Azioni Apple ha perso il piu del 37 per cento

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Azioni Apple Previsioni Quotazione 2020 Conviene Comprare?

Vediamo se investire in azioni Apple può essere una buona mossa nel 2020

Le azioni Apple sono considerate da molti un investimento sicuro nel lungo periodo, grazie a buoni dividendi ed ad una crescita praticamente costante delle azioni Apple, azienda leader della telefonia nel mondo, ma è veramente così?

Le novità di fine anno per l’azienda di Cupertino, sono che le vendite di iPhone vanno meglio del previsto, anche se le sue entrate dovrebbero essere uguali a quelle del trimestre precedente, la vendita di iPhone va meglio del previsto. I ricavi del suo “nuovo business” cioè quello di offrire servizi sono in costante aumento e anche la guerra commerciale tra USA e Cina che l’aveva messa in difficoltà in questo 2020 sembra trovare accordi particolari.

Questo ha portato un target price a 265 dollari secondo gli analisti di JP Morgan.

Precedenti aggiornamenti

Dalla prima metà del 2020 la Apple sta subendo una sorta di piccola rivoluzione. Il suo prodotto principale, cioè l’iPhone non è più primo delle classifiche di vendita degli smartphone, i telefoni intelligenti. Apple arrivò per prima a mettere in produzione su larga scala i telefoni intelligenti e il suo successo è stato incontrastato per almeno 10 anni, ma faceva costruire il suo smartphone in Cina e proprio nel paese asiatico pare che qualcuno abbia “copicchiato” questo prodotto talmente bene che alla fine lo sta facendo più o meno della stessa qualità con un prezzo inferiore. Ora sono i telefoni cinesi della Huawei i primi nelle classifiche di vendita.

Peer questo il titolo della Apple ha perso, specialmente nei primi giorni del 2020, quando i risultati delle vendite di iPhone hanno fatto dire alla stessa dirigenza di Cupertino che ormai l’azienda deve puntare ad altro, come a software e servizi.

Parliamoci chiaro: Apple è una delle più grandi aziende al mondo per capitalizzazione e ha sia gli strumenti che la voglia per fare anche altro e non solo iPhone, per questo motivo, il titolo che ha perso anche il 10% nei primi giorni ha iniziato a riprendere quota.

A Settembre 2020 il Presidente Trump ha detto che aumenterà i dazi contro la Cina e ha consigliato all’azienda di spostare la produzione negli USA. anche quesrto è stato uno dei motivi per cui la crescita di Apple è stata frenata.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Azioni Apple: un’investimento sempre sicuro?

I tempi cambiano, ed anche le azioni Apple stanno avendo la loro bella crisi, complice i dati sulle vendite; dopo 13 anni di continua crescita, la Apple ha avuto nel primo trimestre 2020, un calo di fatturato storico, da 58 miliardi a 50 miliardi di dollari, con 10 milioni di iPhone venduti in meno in soli 3 mesi.

E’ calato anche l’ utile netto che passa da oltre 13 miliardi di dollari a circa 10 miliardi di dollari sempre nel periodo gennaio – marzo 2020.

Il prezzo azioni Apple è a 104 euro; era a 112 euro solo il 14 Aprile scorso.

COMPRARE AZIONI APPLE CONVIENE? COSA DICONO GLI ESPERTI OGGI

Nell’analisi tecnica sopra, si prendono in considerazione le analisi di un certo numero di analisti finanziari di Wall Street molto influenti. Alcuni di loro consiglieranno di comprare azioni Apple, altri consiglieranno di venderle.

Tra le due opzioni, verrà fatta una media giornaliera da cui poi ognuno trarrà le debite conseguenze.

Il titolo di Cupertino è considerato un investimento da cassettista

Perché comprare azioni della Apple viene considerato uno dei migliori investimenti che si possano fare nel medio – lungo termine praticamente rientra tra i titoli da cassettista?

Per riuscire a capire questo, e per i pochi che non conoscono l’azienda di Cupertino, facciamo un salto indietro nel tempo.

L’azienda Apple nasce nel 1976 come decine, forse centinaia di altre aziende che si occupavano di Software nell’Eldorado dei computer: la Silicon Valley da 3 persone che si mettono insieme: un gènio della programmazione: Steve Wozniak, un gènio del marketing, Steve Jobs e un giovane imprenditore: Ronald Wayne.

Il successo di Apple tra i titoli tecnologici

Era l’epoca in cui tutti sapevano che i computer avrebbero avuto in un futuro una parte importante nella vita di tutti i giorni, ma ancora nessuno sapeva come.

La Apple cercò di inventarsi il ‘PC per casa’, uno strumento quasi inutile se lo rapportiamo a quelli di oggi, ma che riuscì ad avvicinare al mondo dei computer tante persone e che decretò il successo mondiale di Apple.

Fra alti e bassi, la grande svolta per Apple però arriva dall’iPhone. Era la fine degli anni ’90 inizio anni 2.000 e i tempi erano maturi perchè i telefonini diventassero anche piccoli computer, tutti lo sapevano e molti ci stavano provando ma fu Apple la prima a porre in essere un progetto concreto e che fu immediatamente copiato da tutti: era nato lo smartphone.

Quotazioni azioni Apple dal Novembre 2020 al Novembre 2020

Quotazioni azioni Apple IN TEMPO REALE

Il 7 Novembre 2020, le azioni Apple hanno una quotazione di 174 $ l’una.

Nel 2020, cioè esattamente 5 anni prima quotavano 78 $ l’una.

I prodotti Apple sono ancora considerati i Top di Gamma nel campo degli smartphone e dei PC per casa. Anche se nel 2020 c’è stata la prima flessione nelle vendite ( nel senso che le vendite sono cresciute meno del solito, non che si è venduto di meno), flessione che si è risentita anche nella quotazione del titoli di Cupertino in Borsa, poco dopo i dati delle vendite hanno continuato a crescere, così come i profitti di questa Società per azioni, che sembra inarrestabile nella sua crescita.

I risultati di Apple per il primo trimestre finanziario del 2020 sembrano buoni:

  • Fatturato 75,9 miliardi di $ (rispetto ai 74,6 miliardi di $ del trimestre precedente).
  • Utile netto trimestrale: 18,4 miliardi di $ (rispetto ai 18 miliardi di $ di utile del trimestre precedente).
  • Dividendo per azione ordinaria: 1,90 $ ( rispetto ai 2,33 $ del trimestre precedente).
  • Margine lordo: 40,1 % ( rispetto al 39,9% del trimestre precedente).
  • Vendite internazionali 66% del 100%.
  • Cash Flow Operativo: 27,5 miliardi di $ ( sempre in questo 1° trimestre del 2020).

Apple: obiettivi e previsioni per il 2° Trimestre 2020:

  • ricavi tra $ 41 miliardi e $ 43 miliardi
  • margine lordo tra il 39 per cento e il 39,5 per cento
  • I costi operativi tra i $ 6 miliardi e $ 6.1 miliardi
  • altri proventi / (oneri) di $ 325.000.000
  • tax rate del 25,5 per cento

Quando uscirà il nuovo iPhone 7?

  • Il nuovo iPhone 7dovrebbe uscire intorno al settembre 2020, in tempo per dare una bella spinta all’ultimo trimestre finanziario di Apple.

Come dicevamo, in investire oggi non è semplice, ci sono molti fattori da tenere presente, comprare azioni Apple ,rientra in quel piano di diversificazione di un portafoglio titoli, che include anche investimenti a lungo termine su azioni, che con il tempo si rivelano gli investimenti migliori se mirati a grandi aziende come questa e possono rivelarsi anche investimenti sicuri ( sempre che si prenda come parametro non pochi mesi, ma molti anni) proprio seguendo il metodo di investimento del value investing.

Apple non и piщ la regina di Wall Street, ecco perchй ha perso il 37,5% da settembre

In questo articolo
Storia dell’articolo

Questo articolo и stato pubblicato il 05 marzo 2020 alle ore 08:44.

New York – Apple ha dovuto cedere la corona di regina della capitalizzazione di mercato. Dopo settimane di testa a testa, il colosso della vecchia economia e del petrolio Exxon Mobil si e’ preso la rivincita ed e’ tornato a dominare la classifica della maket cap americana e mondiale, chiudendo la seduta di lunedi’ con 400,12 miliardi di dollari rispetto ai 394,45 miliardi della societa’ degli iPhone e degli iPad.

Per Apple e’ uno schiaffo psicologico in un momento delicato. La societa’ era parsa destinata a non doversi piu’ guardare alle spalle una volta che aveva superato di scatto la Exxon nel gennaio del 2020. In settembre il suo titolo aveva raggiunto nuovi massimi di 705 dollari e sembrava destinato a scalare rapidamente quota mille. Ma passi falsi e crescente concorrenza hanno tolto smalto alla societa’ orfana di Steve Jobs. Le vendite del suo ultimo iPhone sono state inferiori alle attese e il suo piu’ recente bilancio trimestrale ha deluso. Errori insoliti sono avvenuti anche nell’innovazione: un flop su un nuovo programma di mappe che doveva sostitutire quello della rivale Google.

La concorrenza, nel frattempo, si e’ fatta sempre piu’ accesa. Lo scontro nei tribunali di mezzo mondo con Samsung sulla proprieta’ intellettuale negli smarthphone ha avuto alterne fortune. Ma proprio nei giorni scorsi il maggior caso finora vinto alla Apple, in California, ha visto il giudice dimezzare la multa inflitta a Samsung per violazioni di brevetti e ipotizzare un nuovo processo.

Dietro schermaglie e tensioni ci sono i dubbi degli investitori e degli analisti sulla capacita’ stessa della Apple di continuare a innovare con l’enorme successo del passato, nonostante le ipotesi di lancio quest’anno di un orologio-computer da polso, l’iWatch, e di una televisione targata Apple. La societa’ di recente si e’ anche scontrata con rivolte di azionisti: l’hedge fund Greenlight Capital ha chiesto di utilizare parte delle enoremi riserve in contanti dell’azienda, 137 miliardi, per emettere azioni privilegiate che premino i soci. Altre voci alla vigilia della recente assemblea annuale del gruppo, conclusasi senza annunci di rilievo, hanno chiesto uno split azionario che a sua volta aiuti a valorizzare il titolo.

Assillato da queste incertezze le quotazioni di Apple hanno battuto inesorabilmente in ritirata dai massimi a Wall Street di settembre, finendo ieri a quota 420,05 dollari, un nuovo minimo da inizio d’anno e un multiplo di solo nove volte gli utili. Da settembre il titolo ha ormai ceduto il 37,5% e solo dal primo gennaio e’ sceso del 21 per cento. L’ultimo colpo l’ha forse sferrato in queste ore la societa’ di ricerca Cowen & Co, che ha previsto un rinvio del lancio del prossimo iPhone 5S destinato al cruciale mercato cinese.

Le prove del controsorpasso della Exxon Mobil erano gia’ cominciate il 25 gennaio, l’anniversario dell’incoronazione di Apple regine della market cap: durante la seduta il colosso petrololifero aveva temporaneamente superato il colosso hi-tech. Ieri l’assalto e’ riuscito. A rendere ancora piu’ scottante la ritirata di Apple, e’ stato il nuovo massimo storico contemporaneamente raggiunto da Google, il cui sistema operativo Android sostiene gli smartphone di Samsung e altri rivali di Apple. Il titolo di Google ha guadagnato ieri l’1,9% a 821,50 dollari.

Wall Street crolla: azioni Apple a -5% e ora in Usa è il momento degli short

Pesante ribasso per la borsa di Wall Street in un contesto che ha visto il prezzo del petrolio crollare sotto i 60 dollari al barile

Le previsioni ribassiste sulla borsa di Wall Street rischiano di diventare sempre più realtà. La prima di Ottava per i mercati americani si è chiusa con un vero e proprio tonfo sostenuto anche dall’andamento negativo del prezzo del petrolio le cui quotazioni sono scese sotto i 60 dollari al barile dopo un Tweet molto forti di Trump nei confronti dell’OPEC. Tutti gli indici azionari di Wall Street sono letteralmente affondati con vendite diffise su molti comparti. Il Dow Jones ha perso il 2,32 per cento a 25.387 punti mentre l’indice S&P 500 ha chiuso con un calo dell’1,97 per cento a quota 2.726 punti. Ancora peggio ha fatto il Nasdaq, ossia il paniere dei titoli del settore tech, che è sceso del 2,78 per cento a 7.201 punti. Il crollo dell’indice Nasdaq a Wall Street è stato la conseguenza del sell-off che ha interessato le azioni Apple. Il colosso di Cupertino ha bruciato decine di milioni di capitalizzazione chiudendo la seduta con un ribasso del 5,04 per cento a 194,17 dollari.

��Fai trading con fiducia su CFD, Azioni, Indici, Forex e Criptovalute. Con PLUS500 hai spread stretti, zero commissioni e APP per fare trading su qualsiasi piattaforma e smartphone. ✅ Apri il tuo conto demo gratuito >>

Il prezzo delle azioni Apple è ormai stabilmente sotto quota 200 dollari e questo rappresenta ovviamente un problema per le prospettive del collosso degli iPhone. Il crollo di Apple a Wall Street è stato ispirato da una serie di downgrade che il titolo ha subito in poco tempo. Ad intervenire al ribasso sulla raccomandazione su Apple sono stati gli analisti di JP Morgan che hanno tagliato da 270 dollari a 266 dollari il target price sul colosso di Cupertino confermando però il rating al livello Overweight vale a dire sovrappesare. Il downgrade di target price sulle azioni Apple è stato motivato in considerazione della riduzione delle stime sulla redditività per i prossimi trimestri.

Oltre ad Apple a soffrire sul Nasdaq sono state le azioni di tutto il settore tech con Amazon che ha perso il 4,41 per cento, Google in calo del 2,57 per cento, Netflix in ribasso del 3,1 per cento e Facebook che ha perso il 2,35 per cento.

Il crollo della borsa di Wall Street oggi ha dato il via al solito effetto a catena. A causa del forte deprezzamento della borsa Usa, infatti, i mercati asiatici hanno manifestato forti segnali di nervosismo con l’indice Nikkei che a Tokyo ha registrato un ribasso molto forte. Spostandoci in Europa, nonè difficile immaginare per oggi un’apertura in rosso per le borse europee e quindi anche per Borsa Italiana.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Trading di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: