si è già detto, essa viene ampiamente utilizzata come nutriente dei bovini e una diminuzione della carne di questi animali può direttamente influenzare anche il valore della soia stessa.

Infine anche ciò che avviene in tutti quei Paesi che ne fanno più ampio consumo, come la Cina, può correlarsi all’andamento del prezzo della soia a livello mondiale, come pure gli eventi catastrofici naturali e non che possono verificarsi in un dato momento.

In definitiva, comunque, sono gli indicatori dei prezzi – come abbiamo visto più sopra – a determinare la variazione del titolo in esame. Questi indicatori, più precisamente, possono essere analizzati in base alle prospettive di domanda e offerta.

Per quanto riguarda l’offerta essa è rappresentata dalla quantità di soia presente sul mercato in un dato momento e quindi alla quantità raccolta. Più soia ci sarà sul mercato e minore sarà il prezzo. Viceversa meno soia presente sul mercato significa che il prezzo si impennerà maggiormente.

La domanda, come è ovvio, è rappresentata dalla richiesta di materia prima presente sul mercato. La domanda riguarda tanto le importazioni e le esportazioni, quanto il consumo interno delle varie nazioni. Non si deve dimenticare, tuttavia, che la soia si presta anche a molti prodotti derivati (uno su tutto l’olio) che possono far aumentare o diminuire l’eventuale richiesta di prodotto.

Necessario, quindi, tenere sotto controllo tutti quei fattori che possono influenzare l’andamento della soia sul mercato prima di poter procedere al trading online e, di conseguenza, alla compravendita di CDF sulla soia.

Previsioni Prezzo Soia 2020-2021

Dove andrà il prezzo della soia nei prossimi anni? Per quanto riguarda le materie prime agricole, la soia è stata al centro dell’attenzione a causa del conflitto commerciale tra Stati Uniti e Cina.

Dopo che Trump annunciò le tariffe di importazione di metà anno sui semi di soia statunitensi, i futures a Chicago scesero quasi del 20 percento, spingendo la Cina a cercare altri fornitori per alimentare la sua macchina di trasformazione della farina di soia.

Il Brasile è stato il grande beneficiario di questa situazione, dal momento che l’Argentina, ha attraversato un periodo di siccità che ha portato a significative riduzioni della sua produzione.

Dopo gli ultimi negoziati tra Washington e Pechino, Trump è venuto a menzionare dieci giorni fa che aveva assicurazioni dal presidente Xi Jinping che la Cina avrebbe ripreso a comprare soia americana, eppure gli agricoltori statunitensi non hanno ancora visto alcun progresso sotto questo punto di vista.

Previsioni Prezzo Soia 2020-2021

Come è possibile notare dal grafico di prezzo, la Soia si è mossa prepotentemente al ribasso nel 2020, toccando un minimo di 810 a luglio.

Goldman Sachs ha affermato che anche la Soia, la commodity più esposta alle guerre commerciali, è comunque un asset da acquistare.

La banca d’investimento ha infatti affermato che nel 2020 gran parte delle criptovalute continueranno a muoversi verso l’alto.

Conviene andare long sulla Soia di Chicago, e short sul mais, afferma la banca. “I prossimi colloqui del G-20 in Argentina saranno probabilmente importanti per la direzione a breve termine dei prezzi dei cereali negli USA”, afferma Goldman. “Il nostro punto di vista sul probabile esito degli incontri per la guerra commerciale in corso (molto probabilmente una pausa, ma con qualche possibilità di normalizzazione) è più ottimistico di quello attualmente scontato dai mercati”.

Come è possibile osservare il grafico, i prezzi sono riusciti a risollevarsi superando la media mobile a 100 periodi (grafico daily). Tuttavia, resta ancora la media mobile a 200 periodi a fornire una resistenza molto importante per questo mercato. La rottura di questa barriera potrebbe portare la soia ad estensioni dei guadagni intorno al livello dei 1000 dollari USA.

Investire nella soia in tre passaggi (esempio pratico)

Fare trading al rialzo oppure al ribasso nel mercato della Soia è possibile in maniera assolutamente sicura e senza commissioni se si sceglie una piattaforma di trading online regolamentata.

Per iniziare, è prima di tutto necessario aprire un conto di trading gratuito sulla già citata piattaforma di Plus500. Plus500 (clicca qui per aprire un conto gratuito) consente di investire senza commissioni, comprando o vendendo allo scoperto, con il massimo della sicurezza.

La mancanza di commissioni consente di risparmiare tantissimo sui costi del trading, consentendo dunque all’investitore di creare una strategia ottimizzando le spese. Clicca qua per ottenere un conto gratuito con Plus500.

Come ottenere un conto su Plus500:

  1. All’inizio sarà necessario decidere se iniziare con un conto di trading reale oppure demo. L’account di trading reale è per i trader che hanno un minimo di esperienza, e necessita di un deposito minimo di 100 euro e permette di guadagnare nei mercati soldi veri fin da subito. Il conto di trading virtuale, è fatto invece per gli utenti che stanno iniziando ora a muovere i primi passi sui mercati finanziari. Clicca qua se desideri aprire un conto reale o demo con Plus500.
  2. Al secondo passaggio, quello della registrazione, sarà necessario inserire tutti i propri dati personali. È obbligatorio inserire il proprio nome reale, in quanto da regolamentazione europea il broker non accetta utenti falsi.
  3. Dopo aver cliccato sulla conferma per la creazione dell’account, si riceverà l’email di conferma. Sarà possibile accedere fin da subito sulla piattaforma di trading sia da desktop che da app Android e App Store. Sarà sufficiente cercare il nome della materia prima digitando il codice o il nome del mercato nel box di ricerca.

Su Plus500 (visita il sito ufficiale cliccando qui), il conto di trading demo è integrato con quello reale. È possibile iniziare liberamente in demo: quando ci si sentirà pronti per ottenere guadagni reali sui mercati, sarà sufficiente verificare il conto inserendo i documenti richiesti (solitamente la carta d’identità ed una bolletta).

Il mercato della soia e la crescita dei prezzi

Settimana intensa quella appena trascorsa per il comparto dei semi oleosi. Con i raccolti in America meridionale ormai vicini alla maturazione, si scommette sulle loro condizioni dopo la lunga siccità dei mesi scorsi. I prezzi dei mercati a termine iniziano a muoversi, confermando così l’avvicinarsi di un periodo positivo per la soia e i suoi derivati.

Mercati internazionali

Così tutta l’attenzione è rivolta a ciò che sta accadendo al mercato dellasoia. Da un lato c’è attesa per l’andamento del raccolto di Argentina e Brasile, dall’altro abbiamo notizie contradditorie dal mercato interno Usa.

Partiamo dalle notizie sul mercato americano: molti operatori si attendevano la rinuncia, da parte della Cina, di ordinativi di soia stipulati in precedenza, ma la cosa non è avvenuta. Inoltre si è diffuso il timore di possibili cali di scorte interne negli Stati Uniti. Tutte notizie che giocano a favore di un rialzo sui future della soia Usa. Intanto gran parte del raccolto in Argentina è ormai giunto a maturazione, e molti si chiedono quanto avrà inciso realmente la siccità sui semi di soia. Gli ultimi dati da parte dell’Usda (Dipartimento dell’agricoltura americano) parlano di un modesto calo di appena 800 mila tonnellate di soia a fronte di un raccolto complessivo di 90 milioni di tonnellate. Qui la partita è ancora aperta.

Settimana più tranquilla quella sul grano. Il prezzo del contratto con consegna marzo si è riportato lentamente sui 6 dollari per bushel. Le ultime previsioni dell’Usda parlano per il 2020/2020 di una superficie coltivata a grano pari a 57 milioni di acri, in sostanziale parità rispetto alle attese dei mesi scorsi. La resa media è prevista a 45,8 bushel/acro rispetto ai 47,2 bushel/acro dello scorso anno. Anche la produzione rispetta le indicazioni precedenti, vista ancora in sostanziale tenuta rispetto allo scorso anno.

Sempre secondo il Dipartimento dell’agricoltura degli Stati Uniti, le esportazioni di frumento per il 2020/2020 rimangono fissate a 1.025 milioni rispetto ai 1.175 milioni di bushel di questa stagione. Infine, le scorte finali sono stimate a 642 rispetto ai 558 milioni di bushel nel 2020/2020. L’Usda ha anche detto che la zona di grano degli Stati Uniti si ridurrà di 5 milioni di ettari nei prossimi 10 anni.

Mercato europeo

Le previsioni di Stratégie Grain parlano di un raccolto per il 2020/2020 digrano tenero per l’Europa a 137,5 milioni di tonnellate, in calo di 300 mila tonnellate, anche se ancora in crescita del 2% rispetto allo scorso anno. La revisione al ribasso è dovuta alla superficie ridotta in Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia e Irlanda. Le esportazioni di grano tenero, sempre secondo Stratégie Grain, sono viste in diminuzione di oltre il 10% in quest’anno dal record di 24,3 MMT al 21,7 MMT, anche se in leggero aumento rispetto alle previsioni precedenti. La superficie coltivata a grano tenero in Ue è pari a 24 milioni di ettari.

Gli analisti francesi prevedono per l’Europa una sostanziale tenuta di raccolti di mais rispetto allo scorso anno e un calo sostanziale di orzo di circa 8% sempre in confronto allo scorso anno. Infine, l’Agenzia APK Inform dice che l’Ucraina andrà a esportare una quantità record di cereali e legumi, con un aumento del 43% rispetto a un anno fa.

Mercato del mais e della soia: il punto di Ismea

soybeans and corn seeds

Riportiamo in questo articolo il testo integrale del Rapporto “Mais e Soia: tendenze e dinamiche recenti” realizzato da Ismea (per la versione in pdf cliccare qui)

L’evoluzione del mercato del mais nella scorsa campagna 2020/16 ha evidenziato una rivalutazione dei prezzi all’origine (prezzo attestato a 172,08 euro/t inteso come valore medio di campagna, +10,5% sul 2020/15) in conseguenza della flessione dell’offerta, con particolare riferimento a USA, Brasile, UE e Ucraina.

Al contrario, l’esordio della campagna commerciale 2020/17 ha mostrato un sensibile calo dei listini, scesi a 167,66 euro/t a ottobre 2020 mentre a luglio 2020 si attestavano a 185,44 euro/t (-9,6%).

Anche in questo caso a influenzare il mercato è stato l’andamento produttivo del 2020 che risulta in crescita soprattutto nei paesi sopra segnalati che hanno recuperato gran parte delle perdite dello scorso anno. Riguardo la soia, la quotazione media della campagna 2020/16 ha perso l’1,7% del valore della precedente annata, scendendo ad un valore medio pari a 353,97 euro/t. L’inizio della attuale campagna ha mostrato una tendenza https://www.acheterviagrafr24.com/achat-viagra-en-ligne-belgique/ flessiva dei listini all’origine, passati da 386,38 euro/t di luglio 2020 a 350,42 euro/t di ottobre 2020 (-9,3%).

Anche in questo caso la dinamica è da imputare alle stime di crescita dei raccolti mondiali e anche del livello delle scorte.

In Italia calo dei raccolti di mais e stabili quelli di soia

I dati Istat ancora provvisori circa l’andamento produttivo italiano del mais evidenziano una significativa flessione annua dei raccolti nel 2020 (a 6,6 milioni di tonnellate circa in flessione del 6,7%) dovuti esclusivamente alla riduzione delle superfici investite, scese a poco meno di 656 mila ettari (-9,8%), mentre per le rese è emerso un andamento molto positivo (+3,4% a 10,1 t/ha) grazie al buon andamento stagionale caratterizzato da una sufficiente piovosità nel periodo estivo.

Si conferma anche per il 2020 la dinamica flessiva degli investimenti a mais (in base ai dati Istat, gli ettari a mais da granella a partire dal 2008 sono stabilmente scesi al di sotto della soglia del milione di ettari e negli anni successivi hanno mostrato una riduzione pressoché costante); questo andamento è da ricondurre da un lato, ad un mercato fortemente variabile, dall’altro, al clima sempre più spesso avverso alla coltura determinando minori rese, maggiori costi di produzione e problematiche di ordine sanitario della granella. I raccolti italiani di soia dovrebbero rimanere stabili nel 2020 a poco più di 1,1 milioni di tonnellate; dinamica frutto della crescita delle rese ad ettaro mentre le superfici hanno evidenziato un calo.

Aumenta l’import di mais e soia

Nei primi otto mesi del 2020, il deficit strutturale della bilancia commerciale della granella di mais è peggiorato, nel confronto tendenziale, in conseguenza della sensibile crescita dei volumi importati; a ciò è corrisposto anche un lieve incremento dei prezzi all’import, dinamica in linea con l’andamento nazionale e mondiale dei prezzi della granella.

Anche per la soia, si rileva nel medesimo riferimento temporale, un aggravio del deficit di bilancio in ragione, però, esclusivamente dei maggiori quantitativi richiesti sui mercati esteri, dato che i prezzi medi all’import sono risultati in calo. Al contrario, per le farine di soia è emerso un miglioramento del disavanzo commerciale dovuto alla riduzione dei volumi importati e anche della flessione dei prezzi medi all’import.

Offerta mondiale record

Dopo la lieve contrazione dello scorso anno, l’offerta mondiale di mais per la campagna di commercializzazione 2020/17 dovrebbe superare, in base alle ultime indicazioni dell’IGC, i livelli record del 2020. Tale risultato appare largamente diffuso a livello territoriale, con maggiori incrementi in USA, Brasile e Ucraina. Anche la produzione mondiale di soia viene proiettata in aumento in tutti i principali paesi produttori, fatta eccezione per l’Argentina.

Prospettive del mercato nel breve periodo

Le dinamiche stimate per le principali variabili di mercato del mais evidenziano, per la attuale campagna di commercializzazione, la crescita dei raccolti e anche della domanda che, però, si manterrebbe su livelli più contenuti dell’offerta consentendo una ricostituzione delle scorte sopra i 220 milioni di tonnellate, favorendo quindi volumi ampiamente rassicuranti. Ad oggi, quindi, facendo esclusivo riferimento a tali osservazioni, non sussistono elementi per prefigurare una significativa variazione dei prezzi nel breve periodo. Medesime osservazioni e con stesse motivazioni assunte per il mais si possono verosimilmente estendere anche alla soia.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Trading di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: