Il Governo prova a salvare Telecom con la golden share

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Il Governo prova a salvare Telecom con la golden share

Il Consiglio dei Ministri sta tentando di salvare la rete Telecom. Due in particolare le misure in essere al fine di una difesa normativa delle infrastrutture strategiche della compagnia telefonica. Da una parte il Cdm oggi dovrebbe approvare un decreto che inoltra il regolamento sulla golden share anche per il settore delle telecomunicazioni.

Così facendo lo Stato, indipendentemente dalla quota posseduta, si riserva poteri particolari su una determinata azienda in virtù del suo valore strategico. Dall’altra parte si starebbe valutando una modifica normativa anche per le operazioni di Opa, al fine di ridurre il limite entro il quale è obbligatorio far scattare l’offerta pubblica d’acquisto.

Ad affermarlo è il sottosegretario all’Economia, Alberto Giorgetti, nel corso di un’audizione in Senato. Le società potrebbero essere autorizzate a definire per via statutaria una soglia inferiore a quella prevista dalla normativa, ovvero il 30%, al superamento della quale scatterebbe l’obbligo di offerta. Anche laddove questa modifica non ci fosse è bene ricordare che gli spagnoli mirano ad acquisire il controllo di Telco che detiene solo il 22,4% di Telecom. Pertanto, anche in caso di un’acquisizione integrale Telefonica non avrebbe comunque il 30% dell’azienda italiana.

Oggi è arrivata in Consiglio dei ministri la bozza del Decreto per l’applicazione della golden share. Si tratta cioè di poteri straordinari dello Stato nei confronti di un’azienda privatizzata, anche in caso di impianti ‘sensibili’ per l’interesse pubblico. Nel testo si legge che anche ”le reti e gli impianti utilizzati per la fornitura dell’accesso agli utenti finali nei servizi rientranti negli obblighi del servizio universale” delle comunicazioni rientrano tra le attività strategiche sottoposte alla golden share

Tag: telecom

Il piano cessioni di Telecom

Telecom Italia ha dichiarato che ci sarà un grosso piano di rafforzamento patrimoniale di quasi 4 miliardi di euro che contempla la cessione di Telecom Argentina, delle torri, dei multiplex…

di Luigi Boggi – 7 Novembre 2020

Telecom Italia, futuro ancora incerto

Telecom Italia brancola nel buio. Prossima al controllo di Telefonica per il 66% con opzione a salire al 100%, l’azienda è in balia di decisioni che non riesce a digerire….

di Luigi Boggi – 14 Ottobre 2020

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Telecom continua a perdere colpi

Arriva il responso dell’Osservatorio trimestrale Agcom sulle telecomunicazioni con dati aggiornati a giugno 2020. Su fisso e banda larga, ma anche sul mobile per l’attività che ha come operatore virtuale…

di Luigi Boggi – 2 Ottobre 2020

Quali sono le conseguenze della vendita di Telecom?

Come è noto, la cessione di Telecom a Telefonika è ormai cosa fatta. La notizia ha gettato nel caos il Governo e ognuno ha detto la propria. C’è chi ‘piange’…

di Luigi Boggi – 30 Settembre 2020

Il Governo prova a salvare Telecom con la golden share

Il Consiglio dei Ministri sta tentando di salvare la rete Telecom. Due in particolare le misure in essere al fine di una difesa normativa delle infrastrutture strategiche della compagnia telefonica. Da una parte…

di Luigi Boggi – 27 Settembre 2020

Telefonica acquista Telecom

Adesso, finalmente, c’è ufficiale. Il gruppo spagnolo di Telefonica, già al termine di un aumento di capitale che è stato sottoscritto in giornata, hanno conquistato la maggioranza della holding che…

di Luigi Boggi – 24 Settembre 2020

Telecom, un asset che potrebbe perdere valore

Il viceministro allo Sviluppo economico, Antonio Catricalà, esprimendosi a proposito della golden share e del regolamento che deve essere messo a norma dal governo successivamente al decreto dell’esecutivo Monti per…

di Luigi Boggi – 24 Settembre 2020

Telecom: Moody’s pensa al downgrade

Moody’s sta pensato di declassare Telecom basandosi sui dati semestrali dell’azienda. L’agenzia americana, infatti, non vede di buon occhio il buco delle finanze di questa società italiana.

di Luigi Boggi – 11 Agosto 2020

Opzioni binarie: la crisi di Telecom, parla Fossati

La crisi economica del nostro paese si riflette anche sull’andamento delle azioni più importanti presenti nel listino di Milano. Basta pensare a quello che è successo a Telecom che dal…

di Luigi Boggi – 27 Marzo 2020

Opzioni binarie 60 secondi: cosa sapere

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie vietate: tiriamo le somme

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie, gli indicatori più importanti per principianti

di Valentina Cervelli

Trading: 24Option sospesa da Consob in Italia

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie, Bande di Bollinger e Oscillatore RSI

di Valentina Cervelli

OpzioniBinarieLive is part of the network IsayBlog! whose license is owned by Nectivity Ltd.

Managing Editor: Alex Zarfati

OpzioniBinarieLive è un sito esclusivamente divulgativo e non può essere ritenuto responsabile degli investimenti effettuati dagli utenti.

Repubblica.it

Economia & Finanza con Bloomberg®

Ricerca titolo

Telecom, Letta: “Non perdiamo la rete”.
Bernabè: “Saputo tutto da comunicati”

Il presidente della compagnia italiana parla all’indomani del passaggio di controllo agli spagnoli di Telefonica. Il Parlamento chiede l’intervento del governo per salvare la rete. Il manager: “Andiamo avanti con la Cdp, ma i tempi sono lunghi”. Pesante il titolo in Borsa. I sindacati chiedono un incontro con il governo. Il premier: “La preoccupazione principali è l’occupazione”

MILANO – All’indomani del passaggio di controllo di Telecom Italia agli spagnoli di Telefonica attraverso l’aumento di capitale di Telco, la holding che controlla il 22,4% del capitale partecipata anche da Mediobanca, Intesa Sanpaolo e Generali, l’attenzione si sposta verso lo scorporo della rete, chiesto a gran voce da più parti. Proprio sul tema è stato chiamato a riferire davanti alla Commissione Lavori pubblici del Senato, il presidente della compagnia italiana Franco Bernabè che ha esordito dicendo: “Abbiamo avuto conoscenza ieri dalla lettura dei comunicati stampa della recente modifica dell’accordo parasociale tra gli azionisti di Telco. Telefonica diventerà azionista di riferimento di una società che resterà quotata con circa l’85% del capitale sul mercato, comprese le azioni risparmio”.

Una risposta indiretta alle lamentele del viceministro allo Sviluppo Antonio Catricalà che in un’intervista al Messaggero ha prima ribadito la necessita di scorporare la rete (“si può fare per legge”), poi ha accusato i soci italiani: “Nessuno ci ha avvertito, lo avessero fatto sarebbe stato meglio”. E oggi è arrivata anche la bocciatura del mercato con

forti vendite sul titolo anche perché Bernabè ha ribadito la necessità di un aumento di capitale per evitare il rischio di un downgrade del debito “con inevitabili riflessi negativi sulla capacità di investimento nel medio termine. Di certo – ha proseguito il manager – se il sistema Italia fosse stato davvero così preoccupato del futuro di Telecom Italia come lo è stato in questi ultimi due giorni forse sarebbe stato possibile un intervento più strutturale”.

E d’altra parte tutto il Parlamento sta chiedendo al governo di riferire costringendo il premier Enrico Letta a intervenire: “Guardiamo, valutiamo, vigileremo sul fronte occupazionale, ma bisogna ricordare che Telecom è una società privata e siamo in un mercato europeo”. Il presidente del Consiglio ha, poi, sottolineato che “capitali europei potrebbero aiutare Telecom a essere migliore rispetto a come è stata in questi 15 anni, ma non dobbiamo perdere asset strategici come la rete. Adesso, però, La preoccupazione principale è l’occupazione” ha aggiunto il proprio, proprio mentre i sindacati Cgil, Cisl e Uil hanno chiesto un incontro con il governo.

L’allarme del mercato però riguarda la rete telefonica, su cui viaggiano tutti i dati sensibili del Paese, passata in mani spagnole: per il Copasir è a rischio la sicurezza nazionale. Tuttavia senza più la “golden share” (il diritto cioè di uno Stato – bocciato dalla Ue – a intervenire dopo e durante il processo di privatizzazione di un’azienda di interessa nazionale) le possibilità di intervento paiono ridotte. Il Tesoro non allora di ricorrere alla “golden power” (riedizione della golden share in accordo con la Ue): il regolamento attuativo, però è stato deciso per difesa e sicurezza nazionale e non ancora per le comunicazioni.

L’ipotesi più percorribile resta quella dell’intervento della Cdp sui cui si è espresso anche Bernabè: “Confermiamo il nostro impegno a procedere nel confronto con l’Autorità e la Cdp” sullo scorporo della rete, “ma l’esito finale dell’operazione non è scontato e, in ogni caso, richiede tempi molto lunghi”. Il manager prova anche a prendere le distanze dalla trattativa con gli spagnoli che dovrebbe constringere Telecom a cedere le partecipazioni. Una mossa che “determinerebbe un forte ridimensionamento del profilo internazionale del gruppo e delle sue prospettive di crescita e comunque potrebbe non essere realizzabile in tempi brevi, compatibili con la necessità di evitare il rischio downgrade” ha proseguito Bernabè.

Critico Luigi Zingales che a nome di tutti gli amministratori indipendenti definisce l’operazione di Telefonica in totale conflitto di interessi e primva di tutele per le minoranze: “Gli amministratori indipendenti di Telecom Italia lamentano che, ancora una volta, la partecipazione di maggioranza relativa di Telecom venga trasferita a sostanziale vantaggio di pochi, senza alcuna considerazione per la maggioranza degli azionisti. E’ con disappunto che osservano come l’ordinamento italiano non contempli strumenti di tutela della maggioranza degli azionisti, quando pacchetti in grado di conferire il controllo di fatto finiscono nelle mani di azionisti in conflitto con l’interesse sociale. E’ questo il caso di Telefonica, un concorrente diretto di Telecom Italia in Argentina e Brasile, che rischia di forzare Telecom Italia alla dismissione di asset preziosi per il rilancio della società”.

( 25 settembre 2020 ) © Riproduzione riservata

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Trading di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: