Loading...

16 maggio - 5 giugno

Servi dell'umanità tutta

piazza cordusio - milano

sabato 27 maggio 2017 | ore 21:00

Luther. Genio, ribelle, liberatore

Via Marco de Marchi, 9

dove c'è lo spirito del Signore, lì c'è libertà

Culto di Pentecoste

3 GIUGNO 2017 | TEATRO DAL VERME

Le 95 tesi

Una storia di Lutero

Riforma500

1517-2017.
500 anni dall'inizio della Riforma Protestante.

Una grande occasione per riflettere sull'impatto spirituale e culturale del protestantesimo in Europa e nel mondo ed una opportunità per riformulare il senso della fede cristiana per le nuove generazioni.

Rivisitiamo la memoria storica di quegli eventi in un clima ecumenico che ritrova oggi riconciliati dalla grazia di Dio fratelli e sorelle vissuti a lungo separati e contrapposti.

Riforma 500. La vocazione ad una nuova riforma.
1517-2017.
500 years have passed since the beginning of the Protestant Reformation.

This is a time to reflect on the spiritual and cultural impact of protestantism both in Europe and in the world and an opportunity to reformulate a sense of Christian faith for new generations.

Let us look at the history of those events in an ecumenical climate that finds us reconciled, thanks to God, and to brothers and sisters who, for a long time, were separated and opposed to each other.

Reformation 500. The vocation to a new reformation.

EVENTI A MILANO

Culti e Conferenze

Culti e Conferenze

Elenco conferenze
lunedì 15 maggio 2017 | ore 18:00 - 19:30
500... e non sentirli!
      La Riforma di Lutero tra passato, presente e futuro
I cinque imperativi ecumenici
Past. Angelo Reginato
Centro Culturale Protestante       in collaborazione con SAE Milano

mercoledì 31 maggio 2017 | ore 18:30
La responsabilità etica e lo svolgere l'attività economica oggi
La vocazione sociale dell'imprenditoria
Chiesa Cristiana Protestante in Milano
RIFORMA500 MILANO

RIFORMA500 MILANO

Programma 1-4 giugno 2017

Giovedì 1 giugno | SOLA SCRIPTURA

18:30 - 20:30
Inaugurazione e saluto
      Presentazione del programma
La Bibbia di Giovanni Diodati
      Mostra della Bibbia della
      Società Biblica Britannica e Forestiera
Chiesa Cristiana Protestante in Milano (CCPM)
20:30 - 22:30
A tavola con Lutero
      Würstel, birra e specialità antiche e contemporanee
Chiesa Cristiana Protestante in Milano (CCPM)

Venerdì 2 giugno | SOLUS CHRISTUS

09:00 - 14:00
Porte della libertà - La CELI apre le porte
      Giornata delle Chiese nell’anno della Riforma 2017
Chiesa Cristiana Protestante in Milano (CCPM)
10:00 - 12:30
La Riforma dei giovanissimi
Chiesa Battista
10:00 - 12:30
Fede e identità di genere
Chiesa Valdese
10:00 - 12:00
Liberate dalla grazia
      Arte, parole, immagini, musica, danze di donne
Teatro Dal Verme (Foyer)
15:30 - 16:30
Bolla del silenzio sulla violenza contro le donne
Teatro Dal Verme (Esterno)
17:00 - 18:30
Cittadini e cittadine credenti:
      le religioni nello spazio pubblico
 A 500 anni dalla Riforma luterana le chiese protestanti  s’interrogano- sul piano nazionale ed internazionale- insieme alla città sul bene comune. 
In che modo  storia  e  teologia delle chiese riformate hanno contribuito e possono contribuire, nell’odierno quadro costituzionale, al confronto interculturale, al dialogo interreligioso nella prospettiva  di un effettivo esercizio della libertà religiosa?
Moderatore: Giuseppe Platone
Relatori: Valerio Onida, Davide Romano, Ilaria Valenzi
Chiesa Valdese
20:30 - 22:00
Le corali della Riforma
Teatro Dal Verme (Sala Grande)

Sabato 3 giugno | SOLA GRATIA

10:30 - 12:00
500 e non sentirli: i giovani e la Riforma, tra presente e passato
Parco Sempione
10:30 - 12:30
Protestantesimo arcobaleno:
      multietnicità, intercultura, integrazione
      Essere chiesa insieme
Responsabile: Paolo Naso
Teatro Dal Verme (Sala Piccola)
10:30 - 12:30
Parlare con una lingua libera.
      Quale spazio per le donne nella Riforma?
Responsabile: Federazione delle Donne Evangelice in Italia
Teatro Dal Verme (Foyer)
14:30 - 15:30
Corteo da Piazza Duomo al Teatro Dal Verme

16:30 - 17:30
Culto di Pentecoste
Teatro Dal Verme (Sala Teatro)
17:30 - 18:00
Saluti istituzionali
Teatro Dal Verme (Sala Teatro)
18:00 - 18:30
Preghiera ecumenica
Teatro Dal Verme (Sala Teatro)
21:00 - 22:00
“LE 95 TESI una storia di Lutero”
      Spettacolo Teatrale Teatro Dal Verme (Sala Piccola)

Domenica 4 giugno | SOLA FIDE

Culti nelle chiese
      con battesimi, confermazioni e ammissioni

10:30
Chiesa Battista di Via Jacopino 10:30
Chiesa Battista di Via Pinamonte 10:30
Esercito della Salvezza 11:00
Chiesa Metodista 10:00
Chiesa Cristiana Protestante in Milano (CCPM) 10:45
Chiesa Valdese

SCARICA IL PROGRAMMA

Concerti

Concerti

Elenco Concerti
domenica 7 maggio 2017 | ore 18:30
Canti della tradizione protestante
      Corale della Chiesa Valdese di Torino
Scarica il programma Chiesa Valdese       in collaborazione con l’associazione Musica al tempio

Cineforum

Cineforum

Programmazione Film
sabato 27 maggio 2017 | ore 21:00
Luther - Genio, ribelle, liberatore
Cortile della Chiesa Protestante in Milano       in collaborazione con l’associazione
      Laboratorio di quartiere Giambellino-Lorenteggio


CHIESE PROTESTANTI A MILANO

Le Chiese protestanti di Milano si rivolgono a tutti coloro che si interrogano sul senso della propria fede cristiana, o che liberamente desiderano ascoltare e condividere l’annuncio della Parola di Dio, o anche solo trovare uno spazio di accoglienza e confronto su questioni spirituali e civili.
Le comunità si aprono alla città consapevoli che solo attraverso un incontro gioioso, solidale e condiviso possiamo ricevere le parole di libertà, pace e redenzione donate a noi dall’Evangelo di Gesù.

Per quanto riguarda la realtà milanese, le Chiese evangeliche sono da anni impegnate nel movimento ecumenico per l’unità dei cristiani. Ecco perché fanno quasi tutte parte nella nostra città del Consiglio delle Chiese Cristiane di Milano (CCCM): una comunione di Chiese che lavorano assieme per testimoniare la fede in Gesù Cristo quale Dio e Salvatore secondo le Scritture.

CHIESA CRISTIANA AVVENTISTA DI MILANO

La Chiesa Cristiana Avventista del 7° Giorno nacque, come movimento religioso, intorno alla metà del secolo XIX negli Stati Uniti, all’interno di un più ampio contesto di risveglio religioso interconfessionale che portò alla riscoperta del valore della Bibbia e dei suoi insegnamenti. In modo particolare, alla nascita del movimento avventista contribuì l’influenza del pensiero metodista e quella esercitata dal movimento millerita che sviluppò la propria dottrina intorno alla tematica del ritorno di Cristo. Il suo maggior esponente, William Miller appunto, alla luce delle interpretazioni delle profezie contenute nel libro di Daniele e dell’Apocalisse, ritenne di poter collocare la seconda venuta di Gesù sulla terra per il 22 Ottobre 1844. Successivamente a tale data e al mancato ritorno di Cristo il movimento millerita attraversò un periodo di crisi che portò a una grande delusione. Fondamentale fu il ruolo di una donna di fede metodista, Ellen G. White, che dopo aver accettato le dottrine di Miller e dei suoi collaboratori, non si lasciò scoraggiare e decise di organizzare insieme ad altre donne della sua comunità delle riunioni di preghiera.

 

Fu proprio durante una di esse che Ellen G. White capì in maniera profonda che il popolo dell’avvento doveva incamminarsi verso la “città” di Dio. Il suo contributo e quello del marito James White furono fondamentali nella creazione del movimento avventista. Essi dedicarono la loro vita alla diffusione del messaggio del Vangelo e delle verità bibliche attraverso la stampa di opuscoli e articoli, l’organizzazione di conferenze, la fondazione di nuove chiese e i continui viaggi tra le comunità dell’America del Nord. Il 1863 è la data ufficiale della nascita della Chiesa Avventista, perché nel mese di maggio venne organizzata a Battle Creek, nel Michigan, la prima Conferenza Generale vale a dire la prima assemblea dei leader avventisti provenienti dalle chiese del Michigan, di New York, dell’Illinois, del Wisconsin, del Minnesota, dell’Owa e Ohio. Oggi la Chiesa Avventista è presente a Milano dagli inizi degli anni 20’ del secolo scorso e in 215 paesi del mondo, non solo con le sue chiese, ma anche con scuole di ogni ordine e grado, istituti ospedalieri e opere umanitarie.

CHIESA CRISTIANA PROTESTANTE DI MILANO

La Chiesa Cristiana Protestante di Milano, che raccoglie al suo interno le componenti luterana e riformata, si colloca nella tradizione della Riforma protestante avviata da Martin Lutero, Ulderico Zwingli e Giovanni Calvino che richiamano la Chiesa ad una riscoperta dell'Evangelo e ad una nuova aderenza al messaggio di Gesù.
Condivide con le altre chiese della tradizione riformata le basi confessionali e le differenze con la Chiesa cattolica.
In Italia una breve ma intensa ondata di luteranesimo attraversò il Paese nel XVI secolo ma solo la comunità veneziana riuscì a sopravvivere all'inquisizione.

 

Le Origini della Chiesa milanese risalgono al 1850, quando in seguito all'arrivo in città di numerosi imprenditori e commercianti di origine tedesca e svizzera, viene concessa dal governo austriaco la possibilità di tenere dei culti in forma però strettamente privata. Sarà solo nel 1864 che il primo tempio protestante milanese vedrà la luce nell'odierna via Marco Dé Marchi, dove lo troviamo ancora oggi. La Chiesa Cristiana Protestante è impegnata sua sul fronte culturale (concerti, conferenze e di recente l'Orto della Fede, realizzato nel giardino antistante il tempio), sia su quello sociale dove si occupa di sostegno alle persone bisognose. Assecondando la composizione bilingue della comunità, composta di un migliaio di persone di molteplici estrazioni culturali, svolge le sue attività in Italiano e Tedesco.

CHIESA EVANGELICA BATTISTA DI MILANO

I battisti nascono in Inghilterra e Olanda agli inizi del secolo XVII come un movimento di rinnovamento religioso all'interno della tradizione riformata, calvinista, puritana e radicale. Questi gruppi radicali inglesi si erano separati dalla Chiesa anglicana perché non riconoscevano al Re l'autorità suprema sulla chiesa, volevano separare la chiesa dalla stato (per questo furono chiamati Separatisti).
Perseguitati ferocemente in Inghilterra alcuni di questi gruppi emigrarono in Olanda, dove una di queste comunità giunse alla conclusione che la chiesa dovrebbe essere costituita da credenti battezzati e decisero di battezzarsi di nuovo costituendo nel 1608 la prima chiesa battista. Ritornarono in Inghilterra e da lì si espansero rapidamente nei paesi anglosassoni soprattutto negli Stati Uniti e dopo il secolo XVIII in tutto il mondo.

 

Le chiese battiste rappresentano una delle realtà cristiane più numerose in America del Nord e nel mondo. In Italia le prima chiese sorsero ad opera di missionari inglesi ed americani nel periodo del Risorgimento. La prima chiesa italiana nacque nel 1863, mentre la chiesa milanese fu fondata dieci anni dopo, nel periodo che vede la grande crescita demografica della città avvenuta in seguito allo sviluppo industriale.

Oggi nel nostro paese le comunità battiste sono circa un centinaio, sono autonome a livello locale ma in comunione con le altre tramite un organismo centrale chiamato UCEBI (Unione Cristiana Evangelica Battista in Italia).

CHIESA EVANGELICA METODISTA DI MILANO

Il metodismo nasce, per opera di John Wesley, come movimento di risveglio e di riforma nei confronti della chiesa nazionale, Anglicana, nell'Inghilterra del Settecento, Paese che stava affrontando i complessi problemi, sociali ed etici, della rivoluzione industriale.
Poco incline all'elaborazione teologica, il metodismo - ben presto costretto ad organizzarsi come chiesa indipendente - si caratterizza soprattutto per il grande risalto dato al ruolo della Bibbia nella vita del credente, che conduce ad una profonda trasformazione interiore.
Sviluppato prevalentemente in ambienti popolari e diffusosi ben presto in tutto il mondo, il metodismo è particolarmente impegnato nel sociale.

 

In Italia la predicazione metodista ha inizio con la seconda metà dell'Ottocento e da' luogo alla formazione di numerose comunità sparse ovunque nel paese: presente a Milano dal 1862, seguendo la sua inclinazione, si occupa da subito di migliorare le condizioni morali e culturali degli strati più poveri della popolazione, richiamata in città dalla prospettiva di condizioni di vita migliori.
Nel 1979 ha preso il via l'integrazione fra le Chiese metodista e valdese che da' luogo ad una gestione comune della vita ecclesiastica, nel quadro di mantenimento, per ciascuna di esse, della propria identità e tradizione.

CHIESA EVANGELICA VALDESE DI MILANO

Un forte senso comunitario è sempre stato una caratteristica dei valdesi, fin dai tempi del suo fondatore: quel Valdés, o Valdo, mercante di Lione, che sul finire del XII secolo, ancor prima di san Francesco, diede via tutti i suoi beni, per fondare un movimento di rinnovamento religioso, basato sul ritorno alla povertà evangelica, e sulla predicazione della Parola biblica da parte di laici itineranti.
Dopo essersi diffusi rapidamente in Europa col nome di Pauperes Christi, e a volte anche di Poveri Lombardi, i valdesi furono scomunicati e ripetutamente combattuti, ma sopravvissero nelle Alpi occidentali, per poi aderire alla Riforma protestante, già nel 1532. Perseguitati ancora, specie nel XVII secolo, dai Savoia e dai francesi, riuscirono a perdurare fra i monti a ovest di Pinerolo (le cosiddette Valli valdesi), finché solo il 17 febbraio del 1848 ottennero il riconoscimento dei diritti politici e civili da parte del re Carlo Alberto di Savoia.

 

Appartenenti oggi alle Chiese riformate evangeliche, i valdesi costituiscono dunque la più antica comunità protestante italiana, e l’unica “eresia” medioevale scampata alle persecuzioni.
A Milano, dopo aver fondato una “schola” già nel 1199, tornarono con l’Unità d’Italia e attualmente sono circa un migliaio (30.000 in tutta Italia e 15.000 in Uruguay e Argentina). Retti da un’organizzazione non gerarchica ma democratica e assembleare (tutte le cariche sono elettive e a tempo) hanno la loro massima autorità nel Sinodo che si riunisce una volta l’anno a Torre Pellice (TO); a livello locale invece le questioni correnti sono seguite da un consiglio di chiesa, o concistoro, mentre le decisioni più importanti sono affidate all’assemblea comunitaria.

ESERCITO DELLA SALVEZZA

L'Esercito della Salvezza fu fondato a Londra nel 1865 da William e Catherine Booth che iniziarono a predicare e operare nei bassifondi dell'est di Londra. Consapevoli dell'indigenza e del degrado sperimentati dalle fasce più emarginate della società credevano fortemente nella trasformazione che l’annuncio della Parola di Dio fosse in grado di portare. I coniugi Booth istituirono vari centri di "missione cristiana" che, nel 1878, presero il nome di "Esercito della Salvezza” dove veniva predicato il Vangelo e le persone venivano aiutate ad uscire dalla loro situazione di estrema povertà ed emarginazione. L'opera iniziò il suo lavoro in Italia nel 1887, con lo stesso impegno spirituale e sociale. L'Esercito della Salvezza opera oggi in 128 paesi ed usa circa 175 lingue affiancando alla predicazione della Parola di Dio, opere sociali di vario genere quali scuole, case per bambini, ostelli per senza fissa dimora, ospedali, case di riposo, centri di riabilitazione e di rieducazione, programmi di emergenza per i disastri, ecc…

 

Il messaggio dell’Esercito della Salvezza è basato sulla Bibbia. Il suo ministero è motivato dall’amore per Dio. La sua missione è proclamare il Vangelo di Gesù Cristo, promuovere la crescita spirituale dei cristiani e andare incontro ai bisogni dell’umanità sofferente nel nome di Dio senza discriminazione alcuna. Tutta la storia del movimento è una applicazione costante e fedele del motto: “il cuore a Dio, la mano agli uomini”. I membri dell'Esercito della Salvezza credono che Dio sia amore e che essere dei credenti significhi anche, e soprattutto, amare e avere cura degli altri, intervenendo attivamente nelle loro necessità e bisogni. Tutti sono i benvenuti nelle comunità dell'Esercito, sia per i culti che per i programmi. L’Esercito della Salvezza è presente a Milano dal Gennaio del 1898 e dalla sua fondazione si susseguono le iniziative per portare la Parola di Dio ed andare incontro alle necessità dell’umanità attraverso l’impegno sociale.