Come funziona la cassa di compensazione

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Cassa integrazione Guadagni in Deroga (CIGD) COVID-19 » Come funziona

La Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD) è un intervento di integrazione salariale a sostegno di imprese che non possono ricorrere agli strumenti ordinari perché esclusi all’origine da questa tutela o perché hanno già esaurito il periodo di fruizione delle tutele ordinarie.

Ad esempio, la Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (CIGO), che è riservata all’industria e all’edilizia, integra o sostituisce la retribuzione dei lavoratori a cui è stata sospesa o ridotta l’attività lavorativa per situazioni aziendali dovute a eventi transitori e non imputabili all’impresa o ai dipendenti, incluse le intemperie stagionali e per situazioni temporanee di mercato.

Esistono poi i Fondi di Integrazione Salariale (FIS) che forniscono strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa dei lavoratori dipendenti di aziende, con più di cinque dipendenti, appartenenti a settori non coperti dalla normativa in materia d’integrazione salariale. Grazie ai FIS viene corrisposto un assegno di solidarietà ai lavoratori di datori di lavoro che, al fine di evitare o ridurre le eccedenze di personale nel corso della procedura di licenziamento collettivo, o al fine di evitare licenziamenti plurimi individuali per giustificato motivo oggettivo, stipulano accordi collettivi aziendali che stabiliscono una riduzione di orario con le organizzazioni sindacali più rappresentative.

Il decreto legge 18/2020 (cosiddetto Decreto Cura Italia) riconosce trattamenti di cassa integrazione guadagni in deroga (CIGD) per un periodo non superiore a nove settimane, ai lavoratori dipendenti di aziende del settore privato assunti fino al 23 febbraio 2020 (e collocati a casa per mancanza di lavoro), comprese le aziende agricole, di pesca e del terzo settore egli enti religiosi civilmente riconosciuti, non rientranti (le aziende) nel campo di applicazione della Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria CIGO e del Fondo di Integrazione Salariale (FIS).

Sono esclusi i datori di lavoro domestico, i dipendenti di datori di lavoro che possono accedere alla CIGO o alle prestazioni garantite dal FIS, i lavoratori assunti dopo il 23 febbraio 2020.

Ai beneficiari è riconosciuto il trattamento d’integrazione salariale, la contribuzione figurativa e i relativi oneri accessori (ad esempio, l’Assegno per il Nucleo Familiare o ANF).

Ricordiamo che i contributi figurativi sono contributi accreditati, nelle Gestioni pensionistiche dei lavoratori pubblici o in quelle dei lavoratori privati, senza onere a carico degli stessi. Essi sono riferiti a periodi, tassativamente individuati dalla legge, durante i quali, nonostante si sia verificata una interruzione o una riduzione dell’attività lavorativa, viene comunque garantita la copertura contributiva. Questi periodi, salvo specifiche eccezioni, sono utili sia per il conseguimento del diritto alla pensione sia per il suo calcolo.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Per i datori di lavoro con più di 5 dipendenti è necessario l’accordo sindacale, concluso anche in via telematica, con le organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative a livello nazionale relativamente alla durata della sospensione del rapporto di lavoro. Per datori di lavoro che occupano fino a 5 dipendenti, non è necessario l’accordo sindacale.

La CIGD viene concessa dalla regione o provincia autonoma con determina, se la richiesta d’intervento proviene da unità produttive site in un’unica regione o provincia autonoma oppure viene concessa dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, con apposito decreto interministeriale, se la richiesta proviene da aziende cosiddette plurilocalizzate aventi cioè unità produttive dislocate sull’intero territorio nazionale.

Le domande di accesso alla prestazione CIGD, pertanto, devono essere presentate dal datore di lavoro esclusivamente alle Regioni e Province autonome interessate (o al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali), che effettueranno l’istruttoria secondo l’ordine cronologico di presentazione delle stesse.

Le Regioni invieranno all’Istituto, in modalità telematica tramite il Sistema Informativo dei Percettori (SIP), il decreto di concessione, individuato con numero di decreto convenzionale “33193” e la lista dei beneficiari.

L’indennità è pari all’80% della retribuzione: per il pagamento diretto al lavoratore, l’azienda deve presentare online all’INPS il modello SR 41. Altrimenti può essere la stessa azienda a pagare il dipendente posto in CIGD e ad effettuare, successivamente, operazioni di compensazione e conguaglio con l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale.

Codice tributo bonus registratore di cassa: 6899 è la cifra da indicare

Bonus registratore di cassa, per il credito di imposta in compensazione relativo allo sconto sull’acquisto dei registratori di cassa o sull’adattamento degli strumenti per memorizzare e trasmettere i dati dei corrispettivi si deve compilare il modello F24 inserendo il codice tributo 6899. Le istruzioni da seguire.

Bonus registratore di cassa, per ottenere il credito di imposta in compensazione bisogna inserire il codice tributo 6899 nel modello F24.

Lo sconto sull’acquisto dei registratori di cassa o sull’adattamento degli strumenti necessari per la memorizzazione e la trasmissione dei dati dei corrispettivi giornalieri da parte degli esercenti può arrivare fino a 250 euro.

Nello specifico dà diritto ad un tax credit che copre il 50% delle spese sostenute, con modalità tracciabile, negli anni 2020 e 2020:

  • fino ad un massimo di 250 euro per l’acquisto di ogni strumento;
  • fino ad un massimo di 50 euro per per l’adattamento.

Ad istituire il codice tributo 6899 è la risoluzione 33/E del 1° marzo 2020.

Il provvedimento del 28 febbraio 2020 del direttore dell’Agenzia delle Entrate ha invece definito le modalità di attuazione del credito di imposta.

Bonus registratore di cassa, codice tributo 6899: come funziona lo sconto

Il bonus registratore di cassa può essere richiesto da tutti gli esercenti commercio al minuto per l’acquisto o l’adattamento di dispositivi per la memorizzazione e la trasmissione dei dati dei corrispettivi giornalieri.

Per ottenere lo sconto è necessario inserire il codice tributo 6899 nel modello F24.

I titolari di partita IVA devono presentare il modello F24 esclusivamente attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, secondo quanto spiegato nel provvedimento del 28 febbraio 2020 del direttore dell’Agenzia delle Entrate che definisce le modalità di attuazione.

Agenzia delle Entrate – Provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 28 febbraio 2020, Prot. n. 49842 Definizione delle modalità di attuazione del credito d’imposta per l’acquisto o l’adattamento degli strumenti mediante i quali sono effettuate la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica all’Agenzia delle entrate dei dati dei corrispettivi giornalieri – articolo 2, comma 6-quinquies, del decreto legislativo 5 agosto 2020, n. 127.

Bonus registratore di cassa, codice tributo 6899: come richiedere il credito di imposta

Il bonus per l’acquisto di un registratore di cassa o l’adattamento di uno strumento, per gli anni 2020 e 2020, può essere richiesto come credito di imposta in compensazione inserendo il codice tributo 6899 nel modello F24.

La sequenza numerica da inserire nel modello è stata istituita dalla risoluzione numero 33/E del 1° marzo 2020, che spiega come si può richiedere lo sconto previsto.

Agenzia delle Entrate – Risoluzione numero 33/E del primo marzo 2020 Istituzione del codice tributo per l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del credito d’imposta per l’acquisto o l’adattamento degli strumenti mediante i quali sono effettuate la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica all’Agenzia delle entrate dei dati dei corrispettivi giornalieri – articolo 2, comma 6-quinquies, del decreto legislativo 5 agosto 2020, n. 127.

Per adempiere all’obbligo di memorizzare elettronica e trasmettere telematicamente all’Agenzia delle Entrate i dati dei corrispettivi giornalieri, in vigore dal primo gennaio 2020, sarà necessario seguire le istruzioni della risoluzione.

I contributi previsti dall’articolo 2, comma 6-quinquies, del d.lgs. n. 127 del 2020 sono utilizzabili esclusivamente come credito di imposta:

“a decorrere dalla prima liquidazione periodica dell’IVA successiva al mese in cui è registrata la fattura relativa all’acquisto o all’adattamento dello strumento e sia stato pagato, con modalità tracciabile, il relativo corrispettivo.”

I titolari di partita devono utilizzare il modello F24 esclusivamente in modalità telematica.

All’interno del modello deve essere inserito il codice tributo riportato in tabella.

Codice tributo Denominazione
6899 credito d’imposta per l’acquisto o l’adattamento degli strumenti mediante i quali sono effettuate la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica all’Agenzia delle entrate dei dati dei corrispettivi giornalieri – articolo 2, comma 6-quinquies, del decreto legislativo 5 agosto 2020, n. 127

Bonus registratore di cassa, codice tributo 6899: come compilare il modello F24

Per richiedere il bonus per l’acquisto di un registratore di cassa o per l’adattamento di uno strumento di memorizzazione e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri bisogna utilizzare il modello F24.

La sezione del modello da compilare è “Erario”.

Vediamo ora come fare per la corretta compilazione del modello F24 attraverso l’esempio riportato nel sito dell’Agenzia delle Entrate.

Ipotizziamo che l’importo del credito in compensazione sia 6.000 euro e che l’anno di riferimento sia il 2020, anno in cui è avvenuto l’acquisto o l’adattamento.

Agenzia delle Entrate – esempio di compilazione modello F24 Compilazione per richiesta credito di imposta per acquisto registratori di cassa con codice tributo 6899.

Nello specifico sono tre le colonne a cui prestare attenzione:

  • la prima colonna, in cui è necessario indicare il codice tributo 6899;
  • la terza colonna“anno di riferimento” che va compilata inserendo l’anno dell’acquisto o dell’adattamento;
  • la quinta colonna“importi a credito compensati”, in cui va inserita la cifra del pagamento.

Nella tabella riassuntiva un esempio per la compilazione del modello F24.

Come funziona la cassa di compensazione

Tra gli strumenti per operare in borsa oltre alle opzioni binarie, troviamo anche i futures che sono tra i contratti derivati più conosciuti per chi opera nel trading speculativo. Essi sono degli accordi in formato standard che danno la possibilità di essere negoziati con estrema facilità in Borsa, cioè nei mercati finanziari regolamentati. E questo è il motivo per cui possono essere negoziati solo quegli strumenti messi a punto da quella specifica borsa.

Quindi poichè ogni parte del contratto che li regola è stata stabilita in maniera antecedente dalla borsa che li crea e non può essere in alcun modo modificata dalle parti in causa, i futures vengono detti standardizzati: gli standard interessano il taglio unitario, la scadenza contrattuale e la modalità di negoziazione.Acquistare dei futures significa prendere l’impegno di comprare, alla scadenza del contratto e al prezzo in precedenza pattuito, delle attività reali (grano, metallo etc) o finanziarie (valute o indici borsistici).

Currency futures: è un contratto che vincola il contraente a scambiare alla scadenza una valuta per un’altra secondo il cambio fissato alla data della stipula del contratto. Commodity futures: è un accordo per mezzo del quale il contraente si impegna con la controparte a comprare una determinata e prestabilita quantità di beni materiali o immateriali come ad esempio possono rientrare in questa categoria beni come oro, argento, rame, alluminio, grano, caffè etc al prezzo prefissato alla firma del contratto tra le due parti.

Invece i Futures su indici azionari sono valutati con prezzi stabiliti dagli organi competenti e non sono negoziabili. La Clearing Houses, è l’agenzia o la società che assicura il corretto e costante funzionamento secondo la norma della contrattazione nel mercato dei futures a garanzia di chi decide di acquistare o vendere dei futures. In Italia questo compito è affidato alla Cassa di Compensazione e Garanzia (CCG).

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Trading di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: