ICT record Samsung ma crisi di vendite

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

ICT: record Samsung ma crisi di vendite

Analizzare il mondo della tecnologia ci consente di mettere in evidenza i cambiamenti strutturali della nostra società dove si pensava fino a poche settimane fa che la vendita di tablet e smartphone fosse destinata ad un trend crescente senza fine.

I dati riferiti a Samsung, invece, raccontano una storia diversa. Il periodo compreso tra aprile e giugno, infatti, si è chiuso con un record di profitti, si sfiorano i 7 miliardi di dollari ma le vendite del Galaxy S4 sono state inferiori alla media. La crescita globale, quindi, è in crisi e mette in crisi anche l’azienda coreana.

I dati che arrivano dalla Samsung, a prima vista, sono molto buoni. I profitti in crescita fanno registrare un record: 7770 miliardi won che equivalgono a 6,96 miliardi di dollari, trainati soprattutto dalle vendite del Galaxy. Stesso discorso per i profitti operativi che sono cresciuti del 47,5 per cento fino a 9539 miliardi di won e per il fatturato che avanza del 20,7 per cento fino a 57460 miliardi won.

Il management della Samsung, però, avverte: non si può gestire con questi dati la ripresa economica dell’Europa. La concorrenza nel settore è molto ampia e le vendite sono rallentante. Compresi i 20 milioni di Galaxy S4, sono stati venduti 75 milioni di smartphone, poco più del precedente trimestre.

Samsung si lascia i fantasmi alle spalle: trimestrale da record

Dopo un periodo difficile, caratterizzato dal ritiro dei Note 7 e dalle accuse di corruzione al vicepresidente Lee Jae-yong, l’azienda pubblica numeri in netta crescita. Nell’ultimo trimestre del 2020 i ricavi sono saliti del 50% anno su anno. Memorie e display tirano la volata, ma anche il mobile sembra difendersi.

Pubblicato il 24 gennaio 2020 da Alessandro Andriolo

Le esplosioni dei Note 7? Acqua passata. Nel periodo di crisi, sia giudiziaria sia di prodotto, Samsung è riuscita a registrare una crescita stellare. L’azienda ha chiuso il quarto trimestre del 2020 con un fatturato di 53mila miliardi di won, pari a circa 44,6 miliardi di dollari, mentre i ricavi si sono attestati a oltre 9mila miliardi di won (7,92 miliardi di dollari). Numeri superiori a qualsiasi attesa degli analisti e in crescita addirittura del 50 per cento anno su anno. Va detto subito che i “campioni” dei conti della società sono stati i business dei componenti in silicio (soprattutto le memorie) e dei display. Ad aiutare anche un dollaro forte nei confronti del won, che ha avuto un impatto positivo sui profitti.

E il mobile? Il gruppo ha sottolineato come questo business abbia “registrato guadagni” anno su anno, grazie a “vendite solide” dei Galaxy S7 ed S7 Edge e alla profittabilità migliorata dei modelli di fascia bassa. Malgrado ciò, la divisione Electronics ha riportato un calo nelle vendite di circa due punti percentuali, nonostante consegne maggiori dei Tv premium (Super Ultra Hd e pannelli curvi).

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

I ricavi si sono invece inabissati del 60 per cento. Colpa del fiasco dei Note 7? No. Il dispositivo viene citato soltanto di passaggio, per dire che i risultati del 2020 sono stati ottimi “malgrado” il ritiro dal mercato del terminale. Le stime per tutta l’operazione di richiamo, a cui si aggiungono le vendite mancate, si aggirano sui cinque miliardi di dollari.

Il crollo dei ricavi sarebbe invece da imputare a massicci investimenti non meglio specificati nel mercato B2B. Nel mobile, per l’anno in corso Samsung continuerà a “innovare sia nel software sia nell’hardware, attraverso tutta la propria offerta” dando priorità alla sicurezza dei consumatori. “Sebbene la crescita del mercato globale degli smartphone quest’anno sia destinata a rallentare, nuovi servizi come l’intelligenza artificiale costituiranno un fattore differenziante”.

Periodo di grande successo per i Tv Oled di Samsung

È un richiamo, neanche tanto implicito, al nuovo assistente digitale Bixby che potrebbe fare la sua comparsa ufficiale sui prossimi Galaxy S8? Può darsi, ma la segretezza sul progetto è talmente alta che conferme ufficiali al momento non ce ne sono. Per il primo trimestre l’azienda si aspetta utili complessivi in calo rispetto al Q4 del 2020, a causa di spese di marketing maggiori nel campo mobile (per preparare il lancio dei nuovi modelli) e di vendite di Tv più deboli, per il consueto ristagno post-natalizio.

Nuovi record per gli smartphone di Huawei, ma il futuro è incerto

Quest’anno all’azienda cinese sono bastati cinque mesi per raggiungere il traguardo dei 100 milioni di telefoni venduti. Le questioni politiche, però, influenzeranno le vendite nei prossimi anni.

Pubblicato il 24 giugno 2020 da Valentina Bernocco

Donald Trump intralcerà, e quanto, la corsa verso il successo di Huawei ? Oltre alla questione delle reti 5G, la guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina (nata dal pretesto di paure di cyberspionaggio) coinvolge pesantemente un po’ tutti i mercati tecnologici, incluso quello degli smartphone. Ne risentirà anche Apple, azienda molto americana nell’immagine ma in buona parte “cinese” in quanto a geografia dei suoi terzisti, oggi preoccupata di dover localizzare altrove almeno una parte della produzione , per evitare i contraccolpi dei paventati dazi al 25% sulle importazioni dalla Cina. Dazi che Apple critica pesantemente . E ne risentirà Google, che per sottostare ai divieti governativi ha dovuto revocare la concessione delle licenza Android a Huawei, ma ora incita la Casa Bianca a cambiare idea.

In tutto ciò, il contraccolpo sulle vendite di smartphone Huawei si è visto, al momento, solo sul piano mediatico: indiscrezioni, poi confermate dall’azienda, su un possibile e pesante calo delle vendite internazionali nel corso di quest’anno. Il fondatore e Ceo di Huawei, Ren Zhengfei , ha dichiarato nei giorni scorsi che “nei prossimi due anni credo che ridurremo a nostra capacità e che i nostri ricavi saranno inferiori alle previsioni di circa 30 miliardi di dollari”.

Davvero una sgradita sorpresa lungo un percorso che finora non aveva incontrato intoppi. Dopo anni di crescita in volumi e market share, il 2020 era iniziato benissimo per i telefoni di Huawei, passati a un anno all’altro da una quota mercato dell11,8% al 19% e secondi solo ai modelli di Samsung (dati di Idc) . Quest’anno sono bastati solo cinque mesi , dal primo di gennaio al 30 maggio, per vendere 100 milioni di smartphone , mentre nel 2020 lo stesso traguardo era stato tagliato il 18 luglio.

Nel 2020 c’era voluto quasi l’intera annata, perché il centomilionesimo smartphone era stato venduto il 22 dicembre. Se si confrontano i ricavi da smartphone del primo trimestre 2020 con quelli del 2020, spicca una crescita del 39%, ottima in un periodo di generale rallentamento del mercato. Sul futuro pende ora la spada di Damocle della politica di Washington, ma per il momento i dirigenti della multinazionale di Shenzhen tentano di vedere (e di far vedere agli altri) il bicchiere mezzo pieno.

Forse, si spera, in Europa le paure sul presunto cyberspionaggio cinese non attecchiranno più di tanto. La scorsa settimana Walter Ji , il presidente della divisione consumer per l’Europa Occidentale di Huawei, ha detto in conferenza stampa, a Zurigo, che “negli ultimi giorni” nella sua regione di competenza le vendite di smartphone sono aumentate. Certo, servirà un termine temporale più ampio per potersi fare un’idea sul futuro di Huawei nel mercato degli smartphone.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Trading di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: